Covid Italia, bollettino 14 febbraio 2021: 11.068 casi e 221 morti. Più contagi in Lombardia, Campania, Emilia, Lazio e Puglia

Domenica 14 Febbraio 2021
Covid Italia, bollettino 14 febbraio 2021: 11.068 casi e 221 morti. Più contagi in Lombardia, Campania, Emilia, Lazio e Puglia

Covid Italia, il bollettino di oggi domenica 14 febbraio 2021. Nelle ultime 24 ore sono stati 11.068 i test positivi al coronavirus registrati in Italia, che portano il numero dei contagiati dall'inizio dell'emergenza a 2.721.879, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 13.532. Le vittime sono 211 (a fronte delle 311 di ieri), un incremento che porta il totale a 93.577.

Sono 9.469 i dimessi/guariti, per un totale di 2.225.519. Sono 2.085 le persone ricoverate in terapia intensiva (+23 rispetto a ieri). Gli ingressi giornalieri in rianimazione sono stati invece 126. Secondo i dati del ministero della Salute sono invece 18.449 le persone ricoverate nei reparti ordinari, 51 in meno rispetto alla giornata di sabato. A livello territoriale, le Regioni con il maggior numero di contagi sono la Lombardia (1.987), la Campania (1.603), l'Emilia Romagna (1.323), il Lazio (809) e la Puglia (732).

 

Indice positività sale al 5,38%

 

Sono stati effettuati complessivamente 205.642 tamponi e l'indice di positività sale al 5,38% (ieri era 4,6%).

 

Varianti Covid, un vaccino universale «pronto entro un anno»: è l'arma per sconfiggere il Covid

Varianti, Pregliasco: «Con le mutazioni va in crisi tutto il sistema dei colori: dovremo rivedere i parametri»

 

Scarica il bollettino in pdf

 

 

I dati

 

Lombardia, 1.987 nuovi positivi e 21 decessi

 

In Lombardia a fronte di 30.289 tamponi effettuati, sono 1.987 i nuovi positivi (6,5 per cento). È quanto emerge dal quotidiano report della Regione con i dati sull'andamento della pandemia Covid-19. Diminuiscono i pazienti ricoverati nelle terapie intensive (-1, totale 364) e anche quelli negli altri reparti (-12, totale 3.562). I nuovi decessi sono 21 con il totale che arriva a 27.781. Infine nelle ultime 24 ore aumentano di 500 le persone guarite/dimesse portando il numero complessivo a 484.680.

 

Lazio, 809 casi positivi, 11 morti 

 

Lazio, oggi su oltre 9mila tamponi e oltre 13 mila antigenici per un totale di oltre 23 mila test, si registrano 809 casi positivi, 11 morti e 1.831 guariti. «Diminuiscono i casi, i decessi, i ricoveri, mentre salgono le terapie intensive. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 8%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende sotto il 4%. I casi a Roma città tornano sotto a quota 400 (377, ndr)», commenta l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

Nella Asl Roma 1 sono 111 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Sono quattro i ricoveri. Si registrano quattro decessi di 79, 79, 81 e 94 anni con patologie.

Nella Asl Roma 2 sono 208 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Settantotto i casi su segnalazione del medico di medicina generale. Si registra un decesso di 82 anni con patologie.

Nella Asl Roma 3 sono 58 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registra un decesso di 86 anni con patologie.

Nella Asl Roma 4 sono 31 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto.

Nella Asl Roma 5 sono 70 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registra un decesso di 85 anni con patologie.

Nella Asl Roma 6 sono 47 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto.

Nelle province si registrano 284 casi e sono quattro i decessi nelle ultime 24h.

Nella Asl di Latina sono 97 i nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registra un decesso di 92 anni con patologie.

Nella Asl di Frosinone si registrano 124 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio, contatti di un caso già noto o con link familiare. Si registrano due decessi di 64 e 80 anni con patologie.

Nella Asl di Viterbo si registrano 37 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registra un decesso di 51 anni con patologie.

Nella Asl di Rieti si registrano 26 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto” 

 

 

Emilia Romagna, 1.323 nuovi casi e 41 morti

 

In Emilia Romagna, su oltre 16mila tamponi effettuati, 1.323 nuovi positivi, di cui 495 asintomatici da screening regionali e attività di contact tracing. 41 sono i morti registrati nelle ultime 24 ore, di cui 10 a Bologna (4 donne di 76, 77, 78, 90 anni e 6 uomini di 31, 73, 79, 81, e 88 anni, e 1 uomo di 94 di Imola), 10 a Rimini (6 donne di 82, 87, 91, 93 e 2 di 94 anni e 4 uomini di 66, 71, 82 e 95 anni), 5 a Ferrara (2 donne di 83 e 86 anni e 3 uomini di 78, 90 e 94 anni), 4 a Modena (1 donna di 81 anni e 3 uomini di 40, 74 e 76 anni), 4 a Ravenna (4 donne di 73, 82 e 2 di 87 anni), 4 in provincia di Forlì-Cesena (2 uomini di 84 anni e 2 donne di 94 e 98 anni), 3 a Piacenza (3 donne di 72, 81 e 82 anni). Nessun decesso nelle province di Reggio Emilia e Parma, mentre si registra un decesso extra Emilia-Romagna (un uomo di 82 anni). I guariti sono 1.932, diminuiscono ancora casi attivi (-650). Il 94,5% dei casi attivi è in isolamento a casa, senza sintomi o con sintomi lievi. L'età media nei nuovi positivi è di 42,2 anni. 41 i decessi. Vaccinazioni: alle ore 13 effettuate complessivamente oltre 286mila somministrazioni, gli immunizzati sono oltre 126mila. Continua intanto la campagna vaccinale anti- Covid, che in questa prima fase riguarda il personale della sanità e delle Cra, compresi i degenti delle residenze per anziani, oltre che gli ultraottantenni in assistenza domiciliare e i loro coniugi, se di 80 o più anni. La regione fa sapere che il conteggio progressivo delle somministrazioni effettuate si può seguire in tempo reale sul portale della Regione Emilia-Romagna dedicato all'argomento: https://salute.regione.emilia-romagna.it/vaccino-anti- covid. Alle ore 14 sono state somministrate complessivamente 286.272 dosi, 126.183 sono le persone che hanno completato il ciclo vaccinale.

La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 311 nuovi casi e Modena (229); poi Rimini (126), Reggio Emilia (121), Ravenna (95), Parma (90), il territorio di Cesena (76), Ferrara (74), il circondario di Imola (72). Seguono Piacenza (67) e la zona di Forlì (62). Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 10.639 tamponi molecolari, per un totale di 3.177.316. A questi si aggiungono anche 36 test sierologici e 6.177 tamponi rapidi. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 171 (uguale rispetto a ieri), 1.911 quelli negli altri reparti Covid (+23).

 

Toscana, 725 nuovi casi e 17 morti

 

Sono 725 i nuovi casi di positività al Covid in Toscana (705 confermati con tampone molecolare e 20 da test rapido antigenico), che portano il numero totale a 143.375 dall'inizio dell'emergenza sanitaria da coronavirus. I nuovi casi sono lo 0,5% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,3% e raggiungono quota 126.779 (88,4% dei casi totali). Oggi sono stati eseguiti 11.852 tamponi molecolari e 4.288 tamponi antigenici rapidi, di questi il 4,5% è risultato positivo. Sono invece 9.412 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui il 7,7% è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 12.165, +2,2% rispetto a ieri. I ricoverati sono 823 (9 in più rispetto a ieri), di cui 130 in terapia intensiva (1 in più). Oggi si registrano 17 nuovi decessi: 15 uomini e 2 donne con un'età media di 79,9 anni. Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione Civile Nazionale - relativi all'andamento dell'epidemia in regione.

La Toscana si trova al 13° posto in Italia come numerosità di casi (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 3.851 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 4.500 x100.000, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Massa Carrara con 4.707 casi x100.000 abitanti, Prato con 4.672, Pisa con 4.504, la più bassa Grosseto con 2.179. Complessivamente, 11.342 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (257 in più rispetto a ieri, più 2,3%). Sono 26.506 (429 in più rispetto a ieri, più 1,6%) le persone, anch'esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate (Asl Centro 9.702, Nord Ovest 10.449, Sud Est 6.355). Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid oggi sono complessivamente 823 (9 in più rispetto a ieri, più 1,1%), 130 in terapia intensiva (1 in più rispetto a ieri, più 0,8%). Le persone complessivamente guarite sono 126.779 (442 in più rispetto a ieri, più 0,3%): 342 persone clinicamente guarite (stabili rispetto a ieri), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all'infezione e 126.437 (442 in più rispetto a ieri, più 0,4%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con tampone negativo.

Oggi si registrano 17 nuovi decessi: 15 uomini e 2 donne con un'età media di 79,9 anni. Relativamente alla provincia di residenza, le persone decedute sono: 9 a Firenze, 1 a Prato, 1 a Pistoia, 1 a Massa Carrara, 2 a Livorno, 3 a Arezzo. Sono 4.431 i deceduti dall'inizio dell'epidemia cosi ripartiti: 1.494 a Firenze, 300 a Prato, 325 a Pistoia, 438 a Massa Carrara, 417 a Lucca, 513 a Pisa, 310 a Livorno, 281 ad Arezzo, 178 a Siena, 111 a Grosseto, 64 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione. Il tasso grezzo di mortalità toscano (numero di deceduti/popolazione residente) per Covid-19 è di 119,0 x100.000 residenti contro il 155 x100.000 della media italiana (12° regione). Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa Carrara (225,9 x100.000), Firenze (148,8 x100.000) e Pisa (121,5 x100.000), il più basso a Grosseto (50,3 x100.000).

Si è avviata dal 27 dicembre 2020 la campagna vaccinale anti- Covid. Alle 12.00 di oggi sono state effettuate complessivamente 185.443 vaccinazioni, 10.127 in più rispetto a ieri (+5,8%), tenendo presente che le Aziende del Sistema Sanitario Regionale proseguono per l'intera giornata. La Toscana è la 4° regione per % di dosi somministrate su quelle consegnate (l'85,6% delle 216.520 consegnate), per un tasso di vaccinazioni effettuate di 4.981 per 100mila abitanti (media italiana: 4.918 per 100mila).

 

Marche, 355 positivi in 24 ore

 

Sono 355 i positivi al covid rilevati nelle Marche nelle ultime 24 ore tra le nuove diagnosi e la provincia più colpita risulta ancora quella di Ancona con 189 casi, seguita da Macerata con 66, Pesaro Urbino con 60, Ascoli Piceno con 21, Fermo con 9 e 10 di fuori regione. Il Servizio Sanità della Regione ha comunicato che nelle ultime 24 ore «sono stati testati 4.380 tamponi: 2.455 nel percorso nuove diagnosi (di cui 858 nello screening con percorso Antigenico) e 1.925 nel percorso guariti (con un rapporto positivi/testati pari al 14,5%)». I 355 positivi comprendono soggetti sintomatici (41 casi), contatti in setting domestico (67), contatti stretti di casi positivi (119), contatti in setting lavorativo (21), contatti in ambienti di vita/socialità (5), contatti in setting assistenziale (4), contatti con coinvolgimento di studenti di ogni grado di formazione (26), screening percorso sanitario (2). Per altri 70 casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche. Sugli 858 test del Percorso Screening Antigenico «sono stati riscontrati 55 casi positivi (da sottoporre al tampone molecolare). Il rapporto positivi/testati è pari al 6%».

 

Umbria, 10 morti e 535 ricoveri in ospedale

 

Altri dieci morti per Covid in Umbria nelle ultime 24 ore, dopo i dieci di ieri e i 12 del giorno precedente: sono 32 in tre giorni e 904 dall'inizio della pandemia. Secondo i dati della Regione aggiornati al 14 febbraio, continuano a crescere i ricoverati in ospedale: sono 535, quattro in di ieri, dei quali 84 (uno in più) in terapia intensiva. I nuovi casi di positività accertati nelle ultime 24 ore sono 292, su 3.070 test antigenici e 3.474 tamponi molecoleri analizzati, con un tasso di positività complessivo più o meno invariato (del 4,46%) e dell'8,4 rispetto soltanto ai molecolari (ieri 7,5). I guariti sono 198 e gli attualmente positivi 8.166. (ANSA). PE 14-FEB-21 14:37 NNNN

 

Abruzzo, 222 nuovi casi e 5 morti

 

Sono 222 i nuovi casi di coronavirus accertati nelle ultime ore in Abruzzo. Sono emersi dall'analisi di 3.207 tamponi molecolari: è risultato positivo il 6,92% dei campioni. Si registrano cinque decessi recenti, che fanno salire il totale delle vittime a 1.563. Continua a salire il numero degli attualmente positivi al virus, che tornano ai livelli di fine dicembre. La località con più nuovi casi è ancora una volta Pescara (31). A livello provinciale è, però, il Chietino a registrare l'incremento più consistente (77), seguito dal Pescarese (69). Poi ci sono il Teramano (39) e l'Aquilano (32). I nuovi positivi hanno età compresa tra sei mesi e 95 anni. Eseguiti anche 4.213 test antigenici. Gli attualmente positivi sono 215 in più e salgono a quota 11.648: 547 pazienti sono ricoverati in area medica (-1) e 52 sono in terapia intensiva (+1). Al momento è occupato il 27,5% dei 189 posti letto di terapia intensiva, a fronte di una soglia di allarme del 30%. Gli altri 11.049 attualmente positivi sono in isolamento domiciliare (+215). Solo due i guariti delle ultime ore (totale 34.560).

 

Campania, 1.603 nuovi casi e 7 morti

 

Sono 1.603, di cui 79 sintomatici, i nuovi positivi al Covid rilevati in Campania, su 19.987 test processati. L'incidenza contagi/tamponi si attesta all'8,07%, in calo rispetto all'8,57 di ieri. Sette le nuove vittime (il totale è di 4.006 dall'inizio dell'epidemia), 686 i guariti. L'occupazione delle terapie intensive - informa il bollettino giornaliero dell'Unità di crisi - sale a 111 posti (+7 da ieri) mentre quella delle degenze è di 1.322 posti, meno 34 in un giorno.

 

Puglia, 17 morti e 732 casi

 

Oggi in Puglia, su 7.274 test per l'infezione da Covid-19 coronavirus registrati, sono stati rilevati 732 casi positivi, con una incidenza del 10,06% (ieri era stata il 10,1%): 311 in provincia di Bari, 115 in provincia di Foggia, 116 in provincia di Taranto, 77 in provincia di Brindisi, 64 nella provincia BAT, 44 in provincia di Lecce, 6 residenti fuori regione, 1 caso di provincia di residenza non nota è stato riclassificato e attribuito. Le vittime sono state 17 meno de ieri quando ce ne erano state 28: 6 in provincia di Foggia, 4 in provincia di Taranto, 3 in provincia di Brindisi, 2 in provincia di Bari, 2 in provincia BAT, Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 1.435.404 test e 89.903 sono i pazienti guariti. 41.654 sono i casi attualmente positivi. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 135.156.

 

Calabria, 151 casi e 5 morti

 

In Calabria ad oggi sono stati sottoposti a test 523.446 soggetti per un totale di tamponi eseguiti pari a 553.848 (allo stesso soggetto possono essere effettuati più test). Le persone risultate positive al Coronavirus sono 35.436 (+151 rispetto a ieri), quelle negative 488.010. Sono questi i dati giornalieri relativi all'epidemia da Covid-19 comunicati dal dipartimento Tutela della Salute, che fanno registro inoltre 22 persone in terapia intensiva (stabili rispetto a ieri), +111 guariti/dimessi e altri 5 decessi. Territorialmente, dall'inizio dell'epidemia, i casi positivi sono così distribuiti: Cosenza: CASI ATTIVI 2.635 (47 in reparto AO di Cosenza; 14 in reparto al presidio di Rossano;3 al presidio ospedaliero di Acri; 5 al presidio ospedaliero di Cetraro; 6 all'Ospedale da Campo; 7 in terapia intensiva, 2.553 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 7.743 (7.469 guariti, 274 deceduti). Catanzaro: CASI ATTIVI 1.623 (11 in reparto all'AO di Catanzaro; 5 in reparto al presidio di Lamezia Terme; 2 in reparto all'AOU Mater Domini; 6 in terapia intensiva; 1.599 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 3.466 (3.371 guariti, 95 deceduti). Crotone: CASI ATTIVI 135 (10 in reparto; 125 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 2.575 (2.532 guariti, 43 deceduti). Vibo Valentia: CASI ATTIVI 410 (13 ricoverati, 397 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 2.748 (2.699 guariti, 49 deceduti). Reggio Calabria: CASI ATTIVI 1.899 (75 in reparto all'AO di Reggio Calabria; 15 in reparto al P.O di Gioia Tauro; 9 in terapia intensiva; 1.800 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 11.843 (11.657 guariti, 186 deceduti). Altra Regione o Stato estero: CASI ATTIVI 50 (50 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 309 (309 guariti). I casi confermati oggi sono così suddivisi: Cosenza 35, Catanzaro 1, Crotone 12, Vibo Valentia 32, Reggio Calabria 71, Altra Regione o stato Estero 0. Dall'ultima rilevazione, le persone che si sono registrate sul portale della Regione Calabria per comunicare la loro presenza sul territorio regionale sono in totale 101. Nel conteggio sono compresi anche i due pazienti di Bergamo trasferiti a Catanzaro, mentre non sono compresi i numeri del contagio pervenuti dopo la comunicazione dei dati alla Protezione Civile.

 

Sardegna, 83 nuovi casi e 7 morti

 

Sono 40.207 i casi di positività al Covid-19 complessivamente accertati in Sardegna dall'inizio dell'emergenza. Nell'ultimo aggiornamento dell'Unità di crisi regionale sono stati rilevati 83 nuovi contagi. In totale sono stati eseguiti 660.526 tamponi, per un incremento complessivo di 2.318 test rispetto al dato precedente. Il rapporto casi positivi-tamponi eseguiti segna per l'Isola un tasso di positività del 3,5%. Si registrano anche sette morti (1.066 in tutto). Sono invece 320 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (-13 rispetto al dato di ieri), mentre sono 27 (-1) i pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 13.655. I guariti sono complessivamente 24.913 (+99), mentre le persone dichiarate guarite clinicamente nell'Isola sono attualmente 226. Sul territorio, dei 40.207 casi positivi complessivamente accertati, 9.414 (+57) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 6.454 (+7) nel Sud Sardegna, 3.415 (+3) a Oristano, 7.997 (+7) a Nuoro, 12.927 (+9) a Sassari.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 15 Febbraio, 18:42 © RIPRODUZIONE RISERVATA