Covid-19, arriva da Milano per lavoro: una donna trovata positiva a Roma

Sabato 30 Maggio 2020 di Mauro Evangelisti
Arriva da Milano per lavoro: una donna trovata positiva a Roma

Una donna residente a Milano, che si trova a Roma per lavoro, è stato trovata positiva al tampone e ora è in isolamento domiciliare. Per fortuna le sue condizioni non destano preoccupazioni e non è necessario il ricovero.

Proprio nel giorno in cui il governo ha deciso di riaprire, dal 3 giugno, ai viaggi tra regioni senza distinzione tra i vari territori che hanno una differente circolazione del virus, il controllo incrociato dei test sierologici seguiti dai tamponi ha individuato una persona arrivata a Roma dalla Lombardia e positiva. 

Spiega l'assessore alla Salute della Regione Lazio, Alessio D'Amato: «A Roma città si registra il dato più basso da inizio emergenza con due nuovi casi ma di questi una è una donna residente a Milano. L’esigenza è quella di continuare a difendere Roma». D'Amato, scettico sull'opportunità di riaprire la Lombardia, ha minacciato di chiedere ai viaggiatori che arrivano da quella regione di restare in quarantena quattodici giorni quando giungono a Roma. 

Coronavirus, a Roma solo 2 nuovi casi: in tutto il Lazio sono 6. Sette i morti

Medici in fuga dall'Italia, in 8 anni novemila all'estero. «Colpa di stipendi bassi e taglio posti»

Coronavirus, Galli: «Positivi in Lombardia? Sono vecchi tamponi. Ma il virus non è meno aggressivo»

Virus, l'incidenza dei positivi sugli abitanti: male Lombardia (0,88%), ma peggio Val d'Aosta. Lazio allo 0,13%
 

 

Ultimo aggiornamento: 31 Maggio, 13:47 © RIPRODUZIONE RISERVATA