«Ti odiamo»: chat contro 12enne e insulti continui. La ragazzina si ammala, bulli nei guai a Piacenza

PER APPROFONDIRE: bullismo, piacenza, scuola
«Ti odiamo»: chat contro 12enne e insulti continui. La ragazzina si ammala, bulli nei guai a Piacenza
La chat di gruppo su Whatsapp era intitolato 'Noi ti odiamo' ed era stato creato dai bulli appositamente per tartassare una ragazzina di 12 anni. Una gogna che si era aggiunta ai quotidiani insulti a scuola. Una persecuzione dalle drammatiche conseguenze: la 12enne si è ammalata per l'ansia provocata dal comportamento del gruppetto compagni di classe. È successo a Piacenza.

Perseguitata dai bulli dopo un abuso sessuale: 16enne si getta dal 34esimo piano al ritorno da scuola

I sette ragazzini ritenuti responsabili del bullismo, dopo le indagini della sezione investigativa della polizia locale di Piacenza, sono stati indagati dalla Procura per i minorenni di Bologna per violenza privata continuata, minacce e diffamazione: tuttavia la loro posizione, non essendo imputabili perché minori di 14 anni, verrà in seguito archiviata. Hanno infatti tutti tra i 12 e i 13 anni e frequentano una scuola media. La giovane vittima veniva anche presa in giro anche a causa di una malattia invalidante dalla quale è affetta.

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 4 Giugno 2019, 17:20






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
«Ti odiamo»: chat contro 12enne e insulti continui. La ragazzina si ammala, bulli nei guai a Piacenza
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 6 commenti presenti
2019-06-05 12:37:54
dunque...ma se whatsapp e' vietato ai minori di 16 anni, la vigilanza dei genitori sul rispetto delle leggi, conseguente responsabilita', esiste?
2019-06-05 12:09:28
#### finisce come al solito,cioe' in niente.Come aveva ammesso anche il Direttore,piu' di tanto non si puo' fare. ps. i cancelletti all'inizio sono per far capire dove mi piacerebbe stessero bulli,trolls,haters e compagnia bella.
2019-06-05 08:37:45
quindi questi giovani delinquenti, alla resa dei conti, non avranno nessuna pena. Tradotto per le anime belle ed i sinistri: sono i vincitori e continueranno a fare le stesse cose
2019-06-05 02:02:15
devono pagare i genitori con multe e lavori sociali perche' avere figli significa anche educarli...
2019-06-04 21:50:11
Tornate a disturbarmi con queste storielle strappalacrime quando in questo sporco paese cominceranno a farla pagare ai genitori e al personale adulto e inutile dentro agli istituti scolastici. Mamy e papy non fanno mai nulla e i docenti e i dirigenti meno ancora. Quindi non serve dare notizia, sembra che non freghi a nessuno, le scuole si attivano solo se sentono odore di razzismo o omofobia, tutti gli altri possono anche uccidersi grazie ai bulli tanto poi accuseranno le famiglie di non averli saputi capire. Mondo di imbecilli gestito da imbecilli.