Natale in zona gialla? Regole su mascherine, negozi e ristoranti

Le discoteche rimarranno chiuse mentre la scuola è garantita al 100%

Mercoledì 17 Novembre 2021 di Stefania Piras
Natale in zona gialla? Regole su mascherine, discoteche, negozi e ristoranti

La provincia autonoma di Bolzano e il Friuli Venezia Giulia si candidano a passare in zona gialla. Perché? L'incidenza di casi Covid in rapporto alla popolazione è aumentata e anche i ricoveri hanno subito un'accelerazione. Se la situazione non cambia è possibile ipotizzare anche un Natale in zona gialla. 

Covid, Natale in zona gialla e lockdown per i non vaccinati? Allarme variante Delta: «Contagi in crescita»

In Friuli la scorsa settimana si sono registrati 272 positivi ogni 100mila abitanti e negli ospedali si è alzato dell'1% il tasso dei ricoveri, sia nei reparti ordinari che nelle rianimazioni (pochi giorni fa i dirigenti sanitari delle terapie intensive avevano chiesto esplicitamente di decretare la zona gialla per arginare i contagi). Come si vede dal grafico in basso le condizioni per passare in zona gialla ci sono. 

 

Regole in zona gialla

In zona gialla le principali regole sono l'obbligo di mascherine all'aperto e il limite di quattro persone non conviventi allo stesso tavolo nei ristoranti al chiuso (munite di certificazione verde). L’attività sportiva di base individuale, di squadra e di contatto può essere svolta nei parchi pubblici e privati, nelle aree attrezzate all’aperto. Le palestre sono aperte in zona gialla, mentre rimangono chiuse in zona arancione. 

 Nei cinema e nei teatri, la capienza consentita non può essere superiore al 50 per cento di quella massima autorizzata e il numero massimo di spettatori non può comunque essere superiore a 2.500 per gli spettacoli all'aperto e a 1.000 per gli spettacoli in luoghi chiusi, per ogni singola sala.

Nei palasport la capienza consentita non può essere superiore al 25 per cento di quella massima autorizzata e, comunque, il numero massimo di spettatori non può essere superiore a 2.500 per gli impianti all'aperto e a 1.000 per gli impianti al chiuso. Le attività devono svolgersi nel rispetto delle linee guida adottate dalla Presidenza del Consiglio dei ministri - Dipartimento per lo sport, sentita la Federazione medico sportiva italiana, sulla base di criteri definiti dal Comitato tecnico-scientifico. La scuola in zona gialla è in presenza, al 100%. 

C'è il coprifuoco? No, in zona gialla non c'è. Gli spostamenti come sono regolati? Sono senza limiti di orari o motivi verso qualsiasi regione in zona bianca e zona gialla. Se delle regioni dovessero essere classificate arancioni o rosse per andarci serve il Green pass.

In zona gialla restano chiuse le discoteche, che sono aperte in zona bianca al 50% della capienza. 

A Bolzano l'incidenza è di 389 casi su 100mila abitanti. Le terapie intensive sono piene al 9% mentre i reparti ordinari fanno segnare un 14%, appena un 1% sotto la soglia che fa scattare la zona gialla.

Quanto si resta in zona gialla?

Dipende. Se l'incidenza rimane alta, pari o superiore a 150 casi per 100.000 abitanti, la Regione resta in zona gialla se c'è un tasso di occupazione dei posti letto in area medica per pazienti affetti da Covid-19 uguale o inferiore al 30% oppure se il tasso di occupazione dei posti letto in terapia intensiva è uguale o inferiore al 20%. Oltre queste soglie c'è la zona arancione. 

 

Ultimo aggiornamento: 13:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA