Sorelle morte a Marina di Massa nel campeggio, la Asl: «Nessun espianto di organi»

Lunedì 31 Agosto 2020
Sorelle morte a Marina di Massa nel campeggio, la Asl: «Nessun espianto di organi»

Non sarà possibile donare gli organi di Malak Lassiri, 14 anni, e Jannet, 3 anni, le due sorelline morte ieri in un campeggio a Marina di Massa dopo la caduta di un albero sulla loro tenda. Lo rende noto l'Azienda Usl Toscana. «A seguito di notizie apparse in queste ore a proposito della tragedia di Marina di Massa, con il decesso di due bambine dopo la caduta di un albero in un campeggio, l'Azienda Usl Toscana nord ovest precisa che i corpi delle bambine sono a disposizione della magistratura e che non è avvenuto alcun espianto, in quanto anche la ragazza giunta in ospedale era in condizioni che non permettevano l'eleggibilità per la donazione di organi».

Sorelline uccise dall'albero sulla tenda: il dramma all'ultimo giorno di mare
Due sorelline morte in campeggio a Marina di Massa, albero travolge la tenda, fratello e genitori illesi

Intanto hanno trascorso la notte in un albergo di Massa padre, madre, una sorella e un fratellino - tutti superstiti - delle due bambine morte. Il Comune di Massa ha provveduto a trovare una sistemazione per la famiglia marocchina, che adesso attende il nullaosta dell'autorità giudiziaria, per riportare a casa, a Torino dove abitano, i corpi di  e fare i funerali. Ieri sera a Massa la famiglia è stata raggiunta dal console del Marocco. Per tutta la giornata a Massa ci è stato proclamato dal sindaco Francesco Persiani lutto cittadino. 

Ultimo aggiornamento: 1 Settembre, 01:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA