Ruby, Emilio Fede evita il carcere. I giudici: «In cella sarebbe sottoposto a un'enorme sofferenza»

PER APPROFONDIRE: carcere, emilio fede, grazia, milano, ruby
Ruby, Emilio Fede evita il carcere. I giudici: «In cella sarebbe sottoposto a un'enorme sofferenza»
Ruby, Emilio Fede ai domiciliari: niente cella, dunque per il giornalista 88enne, «perché in carcere sarebbe sottoposto ad un'enorme sofferenza». Deve scontare la pena in «detenzione domiciliare», dunque, Emilio Fede condannato ad aprile in via definitiva a 4 anni e 7 mesi per il caso Ruby bis. Lo ha deciso oggi il Tribunale di Sorveglianza di Milano che ha accolto una delle istanze dell'avvocato Salvatore Pino.

​Ruby, Cassazione conferma condanne per Fede e Minetti: il giornalista verso i domiciliari

Imane Fadil, l'ultimo sfogo in aula: «Tutti sanno, nessuno parla». Sette giorni dopo, il malore

 

I giudici osservano che Fede, per il quale era già stato sospeso l'ordine di carcerazione, ha 88 anni, soffre di «alcune patologie» e il carcere «andrebbe contro il senso di umanità». Da detenuto sarebbe sottoposto a «una enorme sofferenza».



Emilio Fede: «Chiederò assolutamente la grazia al Capo dello Stato». A dirlo è l'ex conduttore di Tg4 Emilio Fede all'Adnkronos commentando la notizia degli arresti domiciliari concessi dal Tribunale di Sorveglianza di Milano sul caso Ruby.

«Ancora mi si accusa - continua Emilio Fede - di essere responsabile di aver tentato di far prostituire due ragazze. Nonostante questo, non mi metto a predicare contro la giustizia. Questi domiciliari mi lasciano ampi spazi di vita e sicuramente li rispetterò».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 11 Ottobre 2019, 18:47






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Ruby, Emilio Fede evita il carcere. I giudici: «In cella sarebbe sottoposto a un'enorme sofferenza»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 7 commenti presenti
2019-10-12 13:16:41
Ma perché in galera si dovrebbe stare come al Grand Hotel? Se uno commette un reato deve subirne le conseguenze. Punto e basta.
2019-10-12 12:58:54
giusto, hanno ragione! aboliamo il carcere come pena e trasformiamoli in ostelli per clandestini, papponi e spacciatori come a padova, in via anelli: quello si che è un mercato vivace!!!
2019-10-12 14:27:24
Aggiornati il Bronx lo stanno demolendo per tua informazione
2019-10-13 17:28:31
scusa ma il "Mattino"non arriva fino a qui
2019-10-12 11:19:39
Un altra persona non nota avrebbe scontato la pena in carcere ,ma quando si ha un nome e amici influenti si rimane fuori.Quando si tratta di andare in carcere hanno tutte le magagne di questo mondo,appena vengono rilasciati sono tutti miracolati,chissá a quali Santi si rivolgono, farebbe comodo saperlo