Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Covid, bollettino oggi 7 gennaio 2022: 108.304 casi e 223 morti. Tasso di positività al 22%

Sono 1.499 i pazienti in terapia intensiva in Italia, 32 in più in 24 ore nel saldo tra entrate e uscite

Venerdì 7 Gennaio 2022
Covid, il bollettino: 108.304 casi e 223 morti

Covid, il bollettino di oggi sabato 7 gennaio 2022. Sono 108.304 i nuovi contagi da Covid nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 219.441. Le vittime sono invece 223, in crescita rispetto a ieri, quando erano state 198. Sono 492.172 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 1.138.310. Il tasso di positività è al 22%, in aumento rispetto al 19,3% di ieri. Sono 1.499 i pazienti in terapia intensiva in Italia, 32 in più in 24 ore nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 120. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 14.591, ovvero 764 in più rispetto a ieri.

IL BOLLETTINO IN PDF 

Lombardia

Sono 18.667 i nuovi positivi nelle ultime 24 ore in Lombardia, praticamente una persona su quattro (il 24,9%), rispetto rispetto ai 74.926 tamponati. I decessi sono stati 59; 105 sono stati i ricoveri in più negli ospedali (in totale i posti letto per Covid sono 2.624) e solo 5 gli ingressi in più in terapia intensiva, dove i ricoverati per complicanze derivate dal virus sono 234. A livello territoriale, spiccano ancora i 6.384 nuovi casi del Milanese, quasi la metà dei quali (3.067) relativi al capoluogo. Seguono la provincia di Varese con 2.165 nuovi positivi e quella di Brescia (2.161), quindi Bergamo (1.837), Monza Brianza (1.632), Como (1.078), Sondrio (709), Pavia (650), Cremona (407), Mantova (345), Lecco (340) e infine Lodi che fa registrare 290 nuovi casi.

Campania 

Sono 9.739 i nuovi casi di Covid-19 emersi ieri in Campania dall'analisi di 57.570 test. La percentuale di tamponi positivi sul totale dei tamponi analizzati è pari al 16,91%. Nel bollettino odierno diffuso dall'unità di crisi della Regione Campania sono inseriti 19 nuovi decessi, 12 dei quali avvenuti nelle ultime 48 ore e 7 avvenuti in precedenza, ma registrati ieri. Raggiunta in Campania quota mille ricoverati per Covid tra terapie intensive e degenza: sono 70 i pazienti Covid ricoverati nei reparti di terapia intensiva (3 in meno rispetto a ieri) e 929 i pazienti Covid ricoverati in reparti di degenza, 61 in più rispetto al dato diffuso ieri, per un totale di 999 ricoverati.

Marche 

Sono 1.033 i nuovi casi covid rilevati nelle Marche in 24ore, con il consueto effetto giorno festivo, durante il quale cioè sono stati processati meno tamponi: 6.524 in tutto, di cui 4.517 del percorso diagnostico screening (positività 22,9%). Ieri era stato toccato un record assoluto con 3.129 contagi in un giorno con un tasso di di incidenza schizzato a 784,86 su 100mila abitanti, oggi sceso a 715,19. Nonostante l'impennata di casi e incidenza di ieri, le Marche sono rimaste nella seconda parte della classifica di Regioni e Province, al 17/o posto. Nella provincia di Ancona c'è oltre la metà dei casi, 555, seguita da Pesaro Urbino, con 251, Macerata e Ascoli Piceno entrambe con 79, Fermo con 29 e 47 casi fuori regione.

Contagi più diffusi nella fascia di età 25-49 anni con 296 casi, seguita da 45-59 con 220. Ci sono inoltre 132 casi tra i giovani 19-24 anni. Numeri importanti anche per le fasce di età da zero a 18 anni con 226 casi complessivi. Ma ce ne sono 22 tra zero e 2 anni, 55 tra 6-10 anni, 43 tra 11-13 anni, 83 tra 14-18 anni. I soggetti con sintomi sono 273, e i casi in fase di approfondimento epidemiologico sono 177. I contatti domestici sono 314, i contatti stretti di casi positivi 251, i positivo in setting scolastico/formativo, 2 in setting lavorativo, 2 in ambiente di vita/socialità, 1 in setting assistenziale, 1 emerso nello screening sanitario 11 casi extra regione. 

