Sea Watch lascia Lampedusa dopo sbarco migranti: indagato il comandante

PER APPROFONDIRE: migranti, sea watch
Sea Watch, indagato il comandante
La Sea Watch lascerà oggi il porto di Lampedusa per spostarsi a Licata. La nave è stata sequestrata ieri sera subito dopo lo sbarco dei 47 immigrati, come disposto dalla Procura di Agrigento. La Procura della Repubblica di Agrigento ha iscritto, intanto, il comandante Arturo Centore nel registro degli indagati per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. Il provvedimento è stato notificato dalla Guardia di finanza, contestualmente alla notifica del sequestro probatorio, che è stato convalidato dal pm Cecilia Bravelli in mattinata. Il sequestro probatorio è stato eseguito ieri sera dal Roan ddella Gdf di Palermo e dalla Guardia costiera di Lampedusa.

Sea Watch, Salvini: «Pronto a denunciare chi li fa scendere». Di Maio: «Non è colpa nostra»

 

«Sequestro probatorio per violazione dell'articolo 12 del testo unico dell'Immigrazione - come ha detto procuratore capo di Agrigento: Luigi Patronaggio - Il mezzo navale è stato posto a disposizione di questa Procura che ne ha disposto, previo sbarco dei migranti, il trasferimento sotto scorta nel porto di Licata. I migranti posti in salvo saranno affidati a personale della Questura di Agrigento per la identificazione e per i necessari atti di polizia giudiziaria. Le indagini proseguiranno sia per l'individuazione degli eventuali trafficanti di esseri». I primi due immigrati a scendere sono stati un disabile e una donna incinta. Gli altri, a piccoli gruppi, sui gommoni della Capitaneria di porto.

«La politica continua a disinformare la gente solo per fomentare le piazze, specie in questo periodo elettorale...». A dirlo all'Adnkronos è il sindaco di Lampedusa, Salvatore Martello, che commenta gli ultimi fatti accaduto ieri sull'isola. Con la nave Sea watch alla fonda per tutto il giorno, l'annuncio del Governo che non sarebbe sbarcato nessuno e poi lo sbarco in serata disposto dal Procuratore di Agrigento Luigi Patronaggio. «Bisognerebbe fare un pò di chiarezza sui ruoli che ricopre ognuno di noi - dice il primo cittadino - ormai c'è una invasione di campo tra ministeri e istituzioni, la gente non sta capendo più niente. Questo è il classico esempio di ciò che è accaduto ieri a Lampedusa. Sono successe tante cose. Intanto bisognerebbe capire chi comanda a mare, ad esempio, è il ministero della Difesa? Se ci sono problemi di irregolarità c'è la Procura e poi c'è la politica che continua, come dicevo prima, a disinformare la gente solo per fomentare le piazze a fini elettorali».

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 20 Maggio 2019, 07:43






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Sea Watch lascia Lampedusa dopo sbarco migranti: indagato il comandante
CONDIVIDI LA NOTIZIA
VIDEO
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 61 commenti presenti
2019-05-21 19:32:26
Fare l’intellettuale di destra è difficilissimo: iI lettori di sinistra leggono solo autori di sinistra e quelli di destra non leggono affatto (Marcello Veneziani). Capito Odaldelta?
2019-05-21 10:54:17
Se la magistratura è rossa come dice lei significa veramente che la cultura non è materia per le destre. Questo è un suo problema ovviamente.
2019-05-21 15:13:20
A sinistra la cultura si scrive con la K, non c'è ispirazione, non c'è tensione culturale, siete appiattiti in un mondo morto , che avete da offrire, solo stereotipi, archeologia di un mondo passato dall'illusione al fallimento, ma quale cultura avete siete statici, non c'è pulsione creativa..., mi viene in mente il sol de l'avvenir, tutto da ridere per non piangere nel vedere come siete ridotti, sopravvivere è il vostro motto, anche quello ormai ridotto al lumicino, vi resta solo la violenza.
2019-05-21 10:38:42
Magistratura rossa al potere.
2019-05-21 09:57:10
Udite Udite in Italia ciavemo er Papa, terroristi, stupratori, rapinatori, Rom e chi ne ha piú ne metta venite da noi, sarete accolti e non dovete aver paura di niente tutto e ammesso un magistrato e un avvocato gratis lo avete e un giudice che vi fará risarcire pure.P.S. dovete rimanere in Italia queste agevolazioni negli altri stati non le avreste.