Belen e De Martino, il processo a Latina a porte chiuse «per la presenza dei giornalisti»

PER APPROFONDIRE: belen, de martino, latina, ponza
Belen e De Martino, il processo a Latina a porte chiuse «per la presenza dei giornalisti»

di Marco Cusumano

Il processo a Belen e a Stefano De Martino per le botte ai paparazzi a Ponza è iniziato in Tribunale a Latina con due sorprese. Primo, la show girl e il suo compagno che erano attesi per essere ascoltati dal giudice non sono arrivati a Latina. Secondo, il processo è stato celebrato a porte chiuse e i giornalisti in attesa sono stati fatti uscire dall'aula.

Il motivo? I difensori dei due imputati hanno chiesto al giudice Taglienti di poter ascoltare l'audio di una conversazione e visionare un video girato il giorno della lite a Ponza, ma hanno anche chiesto «per motivi di riservatezza» di celebrare l'udienza a porte chiuse. Il giudice Pierluigi Taglienti, a sorpresa, ha accolto la richiesta e ha fatto uscire i giornalisti presenti dall'aula.

Dopo aver visionato il materiale il giudice ha rinviato l'udienza al 27 gennaio per la discussione. In quella data sarà probabilmente ascoltata la sorella di Belen, Cecilia Rodriguez, e poi sarà emessa la sentenza di primo grado, a pochi giorni dalla prescrizione dei reati.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 25 Novembre 2019, 16:08






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Belen e De Martino, il processo a Latina a porte chiuse «per la presenza dei giornalisti»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti