Cerciello, riammessa a scuola la prof che insultò il carabiniere ucciso. La polizia: «Siamo perplessi»

Cerciello, riammessa a scuola la prof che insultò il carabiniere ucciso. La polizia: «Siamo perplessi»
Eliana Frontini è stata riammessa a scuola. L'insegnante di Novara finita nella bufera per il commento choc alla morte del vicebrigadiere Mario Cerciello Rega torna a lavoro. Lo rende noto il Sap, Sindacato autonomo di polizia, annunciando che non ritirerà la querela nei confronti della donna. «Ci lascia perplessi la decisione della commissione disciplina che ha permesso all'insegnante novarese Eliana Frontini, il rientro a scuola, dopo le orribili frasi apparse a suo nome sui social network»,commenta Stefano Paoloni segretario generale del Sap.


«Il ruolo di una insegnante è quello di educare i giovani attraverso lo strumento dell'esempio - prosegue -. Non entro nel merito delle giustificazioni che, più che tali, paiono vere e proprie strategie difensive. Attendiamo che la verità sia accertata in sede penale».

«Uno in meno e chiaramente con uno sguardo poco intelligente. Non ne sentiremo la mancanza», aveva scritto su Fb la docente, insegnate a Novara.I giorni scorsi la donna ha consegnato alla commissione disciplinare dell'Ufficio Scolastico regionale la dichiarazione di una persona che ha ammesso di essere il vero autore del messaggio.
 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 7 Settembre 2019, 17:08






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Cerciello, riammessa a scuola la prof che insultò il carabiniere ucciso. La polizia: «Siamo perplessi»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 42 commenti presenti
2019-09-08 18:06:16
Vogliamo mettercelo in testa che siamo la patria del buonismo e dell'ipocrisia? Cche a Roma abbiamo un papa?
2019-09-08 15:24:46
via libera al PD
2019-09-08 13:28:33
Beh se il ministro (ex) dell'interno definiva "zingaraccia" una preziosa risorsa Rom e nessuno ha battuto ciglio ....
2019-09-08 15:04:15
Il poliziotto che è morto è un servitore dello stato e non meritava di sicuro quel commento,la signora rom in questione aveva minacciato il ministro e ha vissuto come dice il consorte grazie ai furti. Bell esempio . Bravo
2019-09-10 13:47:54
De veritas solo il vino che ingurgiti. Molla la bottiglia.