Migranti, leader distanti al vertice Ue. Divisioni anche sulla Brexit

PER APPROFONDIRE: migranti, ue
Migranti, leader distanti al vertice Ue. Divisioni anche sulla Brexit
Il vertice di Salisburgo in Austria non ha sciolto i nodi europei. I leader dell'Unione si sono trovati ancora distanti su due temi importanti come le politiche migratorie e la Brexit.

"Ci siamo detti un po' tutti che dobbiamo arrivare a conclusioni sui migranti perché più ritardiamo più andiamo tutti in difficoltà" - ha detto il premier Giuseppe Conte - rispondendo ai giornalisti in conferenza stampa, al termine del summit. "Il caso Diciotti ci vede tutti perdenti - ha aggiunto il capo del governo italiano - . Se l'Europa vuole esprimere una politica in materia di immigrazione vuol dire che mette a punto una strategia, rivede il regolamento di Dublino e quanto prima persegue nuovi meccanismi di gestione collettiva nel segno della solidarietà".

Un vertice "utile e positivo". Così lo ha definito il Presidente della Commissione europea, Jean Claude Juncker. "Siamo avanzati nella discussione che riguarda la protezione delle frontiere esterne. Sono certo che potremo avanzare ancora sotto la presidenza austriaca" - ha aggiunto.

Ora si guarda al Consiglio europeo di ottobre che "sarà il momento della verità" - ha rilanciato il Presidente del Consiglio Ue, Donald Tusk.

Altro tema sul tavolo di Salisburgo è stata l'uscita della Gran Bretagna dall'Ue (Brexit) per la quale è previsto un vertice straordinario il 17 e il 18 novembre. Anche su questo tema si è espresso Tusk affermando che il piano della premier britannica Theresa May per un accordo con l'Ue per la Brexit "non funzionerà" in alcuni punti chiave. "Senza un accordo di massima al vertice europeo di ottobre - ha avvertito Tusk - non ci sarà il summit straordinario di novembre. Se invece si riusciranno a fare passi avanti, allora torneremo a riunirci con un vertice straordinario il 17 e 18 novembre". I nodi restano l'Irlanda e il mercato unico.

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 20 Settembre 2018, 19:15






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Migranti, leader distanti al vertice Ue. Divisioni anche sulla Brexit
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 6 commenti presenti
2018-09-21 11:16:25
Dutchmann,propbabilmente non ha colto il senso della mia affermazione comunque, la ringrazio per il suo consiglio.
2018-09-21 10:30:51
siorintento, se l'Europa non ti piace emigra in Africa
2018-09-21 09:00:48
E' stato fatto l'Euro senza gli europei con stati padroni e stati sudditi solo per spianare la strada alle multinazionali. Questa Europa non mi piace!!!!
2018-09-20 23:47:57
I nodi restano i MIGRANTI ECONOMICI che devono essere salvati e accolti soprattutto in Italia: che gia' seconda nel accogliere tutti i migranti (finora: perche' non ci sono ancora arrivati quelli che la Germania ed altri Paesi NON VOGLIONO accettare); parche' l'Italia e' PRIMA (su 28 Paesi della UE) nel salvare e accogliere migranti minori non accompagnati (che DOPO essere educati, nutriti e resi salubri, hanno DIRITTO ai ricongiungimenti --con casa -- di parenti e familiari vari TUTTO a carico dei soliti Italiani)....e tutto cio' PRIMA del reddito di cittadinanza che ora riguardera' anche gli STRANIERI...e ci domandiamo di "nodi dell'Irlanda e del Mercato Unico"? Secondo me, siamo impazziti...dove pensa lo Stato Italiano di trovare i soldi per finanziare tutto cio'?
2018-09-20 20:19:37
... mandare il cancro in metastasi non è una buona idea.. più che distribuire serve liberarsene..