Sindaci, assessori, consiglieri che passano avanti ai cittadini per vaccinarsi contro il Covid: gesto ignobile

Sabato 3 Aprile 2021

Ancora una volta ci sono personaggi politici che vedono nell'incarico di amministrare un comune l'opportunità per arrogarsi privilegi a cui non avrebbero diritto. È vergognoso e ignobile che sindaci, assessori, consiglieri si facciano vaccinare in questi giorni pur non avendo alcuna priorità. Abbiamo anziani, disabili, persone con gravi patologie per le quali il contagio potrebbe essere fatale, o ulteriormente debilitante. Persone che, purtroppo, si vedono sorpassate da chi pensa di valere di più. Ho appreso dalle dichiarazioni del Presidente della Regione Veneto Luca Zaia e dall'assessore alla Sanità Lanzarin che loro stessi stanno doverosamente aspettando il turno di vaccinazione. Ma i vertici politici regionali hanno anche il dovere di intervenire nei confronti di quegli amministratori pubblici, soprattutto se del loro partito, che hanno saltato la fila. Se un vice presidente della Regione si è messo da parte per molto meno e non è stato più ricandidato, credo meriti una sanzione ben più grave chi, abusando della propria posizione, toglie, come ha avuto modo di dire il nostro Presidente Zaia, a soggetti deboli e a rischio il diritto alla sopravvivenza.


Rosella Zanella

© RIPRODUZIONE RISERVATA