Migranti, nave Alan Kurdi in porto: sbarcati i profughi. E in Sicilia arriva la Asso Trenta con 151 naufraghi

PER APPROFONDIRE: migranti, sbarchi
Migranti, nave Alan Kurdi a Taranto:
sbarco ok. Altri 150 arrivano in Sicilia
La Alan Kurdi, carica di migranti, è arrivata al porto di Taranto. La nave è attraccata e gli 88 migranti tratti in salvo nei giorni scorsi sono sbarcati. Si è inginocchiato e ha baciato il suolo un migrante sbarcato poco fa. Dalla nave scendono in prevalenza uomini sub sahariani ma anche alcune donne. Tra le 88 persone a bordo, a quanto si apprende, ci sono anche nove minori non accompagnati. I volti delle persone che toccano terra dopo otto giorni in mare, sono provati ma sereni. Alcuni migranti sorridono e abbracciano i membri dell'equipaggio della Alan Kurdi che li hanno salvati nei giorni scorsi.

«Sto morendo nel van». Il disperato sms vocale di un migrante fa arrestare un trafficante
Migranti, Alarm Phone: «Duecento salvati a bordo della nave italiana Asso Trenta»

Alle operazioni di soccorso, coordinate dalla prefettura di Taranto, partecipano Comune, Asl, forze di polizia, Marina militare, Autorità marittima e portuale, Guardia Costiera, 118, Croce Rossa Italiana e volontari. Secondo quanto reso noto dal Viminale riguardo alla procedura di ricollocazione dei migranti presenti sulla nave, Germania e Francia ne accoglieranno 60, il Portogallo 5 e l'Irlanda 2. Ne resteranno in Italia 21. Questo è il secondo sbarco al porto di Taranto dopo quello del 16 ottobre quando a bordo della Ocean Viking arrivarono 176 migranti.

 


È approdata nel porto di Pozzallo la nave italiana Asso Trenta con a bordo 151 migranti salvati al largo delle coste libiche su tre diverse imbarcazioni in difficoltà. In banchina è già stata attivata la macchina dell'accoglienza dei profughi. Il coordinamento Sar delle operazioni è stato assunto dal Maritime Rescue Coordination Centre di Roma, che aveva inoltrato una richiesta di porto sicuro per lo sbarco al ministero degli Interni.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 3 Novembre 2019, 09:20






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Migranti, nave Alan Kurdi in porto: sbarcati i profughi. E in Sicilia arriva la Asso Trenta con 151 naufraghi
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 34 commenti presenti
2019-11-04 08:22:10
@@@ Oggi e' un'altro giorno ( ? ) si vedra'.Per intanto,io SE fossi un comunista-progressista e con una '' venetta'' di dolce,non aspetterei un attimo che le ONG si prendano cura dei frateli,chiederei i soldi in prestito per recarmi dove sbarcano,mi metterei dietro la scaletta da dove scendono e si chinano a baciare la '' mia'' terra,e dove si ha una migliore angolazione.Poi,individuato il '' fratelo'' ,lo prenderei subito in carico e lo porterei nel bungalow a Rosolyn,quello con le pareti rivestite dei poster di '' united colors of Benetton'' e delle Bandiere Rosse dell'URSS,con la musica di '' Bandiera rossa la trionfera''' in sottofondo, e mi metterei a cucinare una peperonata di melanzane , peppperoni, carrube e carote per festeggiare.
2019-11-04 00:01:55
Si continua ad usare il termine "salvataggio" in maniera ipocrita, quando cioe' riguarda qualcuno che si mette a rischio al preciso scopo di essere "salvato".
2019-11-03 22:53:54
... non dama di provincie. ma bordello.. servi da secoli.. imbelli da sempre.. macchiavelli direbbe: voi pronipoti miei siete dei pazzi.. cassandra e adriana invece se la ridono di brutto .. tanto avevano ragione. ma tant'è la storia insegna quel che si vuole imparare..
2019-11-04 16:08:09
@@ beh,da sempre sempre NO, diciamo dal tempo del tardo Impero Romano,quando non trovando piu' italiche braccia da occupare nelle Aquile ( Legioni),si dovette sempre piu' affidarsi ai Galli,ai Germani,ai barbari,che prima erano destinati solo alla '' Auxilia''( arcieri,cavalleria,fanteria leggera,etc),militari che combattevano solo per la paga ma senza motivazioni patriottiche.Al tempo,le regole per gli stranieri erano stringenti e terribili,di loro si occupava il '' Praetor peregrinus '' a differenza del '' Praetor urbanus'' addetto ai cittadini.Nei casi gravi,si arrivava alla crocefissione,e l'esempio piu' eclatante fu la rivolta di Spartacus,quando il Console M.L.Crasso ne fece crocifiggere 6 mila tra Capua e Roma.Quelli erano i tempi ,i soli tempi,in cui gli stranieri avevano timore e rispetto .Ecco cosa ci insegna la storia.
2019-11-03 19:43:34
Un mesa fa' la Tunisia ha amnistiato 4000 galeotti,chissa' se qualcuno e' gia' arrivato a dare una mano ai colleghi che sono gia' da noi !!!