Massimo Giletti e la candidatura a sindaco di Roma, la verità a Non è l'Arena: «Calenda e i giornalisti stiano tranquilli»

Lunedì 19 Ottobre 2020
Massimo Giletti e la candidatura a sindaco di Roma, la verità a Non è l'Arena: «Calenda e i giornalisti stiano tranquilli»

«Io sindaco di Roma? Non ci penso minimamente». Così Massimo Giletti smentisce a "Non è l'Arena", su La 7, la sua candidatura al Campidoglio per le Comunali 2021 mettendo fine alle voci circolate nei giorni scorsi. Si era parlato di una corsa del conduttore e giornalista nelle fila del centrodestra. Ieri sera durante la puntata del suo programma ha chiarito tutto e ha aggiunto: «Calenda e i giornalisti stiano tranquilli».

Leggi anche > Giuseppe Conte parla agli italiani: «Non possiamo perdere tempo». Poi boccia il MES. I Sindaci potranno chiudere le vie e le piazze della movida

Il nome di Giletti era circolato accanto a quello di altri volti televisivi incontrando il favore del leader della Lega, Matteo Salvini, che vorrebbe per Roma una figura popolare, di alto profilo e sganciata dai partiti. Di parere opposto sarebbe Giorgia Meloni, che ha già corso per diventare sindaco di Roma e che potrebbe nuovamente ambire a questa carica. Ipotesi esclusa dall'esecutivo nazionale di Fratelli d'Italia, secondo cui la leader deve rimanere concentrata su obiettivi nazionali. 

Intanto, nel centrosinistra, Carlo Calenda ha annunciato la sua candidatura in collegamento con la trasmissione ‘Che tempo che fa' in onda su Rai3. «Mi candiderò per fare il sindaco di Roma. Un dovere e una grande avventura. Penso che chi ha la possibilita di riportare Roma tra le grandi capitali europee lo deve fare. Si, mi candiderò», ha dichiarato il leader di Azione. 

Calenda cerca un'alleanza di centrosinistra larga, ma non sembra intenzionato a partecipare alle elezioni primarie, metodo attaverso il quale il Pd ha scelto il proprio candidato nelle ultime due elezioni comunali.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA