Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Previsioni meteo: domani nubifragi e grandine in Veneto, Piemonte, Lombardia, Trentino e Emilia Romagna

I fenomeni potranno essere accompagnati da rovesci di forte intensità, locali grandinate ad alta quota, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento

Martedì 24 Maggio 2022
Previsioni meteo, domani nubifragi e grandine in Veneto, Piemonte, Lombardia, Trentino e Emilia Romagna

Dopo il caldo estivo, le previsioni meteo dei prossimi giorni non saranno altrettanto clementi. Perché arriverà una perturbazione sull'Italia settentrionale dovuta all'apporto di flussi sud-occidentali più umidi ed instabili. E quindi rovesci o temporali su gran parte delle regioni del nord del Paese. Sulla base delle previsioni meteo, la Protezione Civile ha dichiarato l'allerta gialla in cinque regioni. D'intesa con le regioni coinvolte - alle quali spetta l'attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati - ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino nazionale di criticità e di allerta consultabile sul sito del Dipartimento (www.protezionecivile.gov.it).

Le previsioni meteo

L'avviso prevede dal pomeriggio di oggi, martedì 24 maggio, precipitazioni sparse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, su Piemonte, Lombardia, Veneto e Provincia Autonoma di Bolzano, in estensione all'Emilia-Romagna. I fenomeni potranno essere accompagnati da rovesci di forte intensità, locali grandinate ad alta quota, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. Sulla base dei fenomeni previsti e in atto è stata valutata per la giornata di domani, mercoledì 25 maggio, allerta gialla su gran parte dei settori di Veneto, Trentino Alto Adige, Lombardia, Piemonte e sull'intero territorio dell'Emilia-Romagna. Il quadro meteorologico e delle criticità previste sull'Italia è aggiornato quotidianamente in base alle nuove previsioni e all'evolversi dei fenomeni, ed è disponibile sul sito del Dipartimento della Protezione Civile, insieme alle norme generali di comportamento da tenere in caso di maltempo. Le informazioni sui livelli di allerta regionali, sulle criticità specifiche che potrebbero riguardare i singoli territori e sulle azioni di prevenzione adottate sono gestite dalle strutture territoriali di protezione civile, in contatto con le quali il Dipartimento seguirà l'evolversi della situazione.

La situazione

Una perturbazione in arrivo dall'Atlantico - spiega 3b meteo - si sta dirigendo verso il Nord Italia, orchestrata da una saccatura che dal Mare del Nord si sta scavando fin verso la Penisola Iberica. Le prime infiltrazioni umide ed instabili hanno già raggiunto le Alpi nella serata di lunedì, portando qualche temporale sconfinato alle adiacenti pianure pedemontane. Il nuovo fronte ha già raggiunto il Nord Italia con una nuvolosità alta e stratificata che risulta più compatta tra Valle d'Aosta orientale e alto Piemonte, dove sono in corso alcuni deboli rovesci. Sul resto d'Italia prosegue il dominio dell'anticiclone africano, con tempo stabile e clima caldo, tanto che oggi si raggiungeranno i picchi termici su parte del Meridione, alle prese con la risalita di aria calda che precede l'ingresso del fronte in arrivo dalla Francia. Ecco come proseguirà l giornata:

Le prossime ore

Nuvoloso sulle Alpi con qualche pioggia già al mattino sulle zone occidentali, in intensificazione dal pomeriggio con rovesci e temporali che dalle aree di montagna si porteranno verso le pianure piemontesi e dell'alta Lombardia. In serata sconfinamento dei fenomeni a gran parte delle pianure a nord del Po, anche forti tra Piemonte e settore lombardo-veneto e localmente accompagnati da grandine e con possibilità di locali nubifragi. Sul resto d'Italia tempo stabile, con sole offuscato da velature tra Sardegna e regioni centrali, addensamenti un po' più compatti tra Levante Ligure e alta Toscana. Temperature in calo al Nord, in ulteriore aumento al Sud con punte di 36°C sul Tavoliere. Venti moderati o tesi tra sudovest e sudest.

 

Forti temporali e rischio grandine tra pomeriggio e sera

Nel corso del pomeriggio si attiveranno temporali anche di forte intensità su parte delle regioni settentrionali. Quelle più a rischio risulteranno le aree piemontesi tra alto Torinese, Verbano, Prealpi e pedemontane lombarde ed entro sera anche su Trentino e alto Veneto. Qui saranno possibili fenomeni violenti accompagnati da grandine, locali nubifragi e rinforzi del vento. 

 

Ultimo aggiornamento: 26 Maggio, 08:04 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci