Covid Italia, bollettino oggi 14 ottobre: 7.332 nuovi casi, 43 morti e 400 ricoveri in 24 h. Boom Lombardia

Mercoledì 14 Ottobre 2020
Covid, il bollettino di oggi 14 ottobre 2020: 7.332 nuovi casi, 43 morti e 152 mila tamponi
1

Sono 7.332 i nuovi casi al Covid in Italia secondo il bollettino del 14 ottobre 2020. È il record di sempre del numero di contagi registrati in 24 ore. I morti sono stati 43, due in più rispetto a ieri. Si rileva anche un record assoluto di tamponi: 152 mila. C'è la Lombardia in testa tra le regioni con il maggior numero di nuovi casi: ben 1.844. A seguire la Campania (818) e il Veneto (657). I pazienti in terapia intensiva sono 539.

 

CLICCA QUI per scaricare il bollettino in Pdf

 

 

 

Covid Italia, record assoluto di nuovi contagi

 

 

Il numero di 7.332 nuovi casi è il più alto mai registrato da inizio pandemia in Italia e straccia il record del 21 marzo, a inizio emergenza, quando si contarono 6.557 casi in un giorno: in quel caso, però, i tamponi fatti furono 26.336 mentre ieri ne sono stati fatti 152.196. Cresce anche il numero degli attualmente positivi: secondo i dati del ministero della Salute ad oggi sono 92.445, con un incremento rispetto a martedì di 5.252. Di questi, 5.470 sono ricoverati nei reparti ordinari, 394 in più nelle ultime 24 ore, 539 sono in terapia intensiva, con un incremento di 25 rispetto a ieri, e 86.436 sono in isolamento domiciliare (+4.833). Meno evidente la crescita dei dimessi e dei guariti: sono 2.037 in un giorno che portano il totale a 244.065.

Lombardia, 1.844 nuovi positivi

 

Con 29.048 tamponi effettuati: sono 1.844 i nuovi positivi registrati in Lombardia, di questi 1032 a Milano, di cio 504 in città. Sono invece 17 i decessi, numero che porta il totale complessivo oltre i 17 mila, a 17.011.

 

Campania, 818

 

In Campania i nuovi positivi sono 818 su 11.396 tamponi. I dati dell'unità di crisi aggiornati alla mezzanotte scorsa segnalano anche due vittime e ben 151 guariti. Il saldo tra guarigioni e nuovi contagi fa segnare un aumento di 667 casi, avvicinandosi così alla soglia incrementale di 800 casi indicata la settimana scorsa dal governatore De Luca come limite oltre il quale «chiudere tutto». In affanno il comparto ospedaliero, non sul versante della terapia intensiva (61 i posti occupati su 110 complessivi) quanto per le degenze covid: 735 i ricoverati su 820 posti disponibili.

 

 

Veneto, nuovo boom di casi: 657

 

Nuova fiammata dei contagi da Covid in Veneto, dove si registrano 657 positivi nelle ultime 24 ore (ieri erano stati 485). Il dato complessivo degli infetti da inizio dell'epidemia sale a 32.973. Non si registrano invece vittime: il dato resta fermo a 2.226. Lo afferma il bollettino della Regione. Salgono invece nettamente sia i soggetti in isolamento domiciliare, 12.834 (+1.151), sia gli attualmente positivi, 7.182 (+527). In leggero calo i numeri dei ricoveri nei normali reparti ospedalieri, 359 (-3), e dei pazienti nelle terapie intensive, 40 (-1).

 

 

Toscana, 575 positivi in 24 ore

In Toscana sono 19.681 i casi di positività al coronavirus, 575 in più rispetto a ieri (408 identificati in corso di tracciamento e 167 da attività di screening). I nuovi casi sono il 3% in più rispetto al totale del giorno precedente. L'età media dei 575 casi odierni è di 42 anni circa (il 19% ha meno di 20 anni, il 27% tra 20 e 39 anni, il 29% tra 40 e 59 anni, il 21% tra 60 e 79 anni, il 4% ha 80 anni o più). I guariti crescono dello 0,6% e raggiungono quota 11.071 (56,3% dei casi totali). I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 867.671, 11.033 in più rispetto a ieri. Sono 7.405 i soggetti testati (escludendo i tamponi di controllo), di cui il 7,8% è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 7.427, +7,4% rispetto a ieri. I ricoverati sono 275 (13 in più rispetto a ieri), di cui 46 in terapia intensiva (2 in più). Oggi si registrano 2 nuovi decessi: 2 uomini, con un'età media di 81 anni, a Pisa. Sono 5.541 i casi complessivi ad oggi a Firenze (196 in più rispetto a ieri), 1.374 a Prato (44 in più), 1.322 a Pistoia (36 in più), 1.713 a Massa (19 in più), 2.305 a Lucca (37 in più), 2.432 a Pisa (85 in più), 999 a Livorno (37 in più), 1.797 ad Arezzo (77 in più), 924 a Siena (27 in più), 724 a Grosseto (17 in più). Sono 550 i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni. Sono 276, quindi, i casi riscontrati oggi nell'Asl Centro, 178 nella Nord Ovest, 121 nella Sud est.

 

Lazio, 543

 

Nuovi positivi 543. Cinque morti, 112 guariti. Record di tamponi effettuati: 15.500. Sono i dati del bollettino del Lazio del 14 ottobre. Nelle ultime 24 ore nella città di Roma i nuovi casi sono stati 232.

 

Covid Lazio, bollettino 14 ottobre: +543 casi (232 a Roma) e 5 morti. Oltre 15mila tamponi

Nuovi positivi 543. Cinque morti, 112 guariti. Record di tamponi effettuati: 15.500. Sono i dati del bollettino del Lazio del 14 ottobre. Nelle ultime 24 ore nella città di Roma i nuovi casi sono stati 232.

 

Piemonte, 499 casi e 4 morti

 

Numeri più bassi, rispetto a ieri, di contagi e tamponi processati in Piemonte. Il bollettino dell'Unità di crisi regionale riporta +499 casi positivi - che fanno arrivare il totale da inizio pandemia a 40.041 - dopo l'esito di 5967 tamponi. Ventiquattro ore prima, l'incremento di contagi e tamponi era stato rispettivamente di 585 e 9182. Ci sono stati 4 decessi, il dato più alto degli ultimi mesi: in terapia intensiva il numero dei ricoverati è arrivato a 33 (+3 rispetto a ieri), negli altri reparti a 562 (+79). Nell'analisi dei contagi, sale la quota di quelli riscontrati in ambito scolastico, 113, gli asintomatici sono 296 su 499. Le persone in isolamento domiciliare sono 5.792 (+340). I tamponi diagnostici finora processati sono 814.570,di cui 442.239 risultati negativi.

 

Emilia Romagna, 399 casi e 4 morti

 

Sono 339 i nuovi casi di positività al Sars-Cov2 in Emilia-Romagna e nelle ultime 24 ore sulla base di 15.607 tamponi, secondo i dati diffusi dalla Regione, sono morte quattro persone: una donna di 91 anni nel Bolognese, un uomo di 83 anni nel Ferrarese, un uomo di 82 anni a Imola e un uomo di 66 anni in provincia di Modena. E continuano a crescere in maniera consistente anche i ricoverati: sono 35 quelli in terapia intensiva, 4 in più di ieri e 60 in più negli altri reparti Covid, per un totale di 383. Dei nuovi positivi sono 160 gli asintomatici e 122 quelli che erano già in isolamento al momento del tampone. L'età media dei nuovi positivi di oggi è 44,2 anni. I numeri più elevati si registrano in quelle di Bologna (69), Reggio Emilia (57) e Rimini (50). 

 

 

Puglia, nuovo record di positivi: 315

 

Nuovo record di casi positivi al covid-19 oggi in Puglia. È stata superata la soglia psicologica dei 300. Sono stati infatti registrati 315 contagi rispetto ai 180 di ieri. Anche il numero dei tamponi è record. Oggi i test sono 5844, quota mai raggiunta, mentre ieri erano 5588. Si registrano anche due decessi, come ieri: uno in provincia di Bari e l'altro in provincia di Foggia. Il numero complessivo di morti è giunto a quota 618. Sono i dati del bollettino epidemiologico quotidiano stilato dalla Regione, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro. Dei 315 casi positivi, 169 sono in provincia di Bari, 13 in provincia di Brindisi, 28 nella provincia Bat, 55 in provincia di Foggia, 11 in provincia di Lecce, 37 in provincia di Taranto, 2 residenti fuori regione.Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 467.815 test. Sono 5317 i pazienti guariti (+82 rispetto a ieri) e 4229 i casi attualmente positivi (+ 31), dei quali 334 ricoverati (+1) e 3895 a domiciilio (+230). Lo 0,5% degli attuali positivi è ricoverato nelle terapie intensive mentre il 7,4% negli altri reparti.   Il totale dei casi positivi Covid in Puglia dall'inizio dell'emergenza è di 10.164, così suddivisi: 4164 nella provincia di Bari; 942 nella provincia di Bat; 817 nella provincia di Brindisi; 2462 nella provincia di Foggia; 911 nella provincia di Lecce; 785 nella provincia di Taranto;79 attribuiti a residenti fuori regione; 4 provincia di residenza non nota. I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l'acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti. 

 

Marche, 166

 

Il servizio Sanità della Regione Marche ha comunicato che nelle ultime 24 ore sono stati testati 3082 tamponi: 1777 nel percorso nuove diagnosi e 1305 nel percorso guariti. I positivi sono 166: 54 in provincia di Ascoli Piceno, 39 in provincia di Ancona, 38 in provincia di Macerata, 21 in provincia di Fermo, 10 in provincia di Pesaro Urbino e 4 fuori regione. Questi casi comprendono soggetti sintomatici (25 casi rilevati), contatti in setting domestico (47 casi rilevati), contatti stretti di casi positivi (30 casi rilevati), 3 rientri dall'estero (Romania, Albania e Tunisia), 2 casi riscontrati dallo screening realizzato nel percorso sanitario, contatti in setting lavorativo (7 casi rilevati), contatti in ambiente di vita/divertimento (13 casi rilevati), 3 contatti in setting assistenziale, contatti in setting scolastico/formativo (23 casi). Di 13 casi si stanno effettuando le indagini epidemiologiche.

Abruzzo, 126 nuovi casi e un morto

Sono 126 i nuovi casi di coronavirus accertati nelle ultime ore in Abruzzo. Sono emersi dall'analisi di 2.529 tamponi. Del totale, 45 casi riguardano la provincia dell'Aquila, 25 la provincia di Chieti, 21 il Teramano, 14 il Pescarese e uno un paziente fuori regione, mentre per venti sono in corso verifiche sulla provenienza. Si registra un decesso recente, un 76enne di Fossacesia (Chieti): il bilancio delle vittime sale a 489. Tra le località con più nuovi casi vi sono L'Aquila (25), Celano e Vasto (10), Avezzano, Isola del Gran Sasso, Montorio al Vomano (5), Chieti, Pescara e Teramo (4). I nuovi pazienti hanno età compresa tra 5 e 89 anni. Le persone con età inferiore ai 19 anni sono dodici, di cui 4 in provincia dell'Aquila, 1 in provincia di Pescara, 4 in provincia di Chieti e 3 in provincia di Teramo. Gli attualmente positivi al virus, 122 in più, sono ora 1.801: 154 pazienti (+8 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva e 15 (invariato) in terapia intensiva, mentre gli altri 1.632 (+114) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. I guariti sono 3.156 (+3).

 

Coronavirus, in Abruzzo altri 126 contagi. Il totale dei positivi sfonda quota 1.800

 

Sardegna, 122

 

Sono 5.417 i casi di positività al Covid-19 complessivamente accertati in Sardegna dall'inizio dell'emergenza. Nell'ultimo aggiornamento dell'Unità di crisi regionale si registrano 122 nuovi casi, 104 rilevati attraverso attività di screening e 18 da sospetto diagnostico, in leggero calo rispetto al nuovo record di ieri (157 positivi). Non si registrano nuove vittime: 168 in tutto. In totale sono stati eseguiti 218.661 tamponi con un incremento di 2.158 test rispetto all'ultimo aggiornamento. Sono invece 172 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (+8 rispetto al dato di ieri), mentre è stabile il numero dei pazienti in terapia intensiva: 26. Le persone in isolamento domiciliare sono 2.728. Il dato progressivo dei casi positivi comprende 2.271 (+91) pazienti guariti, più altri 52 guariti clinicamente. Sul territorio, dei 5.417 casi positivi complessivamente accertati, 851 (+19) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 686 (+18) nel Sud Sardegna, 410 a Oristano, 821 (+33) a Nuoro, 2.649 (+52) a Sassari.

Basilicata, 21 nuovi contagi

Sono 21 i nuovi casi positivi in Basilicata, di cui 12 riguardanti cittadini della Puglia in isolamento nella loro regione, che sono stati rilevati su un totale di 968 tamponi processati ieri. Questi sono i dati del bollettino di oggi della task force della Regione Basilicata. Le positività di residenti lucani riguardano Calciano (2) e singoli casi in cinque Comuni, a cui si aggiungono un cittadino residente in Piemonte e in isolamento a Potenza e una donna della Campania ricoverata all'ospedale San Carlo di Potenza per il parto.

 

Nella stessa giornata sono guarite due persone residenti a Pietragalla e Matera. Sono 35 le persone ricoverate: all'ospedale San Carlo di Potenza sono in tutto 30 (16 nel reparto di malattie infettive, 11 pneumologia, 2 medicina d'urgenza, 1 ostetricia) e sono 5 all'ospedale Madonna delle Grazie di Matera (in malattie infettive). Nel bollettino della task force regionale, in cui sono indicati solo i residenti con tampone registrato in Basilicata, i lucani attualmente positivi sono 406 (+5), le persone decedute sono 37, i guariti 457 (+2). Conteggiati a parte altri 50 (+2) casi riguardanti cittadini non residenti o stranieri (due sono ricoveri ospedalieri e gli altri sono isolamenti domiciliari obbligatori in Basilicata). Non vengono conteggiati i non residenti che, pur avendo fatto il tampone in Basilicata, sono in isolamento in Puglia o in altre regioni. Dall'inizio dell'emergenza sanitaria sono stati analizzati 84.449 tamponi, di cui 83.345 sono risultati negativi.

 

Ultimo aggiornamento: 15 Ottobre, 07:10 © RIPRODUZIONE RISERVATA