 

Lazio

«Oggi nel Lazio, su 25.863 tamponi molecolari e 30.341 tamponi antigenici per un totale di 56.204 tamponi, si registrano 11.905 nuovi casi positivi (-2.150). Sono 11 i decessi (+4), 1.373 i ricoverati (+2), 190 le persone nelle terapie intensive (+6) e +1.630 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 21,1%. I casi a Roma città sono a quota 8.366». Lo rende noto l'assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato dopo la videoconferenza della task-force regionale per il Covid-19 con i direttori generali delle Asl e aziende ospedaliere, policlinici universitari e l'ospedale Pediatrico Bambino Gesù. In particolare nella Asl Roma 1 sono 2.174 i nuovi casi e 2 i decessi nelle ultime 24 ore. Nella Asl Roma 2 sono 5.288 i nuovi casi e 2 i decessi; Nella Asl Roma 3 sono 904 i nuovi casi e 1 decesso. Nella Asl Roma 4 sono 596 i nuovi casi e nessun decesso. Nella Asl Roma 5: sono 770 i nuovi casi e 1 decesso. Nella Asl Roma 6 sono 550 i nuovi casi e 2 i decessi. Nelle province si registrano 1.623 nuovi casi. In particolare nella Asl di Frosinone sono 255 i nuovi casi e 2 i decessi. Nella Asl di Latina sono 723 i nuovi casi e nessun decesso. Nella Asl di Rieti sono 261 i nuovi casi e 1 decesso. Nella Asl di Viterbo sono 384 i nuovi casi e nessun decesso.

Veneto

È un crollo dei contagi, +6.846 in 24 ore, destinato a rivelarsi temporaneo quello registrato oggi in Veneto, dopo una giornata festiva in cui il tracciamento è il risultato di circa 40.000 tamponi, rispetto a giornate che toccano i 120-140mila. Ieri era stato toccato il primato di nuovi positivi, 18.129. Il dato più negativo è quello dei decessi, 33 in più rispetto a ieri, per un numero complessivo di 12.520 vittime. Cresce anche il dato dei soggetti in isolamento, 155.761 (+4.547), e peggiora la situazione clinica: nei reparti ordinari sono ricoverati 12.520 malati Covid (+ 150), e 205 (+3) nelle terapie intensive.

Abruzzo

Sono 1.540 (di età compresa tra 2 mesi e 98 anni) i nuovi casi positivi al Covid registrati oggi in Abruzzo, che portano il totale dall'inizio dell'emergenza a 130440. Dei positivi odierni, 1024 sono stati identificati attraverso test antigenico rapido. Lo comunica l'Assessorato regionale alla Sanità. Il bilancio dei pazienti deceduti registra 4 nuovi casi (si tratta di un 90enne della provincia di Teramo e di un 83enne della provincia dell'Aquila, il terzo è residente fuori regione, mentre l'ultimo risale ai giorni scorsi ed è stato comunicato solo oggi dalla Asl) e sale a 2659. Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 88798 dimessi/guariti (+530 rispetto a ieri). Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 38983 (+1006 rispetto a ieri), nel totale sono ricompresi anche 30629 casi riguardanti pazienti persi al follow up dall'inizio dell'emergenza, sui quali sono in corso verifiche.

Sono 269 i pazienti (+21 rispetto a ieri) ricoverati in ospedale in area medica; 25 (+1 rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 38689 (+984 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 2904 tamponi molecolari (1768849 in totale dall'inizio dell'emergenza) e 8826 test antigenici (1968090). Il tasso di positività, calcolato sulla somma tra tamponi molecolari e test antigenici del giorno, è pari a 13.47 per cento. Del totale dei casi positivi, 29238 sono residenti o domiciliati in provincia dell'Aquila (+296 rispetto a ieri), 34903 in provincia di Chieti (+416), 31571 in provincia di Pescara (+479), 31914 in provincia di Teramo (+251), 1565 fuori regione (+26) e 1249 (+72) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza.

 

Puglia 

Oggi in Puglia si registrano 5.581 nuovi contagi Covid su 36.031 test (15,4% incidenza) e 5 morti. I casi sono così distribuiti: in provincia di Bari 1.681, nella provincia Bat 526, in provincia di Brindisi 514, in quella di Foggia 738, in provincia di Lecce 1.265, in provincia di Taranto 761. Altri 84 casi riguardano residenti fuori regione, mentre per altri 12 contagi la provincia di appartenenza è in via di definizione. Attualmente ci sono 50.664 positivi di cui 408 ricoverati in area non critica (ieri 384) e 34 in terapia intensiva (ieri 38).

Umbria

Cinque nuovi morti per il Covid nell'ultimo giorno in Umbria dove si registra ancora un calo di ricoverati, 190, tre in meno rispetto a giovedì, mentre scendono a otto, da 12, i posti occupati nelle terapie intensive. È il quadro che si ricava dai dati sul sito della Regione. Sono stati accertati 1.084 nuovi positivi e 1.039 guariti, con gli attualmente positivi che salgono a 31.903, 40 in più, uno dei dati più bassi delle ultime settimane. Sono stati analizzati 862 tamponi e 3.803 test antigenici, con un tasso di positività totale del 23,2 per cento (era il 15 per cento il giorno precedente).

 

Toscana 

In Toscana sono 7.567 i nuovi casi Covid (4.769 confermati con tampone molecolare e 2.798 da test rapido antigenico), che portano il totale a 470.590 dall'inizio dell'emergenza sanitaria da Coronavirus. I nuovi casi sono l'1,6% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,5% e raggiungono quota 311.392 (66,2% dei casi totali). Oggi sono stati eseguiti 18.580 tamponi molecolari e 12.471 tamponi antigenici rapidi, di questi il 24,4% è risultato positivo. Sono invece 11.684 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui il 64,8% è risultato positivo.

Gli attualmente positivi sono oggi 151.568, +4,1% rispetto a ieri. I ricoverati sono 1.066 (65 in più rispetto a ieri), di cui 108 in terapia intensiva (10 in più). Oggi si registrano 13 nuovi decessi: 6 uomini e 7 donne con un'età media di 75,9 anni. Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione Civile Nazionale - relativi all'andamento dell'epidemia in regione. L'età media dei 7.567 nuovi positivi odierni è di 39 anni circa (20% ha meno di 20 anni, 29% tra 20 e 39 anni, 33% tra 40 e 59 anni, 13% tra 60 e 79 anni, 5% ha 80 anni o più).

Basilicata 

In Basilicata 988 dei 2.245 tamponi molecolari esaminati ieri sono risultati positivi al covid-19. Di questi 988 tamponi positivi, 939 riguardano persone residenti in regione. Lo ha reso noto la task force lucana, segnalando anche tre decessi e altre 127 guarigioni di persone residenti in regione. Le persone ricoverate con il covid-19 negli ospedali lucani sono 76, delle quali due in terapia intensiva: una al San Carlo di Potenza e una al Madonna delle Grazie di Matera. Ieri, in Basilicata, sono state effettuate 1.477 vaccinazioni. I lucani che hanno ricevuto la prima dose sono 47.683 (80,9%), mentre quelli che hanno avuto anche la seconda sono 414.302 (74,9%). Hanno ricevuto la terza dose 185.738 (33,6%). 

Friuli Venezia Giulia

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 5.412 tamponi molecolari sono stati rilevati 1.304 nuovi contagi, con una percentuale di positività del 24,09%. Sono inoltre 4.726 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 690 casi (14,6%). Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 34 mentre i pazienti ospedalizzati altri reparti sono 323. Lo ha comunicato il vicegovernatore della Regione con delega alla Salute Riccardo Riccardi evidenziando che «ben 31 delle 34 persone ricoverate in terapia intensiva, quindi oltre il 90 percento, non sono vaccinate. Un dato che conferma in modo inequivocabile l'importanza della vaccinazione per ridurre il rischio di subire gravi conseguenze in caso di infezione da Covid-19.

Per quanto riguarda l'andamento della diffusione del virus tra la popolazione, la fascia d'età più colpita rimane quella tra 20 e 29 anni (18,76%), seguita da quella tra 40 e 49 anni (18,2%) e da quella tra 0 e 19 anni (17,55%). Nella giornata odierna si registrano i decessi di 8 persone: una donna di 98 anni di Udine (deceduta in Rsa), una donna di 94 anni di Trieste (deceduta in ospedale), un uomo di 91 anni di Trieste (deceduto in ospedale), un uomo di 85 anni di Udine (deceduto in ospedale), una donna di 83 anni di Roveredo in Piano (deceduta in ospedale), un uomo di 80 anni di Moggio Udinese (deceduto in ospedale), un uomo di 75 anni di Duino Aurisina (deceduto in ospedale) e un uomo di 75 anni di Trieste (deceduto in ospedale). I decessi complessivamente sono stati 4.269, con la seguente suddivisione territoriale: 1.032 a Trieste, 2.091 a Udine, 792 a Pordenone e 354 a Gorizia.

Piemonte

Ottantuno in più, ma solo uno in terapia intensiva, i ricoverati con Covid negli ospedali del Piemonte. Lo dicono i dati dell'Unità di crisi della Regione che riportano anche 17 decessi, di cui uno soltanto relativo a oggi, e 7.652 nuovi contagi, con un tasso di positivi del 15,8%, largamente inferiore a quello dei due giorni scorsi, quando era stato superato il 20%, I tamponi diagnostici processati sono 48.382, di cui 39.229 antigenici; la percentuale di asintomatici, tra i nuovi positivi, è del 73,5%. I numeri aggiornati sono di 137 pazienti in terapia intensiva, 1.593 negli altri reparti; le persone in isolamento domiciliare diventano 122.978, i nuovi casi di guarigione 3.691. Dall'inizio della pandemia, in Piemonte sono stati registrati 572.594 casi positivi, 12.136 morti, 435.750 guariti.

Valle d'Aosta

In Valle d'Aosta sono stati rilevati 383 nuovi casi positivi al Covid-19 nelle ultime 24 ore. Le guarigioni sono state 235. I contagiati attuali sono 4.271, di cui 47 ricoverati all'ospedale Parini (cinque in terapia intensiva). È quanto riportato nel bollettino diffuso dalla Regione sulla base dei dati dell'Usl. Il numero delle vittime dall'inizio della pandemia nella regione alpina è 491.

Ultimo aggiornamento: 20:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci