Covid Italia, il bollettino di oggi mercoledì 8 dicembre: 17.959 casi e 86 morti. Tasso di positività è al 3,2%

Sono 564.698 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore

Mercoledì 8 Dicembre 2021
Covid, oggi 17.959 nuovi casi e 86 morti
1

Covid Italia, il bollettino di oggi mercoledì 8 dicembre 2021. Sono 17.959 i positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 15.756. Sono invece 86 le vittime in un giorno, ieri erano state 99. Sono 564.698 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 695.136.

Il tasso di positività è al 3,2%, in crescita rispetto al 2,3% di ieri. Sono invece 791 (ieri 776) i pazienti in terapia intensiva in Italia, 5 in più rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 62. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 6.099, ovvero 21 in più rispetto a ieri. I 17.959 i positivi al Covid individuati nelle ultime 24 ore rappresentano il numero più alto dallo scorso 9 aprile, quando furono 18.938.

 

 

Abruzzo

Nuovo balzo dei contagi da Covid-19 in Abruzzo: 338 quelli accertati nelle ultime ore. Sono emersi dall'analisi di 5.504 tamponi molecolari: è risultato positivo il 6,14% dei campioni. In aumento i ricoveri: il tasso di occupazione dei posti letto sale al 6% per le terapie intensive ed è fermo al 9% per l'area medica, a fronte di soglie da zona gialla rispettivamente del 10 e del 15%. In aumento l'incidenza settimanale dei contagi per centomila abitanti, che arriva a 142. Si registrano tre decessi: il bilancio delle vittime sale a 2.605. I nuovi positivi hanno età compresa tra 1 e 91 anni. Gli attualmente positivi sono 5.140 (+179): 120 pazienti sono ricoverati in area medica (+1) e 10 in terapia intensiva (+2), mentre gli altri 5.010 sono in isolamento domiciliare (+176). I guariti sono 81.977 (+156). I tre decessi riguardano persone di età compresa tra 82 e 91 anni. I nuovi positivi sono residenti in provincia dell'Aquila (63), Chieti (111), Pescara (46), Teramo (110), in accertamento (8). I numeri più alti continuano ad essere quelli del Teramano, dove l'incidenza settimanale dei contagi per centomila abitanti schizza a 238. Segue il chietino, con 141, pure in rapida crescita. Poi ci sono l'Aquilano (97) e il Pescarese (91).

Emilia-Romagna

Crescono ancora i ricoveri per Covid in Emilia-Romagna con gli ospedali sempre più sotto pressione. Nelle ultime 24 ore si registrano quasi 1.400 nuovi casi di positività e si contano anche tredici nuove vittime, fra le quali un uomo di 66 anni in provincia di Ferrara. I nuovi contagi al Coronavirus sono 1.391, individuati sulla base di oltre 36mila tamponi. Di questi circa la metà, 687, sono asintomatici, individuati soprattutto attraverso le attività di contact tracing. I casi attivi superano quota 27mila e il 96,6% sono in isolamento a casa. In terapia intensiva ci sono 82 pazienti, uno in più di ieri, mentre negli altri reparti Covid 837 (+30). I morti sono due nelle province di Forlì-Cesena, Bologna, Modena, Ferrara e Reggio Emilia, uno a Piacenza, Parma e Ravenna. In termini assoluti il numero più alto di nuovi contagi è a Bologna (292 casi, 40 dei quali nell'Imolese) seguita da Rimini e Forlì-Cesena (200 in entrambe le province). 

Piemonte 

In Piemonte sale ancora il tasso di positività al Covid. Con l'esito di 42.427 tamponi, di cui 32.354 antigenici, la quota è del 2,7%, contro il 2,3% di ieri. I nuovi casi sono 1.165, di cui 699 asintomatici, pari al 60%. In aumento - secondo i dati dell'Unità di Crisi della Regione - i ricoverati in terapia intensiva, +4, con totale salito a 43, in calo negli altri reparti, - 10 rispetto a ieri, dato complessivo 453. Oggi non è stato registrato alcun decesso, ci sono 609 nuovi guariti, le persone in isolamento domiciliare sono 14.351 Dall'inizio della pandemia in Piemonte si sono avuti 411.878 casi positivi, 11.909 decessi, 385.122 guariti. 

Basilicata 

Centosedici dei 1.336 tamponi esaminati in Basilicata nelle ultime 24 ore sono risultati positivi: si tratta di una cifra - resa nota nel bollettino della task force regionale - che non si registrava da tempo. Le persone ricoverate negli ospedali sono 21, una delle quali - e anche questa è una novità - è curata in terapia intensiva, dove non vi erano positivi da oltre una settimana. Non si sono registrate altre vittime: in isolamento domiciliare ci sono 1.233 persone e 68 sono i nuovi guariti registrati ieri. 

Campania

Peggiora il quadro Covid in Campania. Nelle ultime 24 ore si sono registrati 1175 positivi a fronte di 32.862: il tasso di contagio risale al 3,57%, dopo il 3,14 di ieri. Una persona è morta. Si registra un aumento dei ricoveri in terapia intensiva: si passa dai 22 di ieri ai 25 di oggi. Per quanto riguarda i reparti ordinari, sono 350 i ricoverati, a fronte dei 342 precedenti. Esattamente un mese fa, le persone in terapia intensiva erano 17, quelle ricoverate nei reparti ordinari 275. 

Toscana 

Sono 791, età media 38 anni, i nuovi casi di Coronavirus in Toscana dove oggi si registrano 5 nuovi decessi: 3 uomini e 2 donne con un'età media di 84,8 anni (1 a Pisa, 1 a Livorno, 2 a Siena, e 1 a Grosseto). In aumento i ricoveri a quota 317 (5 in più rispetto a ieri), di cui 47 in terapia intensiva (+1). Dall'inizio dell'epidemia in Toscana sono 306.558 i casi di positività e 7.437 i deceduti. Gli attualmente positivi sono oggi 11.007, +3,1% rispetto a ieri, mentre i guariti raggiungono quota 288.114. Oggi sono stati eseguiti 11.640 tamponi molecolari e 20.918 tamponi antigenici rapidi, di questi il 2,4% è risultato positivo. Sono invece 9.410 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui l'8,4% è risultato positivo. Dei 791 nuovi positivi odierni, in decisa crescita rispetto a ieri, il 31% ha meno di 20 anni, il 17% tra 20 e 39 anni, il 31% tra 40 e 59 anni, il 18% tra 60 e 79 anni, e il 3% ha 80 anni o più. Complessivamente, 10.690 persone (+325) sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi. Sono 27.467 (+601) le persone, anch'esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con contagiati.

Friuli Venezia Giulia

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 8.802 tamponi molecolari sono stati rilevati 643 nuovi contagi, con una percentuale di positività del 7,3%. Sono 15.330 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 120 casi (0,78%). Oggi si registrano 8 decessi, tra cui un uomo di 57 anni di Cordenons (deceduto in ospedale) e una donna di 68 di Trieste (ospedale). Le persone ricoverate in terapia intensiva scendono a 27; i pazienti in altri reparti si riducono a 300. Lo comunica il vicegovernatore della Regione con delega alla Salute Riccardo Riccardi. I decessi ammontano a 4.043: 940 a Trieste, 2.054 a Udine, 723 a Pordenone e 326 a Gorizia. I totalmente guariti sono 123.999, i clinicamente guariti 304, quelli in isolamento 7.728. Dall'inizio della pandemia in Fvg sono risultate positive 136.401 persone: 32.552 a Trieste, 58.415 Udine, 26.742 Pordenone, 16.806 Gorizia e 1.886 da fuori regione. Il totale dei casi positivi è stato ridotto di 11 unità a seguito di 6 test antigenici non confermati dal successivo tampone molecolare e di 5 test positivi rimossi dopo la revisione dei casi. Per quanto riguarda il Sistema sanitario regionale, è stata rilevata la positività di 12 persone tra amministrativi, infermieri e medici. Sono stati rilevati poi otto casi tra gli ospiti delle residenze per anziani (tutti a Pordenone) e 5 positivi tra gli operatori delle strutture stesse (tre a Pordenone, uno a Trieste e uno a S. Quirino). Risultano infine positivi due migranti/richiedenti asilo a Gorizia.

Lazio 

Oggi nel Lazio su 17.665 tamponi molecolari e 35.339 tamponi antigenici per un totale di 53.004 tamponi, si registrano 1.554 nuovi casi positivi (+80), sono 3 i decessi (-9), 760 i ricoverati (-9), 113 le terapie intensive (+7) e +891 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 2,9 per cento. I casi a Roma città sono a quota 740. È quanto emerge dall'odierna videoconferenza della task-force regionale per il Covid-19 con i direttori generali delle Asl e Aziende ospedaliere, Policlinici universitari e l'ospedale Pediatrico Bambino Gesù alla presenza dell'assessore alla Sanità e Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D'Amato. Nel dettaglio, nelle ultime 24 ore, nella Asl Roma 1 sono 219 i nuovi casi, nella Asl Roma 2 sono 375 i nuovi casi, nella Asl Roma 3 sono 146 i nuovi casi, nella Asl Roma 4 sono 102 i nuovi casi, nella Asl Roma 5 sono 162 i nuovi casi e 2 i decessi e nella Asl Roma 6 sono 134 i nuovi casi. Nelle province si registrano 416 nuovi casi: nella Asl di Frosinone 139, nella Asl di Latina 154, nella Asl di Rieti 52 e nella Asl di Viterbo 71 e 1 decesso.

 

 

Veneto

Un altro balzo dei contagi Covid in Veneto, con l'aumento giornaliero più marcato dall'inizio della quarta ondata: 3.516 positivi, cui si aggiungono 6 vittime. Lo riferisce il bollettino della Regione. Il totale degli infetti dall'inizio della pandemia sale a 538.767, quello dei decessi i 12.020. Le persone attualmente positive e in isolamento sono 42.565 (+1.917). . C'è però un miglioramento della situazione ospedaliera rispetto ai report di ieri. I malati Covid ricoverati nei reparti ordinari sono 741 (-31), quelli nelle terapie intensive 129 (-3).

Sardegna 

In Sardegna nelle ultime 24 ore si registrano un decesso e 138 nuovi casi di positività al Covid, sulla base di 3299 persone testate. Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 9201 tamponi per un tasso di positività dell'1,5%. I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 8 (- 1), mentre quelli in area medica sono 89 (- 1); 2994 sono i casi di isolamento domiciliare (+ 26). La vittima è un uomo di 90 anni residente in provincia di Oristano. 

Umbria

Ancora un picco per i contagi giornalieri da Covid in Umbria, 179 nelle ultime 24 ore, ma restano sostanzialmente stabili i ricoverati in ospedale, 49, uno in più, sette dei quali nelle terapie intensive, erano otto. Non si registrano nuovi morti. Lo riporta il sito della Regione aggiornato all'8 dicembre. Sempre nell'ultimo giorno sono stati dichiarati guariti in 161, con gli attualmente positivi ora 1.979, 18 in più. Sono stati analizzati 3.056 tamponi e 7.734 test antigenici, con un tasso di positività sul totale pari allo 1,65 per cento (1,01 il giorno precedente).

Calabria

Secondo il bollettino sull'emergenza Covid-19 diffusi dal dipartimento Tutela della salute della Regione Calabria, sono 323 i nuovi contagi registrati (su 4.970 tamponi effettuati), +159 guariti e 3 morti (per un totale di 1.514 decessi). Il bollettino, inoltre, registra +161 attualmente positivi, +155 in isolamento, +9 ricoverati e, infine, -3 terapie intensive (per un totale di 17).

Molise

In Molise oggi 13 nuovi positivi su 354 tamponi processati, il tasso di positività è al 3,6 per cento. Nel bollettino quotidiano diffuso dall'Azienda sanitaria regionale ci sono anche un nuovo ricovero (da Guglionesi) e un guarito. Nelle ultime 24 ore in regione nessuna vittima. Gli attualmente positivi sono 299. Per quanto riguarda la situazione ospedaliera, al Cardarelli di Campobasso sono 13 i pazienti ricoverati, di questi 12 (il 92 per cento) non sono vaccinati. Da settimane è invariata la situazione in terapia intensiva dove c'è un solo paziente. 

Lombardia

Sono 3.373 i nuovi casi positivi al Coronavirus in Lombardia, dove sono stati effettuati 112.492 tamponi, una percentuale dunque che sfiora il 3%. Sono 136 le persone ricoverate in terapia intensiva, 10 più di ieri, e 1066 negli altri reparti (+25). Le persone decedute sono 25, per un totale di 34.504 da inizio pandemia. Per quanto riguarda le province, a Milano sono stati segnalati 865 contagi, 445 a Brescia, 388 a Monza, 381 a Varese, 345 a Bergamo, 215 a Como, 207 a Pavia, 174 a Mantova, 111 a Lecco, 103 a Lodi, 99 a Cremona, 50 a Sondrio. 

 

 

Ultimo aggiornamento: 18:54 © RIPRODUZIONE RISERVATA