Hater scatenati contro Daisy Osakue. E lei si sfoga: mi avete stufato

Hater scatenati contro Daisy Osakue. E lei si sfoga: mi avete stufato
L'hanno accusata di avere parlato soltanto per avere «cinque minuti di fama», l'hanno insultata e l'hanno minacciata. Anche di morte. Daisy Osakue non ci sta e da Berlino torna a parlare dell'aggressione che per giorni ha messo in dubbio la sua partecipazione agli Europei di atletica. «Sarà l'ultima volta», precisa, puntando il dito contro quelle persone che «parlano senza sapere la verità, che pensano di sapere tutto perché leggono due righe su Facebook o su siti falsi creati da imbecilli».

 

Da quando la sua storia ha fatto il giro del mondo, con annesse polemiche, il suo profilo social è stato preso di mira da centinaia di 'hater' che le hanno riversato addosso di tutto. Una valanga di fango, come se quanto accaduto a questa ragazza poco più che ventenne non fosse abbastanza. Fino a farla esplodere: «Mi sono stufata delle minacce di morte a me e alla mia famiglia semplicemente perché ho fatto notare che dei cretini mi hanno lesionato la cornea, creato un edema e fatto calare la vista di 5 decimi nell'occhio sinistro, perché stavano scherzando. Peccato che a loro va tutto bene perché uno di loro ha il padre del Pd o cagate del genere, e allora meglio prendersela con quella che ha denunciato il fatto perché secondo tutti voleva solo 5 minuti di fama. Ma state scherzando?».

Lo sfogo di Daisy non risparmia nessuno: «Continuate a fare commenti del cavolo sul 'ha chiamato il popolo italiano razzistà, cosa tra l'altro detta dai giornali, perché sapevano benissimo che questo avrebbe portato al polverone che c'è stato - sostiene la giovane atleta -. Tra l'altro si dimenticano tutti un'altra volta che italiano lo sono anche io!!. Quindi sono razzista contro me stessa??!! Sarei dovuta stare zitta e incassare il colpo di un gruppo di cretini e non dire nulla?», si chiede l'atleta, amareggiata anche per «le cavolate dette su mio padre». «Se avesse fatto veramente cose del genere come farebbe a lavorare con le forze dell'ordine?», dice a proposito dei presunti problemi con la legge dell'uomo. «E se fossimo stati clandestini - insiste - come la prendevo la cittadinanza a 18 anni? Informatevi prima di sparare sulle persone - è l'appello arrabbiato della ragazza -. Come le nostre maestre ci hanno insegnato, si parla quando interpellati se si sanno i fatti. Fine! Se qualcuno ha altro da offendere, parli direttamente al mio legale».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 6 Agosto 2018, 20:21






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Hater scatenati contro Daisy Osakue. E lei si sfoga: mi avete stufato
CONDIVIDI LA NOTIZIA
VIDEO
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 70 commenti presenti
2018-08-08 11:05:54
Questa è davvero una triste storia. Per colpa di un occhio abbiamo uno splendido pulcino mancato.
2018-08-08 09:14:37
Due pesi, due misure. Se un italiano commette un crimine contro un nero e' razzismo a prescindere, se un nero commette un crimine contro un italiano diventa ordinaria amministrazione, anzi i giudici cercano tutte le attenuanti le lasciarlo andare. Per quanto riguarda la diversamente bella e' stata lei a sollevare il polverone, se poi sono venute a galla storie poco edificanti sul passato del padre e della madre, allora bisogna chiedersi perche' non li hanno rispediti al loro paese.
2018-08-08 10:39:33
ma se l'Italiano (come in questo caso)e' "Rosso" puo' contare sulla "ragazzata" o "zingarata" [anche i Pellerossa negli USA vengono protetti come "specie (si puo' dire?) a rischio di estinzione"
2018-08-07 22:00:31
....ma dalla intervista alla televisione ...lo ha detto lei che l'attentato era solo razzista....salvo cambiando tono dopo che gli agressori erano delle sue stesse idee politiche e....la storia del padre e della madre accusati di sfruttamento della prostituzione e condannati in penale....!....percio' il vaso di pandora lo ha scoperto......solo lei....!
2018-08-07 17:46:35
Comunque sia era prevedibile che i neri approfittano di essere neri per rompere le scatole e mangiarci sopra, i bianchi invece si incazzano sempre di più, però se volete possiamo metterla su un altro piano gli italiani ne hanno le mongolfiere piene di avere sempre meno diritti mentre per i neri vale meno doveri, questo si può scrivere mica sarà razzismo, si perchè le basi del razzismo (è proprio come a detto qualcuno) è lo "schiavismo". Allora non abbiamo bisogno di schiavi che ci paghino la pensione e poi andrebbe contro la morale cattolica. Chi a bisogno di schiavi è sempre stato il comunismo, almeno sono sincero anche se prendo per i fondelli qualcuno che non ha dimestichezza con l'ironia.