Inchiesta ospedali Covid in Campania, indagata una dirigente "fedelissima" di De Luca

Martedì 4 Agosto 2020
Inchiesta ospedali Covid in Campania, una dirigente della Regione tra i 4 indagati

Inchiesta sugli ospedali Covid in Campania, coinvolta una dirigente della Regione. Roberta Santaniello, dirigente dell'ufficio di gabinetto della Giunta regionale della Campania, è indagata nell'ambito dell' inchiesta della Procura di Napoli (pm Mariella Di Mauro, procuratore aggiunto Giuseppe Lucantonio) sulla realizzazione degli ospedali Covid in Campania (Napoli, Caserta e Salerno) durante l'emergenza sanitaria innescata dal coronavirus.

Alla dirigente, a cui è stato sequestrato il telefono cellulare e il computer, viene contestato il reato di turbativa d'asta. Gli investigatori stanno cercando di fare luce sulle gare della Soresa (la centrale per gli acquisti per enti sanitari, società partecipate, enti strumentali e altre PA della Regione Campania) nei giorni in cui la regione era alle prese con il cosiddetto «picco» della pandemia. Lo stesso reato viene contestato dagli inquirenti anche al dirigente dell'Asl Napoli 1 Ciro Verdoliva, al consigliere regionale Luca Cascone e al presidente della Soresa, Claudio Cuccurullo.

Virus Campania, maxi-appalto da 18 milioni per ospedali Covid: indagati consigliere e manager

De Luca: «Milano non si ferma? Poi conta i morti». Salvini e Meloni: «Disgustoso»

De Luca ai campani: «Non fate comunella. Gli ospedali del Nord? Più sicuri i nostri»

È stata smascherata la grande truffa politica di De luca». È quanto ha detto il candidato di centrodestra alla presidenza della Regione Campania Stefano Caldoro ai microfoni di Radio Marte, in merito allo «scandalo barelle» negli ospedali. «I cittadini campani non meritano di essere presi ulteriormente in giro». Rispondendo ad una domanda sulla situazione dell'ospedale Vecchio Pellegrini dove «un uomo con una frattura ha dovuto salire i gradini seduto a terra perché non funzionava l'ascensore», Caldoro ha detto: «questi episodi si verificano quando si decide di non investire nel merito ma si sistemano manager in base alla loro fedeltà, senza effettuare alcuna selezione sulla base di meriti e competenze, la politica di questi ultimi anni ha scelto così i sanitari, mortificando le tante eccellenze nel campo medico che abbiamo in Campania. Anche durante l'emergenza Covid i medici e il personale sanitario sono stati eroi, la vera responsabile invece è la politica di questa sinistra che ha governato cinque anni perdendo risorse ed organici».

 

Ultimo aggiornamento: 19:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA