Venezia, acque alte forse, disdette certe: è ora che qualcuno si muova

Domenica 22 Dicembre 2019
Acqua alta a Venezia, disdette e responsabilità
Egregio direttore,

apprendo da molti comunicati stampa che a seguito dell’acqua alta eccezionale di novembre le attività turistiche di Venezia hanno avuto un tasso di disdette e mancate prenotazioni senza precedenti che alcuni dicono avvicinarsi all’80%.
E questo oltretutto per periodi nei quali non si prevedono fenomeni particolari.
Mi domando se il Comune di Venezia e l’Azienda di Promozione Turistica, data la gravità della cosa per l’economia cittadina non avrebbero il preciso dovere di attivarsi con una campagna di comunicazione o almeno con opportuni comunicati stampa per informare i turisti potenziali sulla reale situazione che non è affatto preoccupante per i visitatori.
Il clamore e le immagini spettacolari dei media ad esempio non evidenziano che, cosa nota ai veneziani, il fenomeno anche nei momenti più gravi, dura poche ore e non impedisce di visitare la città.
Spero che le autorità preposte si attivino rapidamente per rimediare a questa gravissima mancanza.

ing. Ernesto Mazzorin Ultimo aggiornamento: 22:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci