Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Papa Francesco: «Io in carrozzina? È la vecchiaia, va accettata»

Il commento ironico di Bergoglio al passo della catechesi: «E dillo a me che devo andare in giro così»

Mercoledì 22 Giugno 2022
Papa Francesco: «Io in carrozzina? È la vecchiaia, va accettata»

Papa Francesco torna a parlare dei suoi problemi di salute. E lo fa con la solita ironia. «La vecchiaia è così, ti vengono tutte queste malattie e dobbiamo accettarle come vengono. Non abbiamo la forza dei giovani», ha detto durante l'udienza generale, commentando un passo della sua catechesi in cui parla di Gesù che, rivolgendosi a Pietro, gli dice: «Quando eri giovane eri autosufficiente, quando sarai vecchio non sarai più così padrone di te e della tua vita». «E dillo a me che devo andare in giro in carrozzina», il commento ironico di Bergoglio.

Ex Columbus, «no» di papa Francesco e Ordine del Santo Sepolcro all'hotel extra lusso: «Sarà un'hotellerie sociale»

Il discorso del Papa

«Con la malattia e la vecchiaia la dipendenza dagli altri cresce e non siamo più autosufficienti come prima», aggiunge il Papa spiegando poi che «alle volte il protagonismo deve diminuire, bisogna accettare che la vecchiaia ti abbassa come protagonista». «Ma - continua - avrai un altro modo di esprimerti, di partecipare nella famiglia, nella società nel gruppo degli amici». «Imparare a congedarsi, questa è la saggezza degli anziani - conclude Bergoglio da piazza San Pietro -. Aiutiamo gli anziani a vivere ed esprimere la loro saggezza di vita. Guardiamoli e ascoltiamoli. Noi anziani, guardiamo i giovani sempre con un sorriso. Un anziano non può essere felice senza guardare ai giovani e un giovane non può andare avanti nella vita senza guardare gli anziani».

 

Bergoglio e i bambini ucraini

C'erano anche tre bambini ucraini accanto a papa Francesco sulla papamobile che ha portato il Santo Padre in piazza San Pietro in occasione della tradizionale udienza generale del mercoledì. Ognuno indossava una t-shirt di colore diverso gialla, blu e rossa. I bimbi, imitando Bergoglio, hanno salutato per l'intero percorso tutti i pellegrini in piazza. «Non dimentichiamo l'Ucraina - ha detto Francesco chiudendo l'udienza -, non perdiamo la memoria della sofferenza di quel popolo martoriato».

Ultimo aggiornamento: 16:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci