Nadia Toffa e il triste messaggio ai fans sui social: «Non so se guarirò»

PER APPROFONDIRE: instagram, le iene, malattia, nadia toffa
Nadia Toffa e il triste messaggio ai fans sui social: «Non so se guarirò»
Un messaggio contro  i guaritori, contro quei finti medici che promettono di curare senza l'aiuto delle medicine. Ma anche un velato pessimismo, nascosto tra le parole. «Non so se guarirò» ha scritto nel suo ultimo twitt la conduttrice delle Iene, Nadia Toffa, in cui ha voluto sostenere sostenere  l’importanza delle terapie tradizionali contro i sedicenti guaritori.

«La chemio non so se mi guarirà, ma di certo non mi ucciderà. State lontani da questi mascalzoni».  La Iena Nadia ha voluto mettere in guardia i suoi fan dalle cure “alternative” contro il cancro e lo ha fatto riferendosi alla sua situazione personale. La conduttrice ha condiviso infatti sul suo profilo Twitter la storia di una sedicente guaritrice che sostiene di aver curato malati con la sola imposizione della mani raccontata in un servizio de Le Iene andato in onda domenica sera. La posizione di Nadia nei confronti di questi personaggi che definisce “mascalzoni” è netta: sono «pericolosissimi», scrive.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 19 Novembre 2018, 12:25






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Nadia Toffa e il triste messaggio ai fans sui social: «Non so se guarirò»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
VIDEO
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 10 commenti presenti
2018-12-17 16:01:30
Piena vicinanza e I migliori auguri per Nadia Toffa, ma starebbero bene anche due parole sulla trasmissione che l'ha resa nota e che nel corso degli anni ha dato sempre ampio spazio ad ogni sorta di ciarlataneria sanitaria.
2018-12-08 07:42:53
Indovinata la scelta di inserire il banner della pubblicitá dalla “patata anti tumore” in questo articolo!
2018-11-20 11:05:32
Lei stessa lo aveva definito "un dono"... Mai prendere per i fondelli le disgrazie!
2018-12-04 16:53:35
Infatti, io al posto suo non avrei certo spettacolarizzato la causa di sofferenza e morte per migliaia di famiglie... Certo sembrava tutto magico all'inizio... e ora??? E' doppiamente triste tornare a dover affrontare un nemico col quale non e' mai pari lo scontro! Immagino quanti malati anonimi oggi, annuendo, penseranno: "e' proprio vero che la malattia ci rende tutti uguali"...
2018-11-19 20:25:39
Che tristezza...