Trieste blindata, in piazza Casapound e rete antifascista: sui balconi guerra di striscioni

PER APPROFONDIRE: antifascisti, casapound, cortei, trieste
Trieste blindata, in piazza Casapound e antifascisti: guerra di striscioni
Guerra di striscioni a Trieste dove scendono in piazza Casapound e rete antifascista. Una giornata ad alta tensione per la città che è praticamente blindata e presidiata da centinaia di agenti delle forze dell'ordine. La città è spaccata tra destra e sinistra, e tra chi era a favore delle due manifestazioni e chi invece riteneva che sarebbe stato meglio farle in giornate diverse, non oggi che, peraltro, è il santo Patrono. Soprattutto in centro sono molti i balconi e le finestre che espongono bandiere e striscioni a favore di una parte o dell'altra.

Prescrizione, Bongiorno contro Bonafede: «Blocco sarebbe bomba nucleare sul processo»

 


Cortei quasi sfiorati. Si sono quasi sfiorati, restando a distanza di alcune centinaia di metri di distanza l'uno dall'altro, i due cortei che stanno sfilando, nel centro di Trieste, organizzati rispettivamente da CasaPound e dalla rete antifascista. All'altezza di piazza Goldoni il corteo di CasaPound ha proseguito lungo via Battisti. Sulla destra, distanti poche centinaia di metri, i mezzi delle forze dell'ordine presidiavano l'area bloccando la strada per evitare che i manifestanti potessero incrociarsi o comunque venire a contatto. La presenza dei cortei e di tanti manifestanti in città, non ha spaventato i commercianti, molti dei quali sono rimasti aperti. Altri, invece, hanno preferito chiudere o comunque abbassare le saracinesche al passaggio dei manifestanti. Il corteo di CasaPound si apre con altoparlanti che diffondono musica, anche la Cavalcata delle Walkirie, e con i partecipanti in assoluto silenzio. Al suo passaggio alcuni passanti hanno applaudito.
 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 3 Novembre 2018, 17:33






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Trieste blindata, in piazza Casapound e rete antifascista: sui balconi guerra di striscioni
CONDIVIDI LA NOTIZIA
VIDEO
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 7 commenti presenti
2018-11-04 20:15:56
Prefetto da incarcerare, lui che deve proteggere i motivi di ordine pubblico cosa fa ? Appena Casapound indice una manifestazione autorizzata dallo stesso.... telefona ai centri sociali e ordina la contro manifestazione nello stesso giorno e ora. Mi sembra alquanto voluto.
2018-11-04 13:20:03
se l'occasione della sfilata era S. Giusto o l'anniversario della fine della guerra, che cosa centravano quelle centinaia di "diversamente bianchi" che si vedevano in tv e/o che le varie emittenti (tg3 in prima fila) hanno ostentato numerose volte?
2018-11-04 10:20:36
...ma i vandali e picchiatori a caso di passanti,e assalitori di studentesse nei pressi della stazione, sono stati nascosti ed inattivi o hanno agito con meno ansia dato che le forze dell'ordine erano parecchio impegnate??
2018-11-03 19:21:52
D'Annunzio starà sorridendo..., penso di si. Qui la citazione di Nietzsche ci sta :"Noi non viviamo per il futuro, viviamo affinchè ci resti un passato".
2018-11-03 18:45:18
Casapound, che piaccia o no, ovunque si presenta non devasta, non demolisce, non insulta.... viceversa i facinorosi e beceri dei Centri sociali e loro simpatizzanti ....