I furbetti del cashback, una vergogna e una sconfitta per lo Stato

Martedì 20 Aprile 2021
1

Buongiorno, 
sono iscritto al cashback di Stato da dicembre 2020, pago le spese quotidiane con il bancomat, nella convinzione di aiutare il nostro paese a modernizzarsi, recuperando parte dell'evasione fiscale e, perché no, nella speranza di vincere anche il bonus finale. Non faccio 20 rifornimenti notturni di benzina da 50 centesimi e nemmeno vado 6 volte al giorno al supermercato. Semplicemente, dove prima pagavo in contanti, farmacia, panificio, ortofrutta, ferramenta, pizzeria, ora uso la moneta elettronica.

Mi rode però pensare che molto probabilmente il bonus finale da 1500 euro andrà a migliaia di furbetti che hanno messo in atto comportamenti truffaldini per scalare la classifica. Sarebbe una vergognosa sconfitta per lo Stato (incapace di imporre e fare rispettare le regole) e per i cittadini onesti (gabbati dai soliti furbetti e pure da uno Stato inerte di fronte ad essi). 

Luca Benato

Padova 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA