Covid, ecco le cause del malessere psico-fisico nei dipendenti: meno attività e più ansia

Venerdì 11 Giugno 2021
Covid, ecco le cause del malessere psico-fisico nei dipendenti: meno attività e più ansia

Ecco le 10 cause del malessere psicofisico del post Covid nei dipendenti. Meno attività fisica, più incertezza sul futuro, più ansia verso propria salute e si fumano più sigarette. Anche se non si deve smettere di essere attenti e attuare tutte le regole della prevenzione, la pandemia sta allentando la sua morsa e per molti lavoratori questo coincide con il ritorno alla 'normalità' a partire dalla presenza fisica nel luogo di lavoro, da cui sono mancati per molto tempo. Un'indagine condotta da Sodexo con Harris Interactive su un campione di oltre 600 lavoratori italiani rivela però che la maggioranza dei dipendenti si trova a fare i conti un malessere psicofisico post-pandemia di una certa rilevanza.

Covid, perdita di capelli tra gli effetti collaterali: ne soffre un paziente su 5 (anche le donne)

La ricerca ha classificato le 10 principali cause di criticità. Eccole: 1.Il 76% ha ammesso di compiere meno esercizi per migliorare la propria forma fisica; 2.Il 71% ha provato un senso di incertezza generale verso il futuro; 3.Il 49% è stato ansioso nei confronti della propria salute e di quella dei familiari; 4.Il 46% è ansioso nei confronti della pandemia in generale; 5.Il 46% ha provato ansia per la sicurezza personale sul posto di lavoro. E ancora: 6.Il 40% ha ammesso di aver mangiato in maniera poco salutare; 7.Il 37% è stato ansioso del proprio lavoro quotidiano; 8.Il 25% ha fumato più sigarette del normale; 9.Il 12% ha consumato più alcool rispetto all'inizio della pandemia; 10.L'8% ha utilizzato più prescrizioni mediche del dovuto.

Ultimo aggiornamento: 12 Giugno, 10:03 © RIPRODUZIONE RISERVATA