Bimbo di 5 anni muore schiacciato da un armadio: era a casa del nonno

Domenica 21 Ottobre 2018
I carabinieri al pronto soccorso della clinica
Due città unite nel dolore per la tragica scomparsa di Pietro Bertellini, il bambino di 5 anni deceduto in casa del nonno, schiacciato da un armadio.
Ad Aprilia - dove vive la famiglia del nonno e dove purtroppo si è verificata la tragedia, mentre l’uomo stava svolgendo dei lavori - e a Terracina dove il piccolo viveva con i genitori, dato che la mamma è originaria della città, non si parla d’altro.

Secondo quanto ricostruito finora, il bimbo aveva raggiunto con i genitori la casa dei parenti. Era in cucina con il nonno che stava effettuando dei lavori di ristrutturazione quando è stato travolto da un armadio. Dalle prime informazioni sembra che il pensile si sia staccato dalla parete. Inutile la corsa in ospedale perché all'arrivo per il bambino non c'era più nulla da fare. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Aprilia che si occupano della vicenda.

Tutti si stringono al dolore dei familiari, nessuno riesce a spiegarsi come possa essere accaduta una cosa del genere. Un incidente “domestico” per le statistiche, purtroppo uno dei tanti che avvengono in casa. Ma di fronte a un bambino morto è impossibile trovare risposte.

Quelle scientifiche le darà l’autopsia che il magistrato, Valerio De Luca, conferirà domani mattina. La salma si trova all’obitorio dell’ospedale “Santa Maria Goretti”. A causare il decesso, forse, il violento colpo alla testa e lo schiacciamento del torace.   Ultimo aggiornamento: 22 Ottobre, 09:34 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci