Emilia Romagna, allarme acqua contaminata da escherichia coli: chiuse 28 spiagge «Situazione anomala, forse per il caldo»

Il batterio in alcuni casi può causare disturbi anche seri, si va dai crampi addominali alla nausea e vomito

Giovedì 28 Luglio 2022 di Redazione Web
Ravenna, bandiera rossa per mare contaminato a Pinarella: «Elevata concentrazione di escherichia coli»

Torna l'allarme escherichia coli in Emilia Romagna: oggi, 28 luglio in  regione è scattato il divieto temporaneo di balneazione in 28 tratti di costa principalmente nella provincia di Rimini.

Lo comunica l'agenzia regionale Arpae dopo che le analisi microbiologiche effettuate su un campione d'acqua prelevato martedì 26 luglio in 98 punti di misura hanno rilevato valori oltre i limiti di questo batterio in 28 casi.

Bandiera rossa dunque su diverse spiagge, tra cui anche a  Pinarella (Ravenna) per acque contaminate. Il sindaco di Cervia Massimo Medri con ordinanza comunale ha vietato la balneazione. 

Multe da 50 a 500 euro 

L'area interessata dal divieto nel comune di Cervia è la zona di Pinarella e nei pressi del confine con il territorio di Cesenatico (dove però è possibile fare il bagno). Il provvedimento è stato preso "Al fine di tutelare la salute dei bagnanti".

Per chi infrange il divieto, è prevista multa da 50 a 500 euro. Misure simili sono state prese negli altri comuni interessati del litorale romagnolo. 

Ultimo aggiornamento: 17 Aprile, 19:59 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmemedia.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci