Vola dal treno in corsa a Campoleone, morto a 20 anni

Mercoledì 28 Giugno 2023 di Alessandro Piazzolla
Vola dal treno in corsa a Campoleone, morto a 20 anni

APRILIA

E' stato trovato morto nelle campagne tra Campoleone e Pomezia. La Polfer indaga sul decesso di un 20enne senegalese che potrebbe aver sfondato il vetro della porta del treno con il martelletto di emergenza per poi lanciarsi dal convoglio in corsa.
Non si escludono tuttavia altre ipotesi, anche se quella del suicidio sembra la più probabile.

Il 20enne senegalese, originario del comune siculo di Lentini, si trovava a bordo di un treno intercity partito da Siracusa e che era diretto a Milano. Lui sarebbe dovuto scendere però a Firenze. La tragedia si è consumata poco dopo la stazione ferroviaria di Campoleone, ad Aprilia, poco prima delle 5.

Il cadavere del ragazzo è stato rinvenuto qualche ora più tardi da un operaio di Rete Ferroviaria Italiana che ha lanciato immediatamente l'allarme. Sul luogo della tragedia sono intervenuti quindi gli agenti della Polfer, la polizia di Stato e gli operatori sanitari del 118. Addosso al giovane, rinvenuto ormai privo di vita, non sono stati trovati documenti cosa che ha rallentato la sua identificazione. La salma, quindi, è stata affidata all'autorità giudiziaria che ha dato avvio alle indagini per ricostruire quanto accaduto. Nel frattempo il treno ha continuato la sua corsa fino alla stazione romana di Tiburtina dove è stato poi fatto fermare. Qui gli agenti della polizia di Stato hanno proceduto al sequestro dell'ultimo vagone del convoglio, la vettura dove si trovava il 20enne pochi secondi prima della tragedia. E all'interno della carrozza gli agenti hanno trovato anche un bagaglio appartenente alla vittima, al cui interno vi erano elementi utili per la sua identificazione.

Durante i rilievi, è stato notato anche del sangue su alcuni frammenti del vetro andato in frantumi, un fatto che ha immediatamente avvalorato l'ipotesi del suicidio dal treno in corsa. Sono state ascoltate alcune persone che si trovavano a bordo del convoglio. E se da una parte le testimonianze raccolte dagli agenti della polizia confermavano la presenza del ragazzo all'interno dell'ultimo vagone del treno, dall'altra nessun passeggero si era accorto dell'estremo gesto compiuto poche ore prima dal giovane.

Intanto la circolazione ferroviaria è andata completamente in tilt. Sulle linee Roma-Napoli via Formia e Roma-Nettuno il traffico ha subito rallentamenti tra Campoleone e Pomezia. Pesantissimi i disagi alla mobilità ferroviaria con ritardi fino a 220 minuti con tanto di variazioni e cancellazioni. La situazione è andata progressivamente migliorando dopo le 13, una volta terminati tutti gli accertamenti da parte dell'autorità giudiziaria. Il traffico ferroviario è ripreso completamente solo nel pomeriggio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA