Sciopero, oggi venerdì nero: scuola, sanità e trasporti in tilt. I servizi garantiti

Sciopero generale, arriva il venerdì nero: le fasce di garanzia città per città
Oggi 26 ottobre è stato proclamato dai sindacati lo sciopero generale che interesserà vari settori dalle
scuole alla sanità ai trasporti. Ennesimo venerdì nero per i trasporti che minacciano disagi per pendolari e viaggiatori. Una protesta a cui, in alcune città, si aggiungeranno le manifestazioni programmate da lavoratori e studenti che creeranno non pochi disagi al traffico.

L'agitazione di 24 ore coinvolge oltre a Cgl, Cisl e Uil, anche i sindacati Ugl, Confsal, Sgb, Cub, SI Cobas, Usi-Ait e Slai Cobas del trasporto pubblico: si rischia insomma il black out dei trasporti. Previsti disagi anche in altri servizi della pubblica amministrazione: sanità, poste, scuola, raccolta rifiuti. 

Le rivendicazioni riguardano stipendi, assistenza sanitaria, diritti sindacali, sicurezza sul lavoro. Coinvolti anche i sindacti della Rai, con possibili ripercussioni sul palinsesto. Escluse dalle agitazioni le province di Trento, Bolzano e Verbano Cusio Ossola e dei comuni sedi di consultazioni elettorali.

TRENITALIA
Per quanto riguarda i dipendenti del Gruppo FS Italiane l'agitazione legata allo sciopero generale inizierà alle 21 del 25 ottobre e finirà alle 21 del  26 ottobre 2018. Circoleranno tuttavia regolarmente le Frecce. Per gli altri treni nazionali si prevedono ripercussioni molto limitate. 
Sarà inoltre assicurato il collegamento fra Roma Termini e l’aeroporto internazionale Leonardo da Vinci di Fiumicino. 
Per i treni regionali, il cui programma potrà essere oggetto di alcune modifiche, si ricorda che sono garantiti i servizi essenziali assicurati per legge nei giorni feriali, nelle fasce orarie più frequentate dai viaggiatori pendolari (6-9 e 18-21).

Si ricorda comunque che saranno assicurati tutti i convogli elencati nell'apposita tabella dei treni previsti in caso di sciopero, consultabile sull'orario ufficiale di Trenitalia e sul sito web trenitalia.com

ROMA
Nella Capitale l'agitazione interesserà i collegamenti Atac (bus, tram, metropolitane, ferrovie Termini-Centocelle, Roma-Lido, Roma-Civitacastellana-Viterbo) e le linee periferiche gestite dalla Roma Tpl. Saranno comunque in vigore le fasce di garanzia: servizio regolare fino alle 8.30 e dalle 17 alle 20.

Allo sciopero aderisce infatti anche Cotral (a proclamarlo il Sindacato Generale di Base - SBG) con astensione dalle prestazione lavorative dalle 8.30 alle 17 e dalle 20 a fine servizio. Saranno garantite tutte le partenze dai capolinea fino alle 8.30, alla ripresa del servizio alle 17 e fino alle 20. Tutte le informazioni sulla modalità di sciopero e sul servizio saranno disponibili sul sito internet cotralspa.it e sull'app BusCotral

 


MILANO
L'agitazione per bus e metro è annunciata dalle 8.45 alle 15 e dalle 18 a fine servizio. La nota dell'Atm: «Nel rispetto delle disposizioni in materia di informazione all’utenza  le percentuali medie complessive di adesione registrate nel corso delle ultime astensioni proclamate dalle medesime sigle, sono disponibili per Atm sul sito internet aziendale
».
Trenord  annuncia che giovedì 25 ottobre viaggeranno regolarmente i treni già in corsa o con partenza prevista prima delle ore 21 e che arrivano a destinazione entro le ore 22 mentre venerdì 26 ottobre viaggeranno i treni o nelle fasce orarie garantite 6-9/18-21.  Previsti anche bus non stop per le tratte Milano-Cadorna e Malpensa -Aeroporto Malpensa Aeroporto-Stabio.

NAPOLI
L'agitazione anche a Napoli inizierà alle 21 del 25 ottobre e finirà alle 21 del  26 ottobre con fasce protette 6-9 e18-21. La Cub Campania terrà il 24 ottobre alle 11.30 una conferenza stampa nella propria sede in via Carriera Grande 32 per presentare la piattaforma dello sciopero.

TORINO
Il trasporto pubblico a Torino e nella regione Piemonte garantirà i servizi nelle fasce orarie di maggiore frequentazione dalle 6 alle 9 e dalle 18 alle 21. Questo il link per il quadro regionale

FIRENZE
A Firenze è a forte rischio il servizio di tramvia e autobus. La tramvia garantisce i trasporti nelle fasce protette 6.30-9.30 e 17-20. Per quanto riguarda gli autobus, invece, i mezzi saranno regolarmente funzionanti dalle 6 alle 9, e dalle 12 alle 15.

BOLOGNA
Lo sciopero della Tper a Bologna sarà in vigore dalle 8.30 alle 16.30, e dalle 19.30 fino a fine servizio. Negli orari di sciopero, i servizi di trasporto pubblico urbano, suburbano ed extraurbano non saranno garantiti. Stesse identiche modalità anche per la città di Ferrara, dove i trasporti sono operati dalla Tper.

PALERMO
Anche in Sicilia annunciati disagi nei trasporti pubblici al di fuori delle fasce di garanzia dalle 6 alle 9 e dalle 18 alle 21.
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 23 Ottobre 2018, 18:13






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Sciopero, oggi venerdì nero: scuola, sanità e trasporti in tilt. I servizi garantiti
CONDIVIDI LA NOTIZIA
VIDEO
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 9 commenti presenti
2018-10-26 17:43:19
Diritto alla mobilita'...diritto sancito dalla Costituzione. Ma si sa che nel nostro paese la Costituzione e' una cosa opinabile se vista da destra e se vista da sinistra.
2018-10-26 17:34:33
sindacati tutti a casa vergognatevi
2018-10-26 10:41:28
Italia il Paese fondato su assistenzialismo e sciopero. Una legge sul diritto di sciopero subito non sull’arbitrio di scioperare, escludendo obbligatoriamente il divieto di scioperare di venerdì e lunedì e nei giorni che precedono o seguono festivi infrasettimanali.
2018-10-26 12:39:14
Il diritto di sciopero non si tocca! E' stato abolito solo sotto il fascismo...
2018-10-26 07:16:21
Concordo