Coronavirus, quattro contagiati nell'U.S. Pianese Calcio di serie C: tutta la squadra in quarantena

Venerdì 28 Febbraio 2020
Coronavirus, quattro contagiati nell'U.S. Pianese Calcio di serie C in provincia di Siena

Coronavirus in provincia di Siena: «Sono quattro, tre calciatori e un collaboratore» i membri dello staff della U.S. Pianese Calcio, squadra toscana che milita nel girone A di Serie C, positivi al tampone del Coronavirus. È quanto si legge in una nota diffusa dalla società con sede nel comune di Piancastagnaio, in provincia di Siena.

L'intera squadra di calcio è stata messa in quarantena dopo che un 22enne della provincia di Siena sabato scorso ha accusato i primi malesseri in albergo ad Alessandria dove si trovava in ritiro con la squadra con cui il giorno successivo avrebbe dovuto giocare.

«Assistito dal responsabile sanitario della squadra, dottor Paolo Luatti, che lo ha precauzionalmente isolato dagli altri componenti della squadra e ha disposto che non partecipasse alla partita, il 22enne ha poi continuato a manifestare malessere e stato febbrile ed è stato sottoposto a tampone nella giornata di mercoledì, risultando positivo al Covid-19 e poi ricoverato nel reparto di malattie infettive dell'ospedale di Siena». Il secondo calciatore invece «è in isolamento presso la propria abitazione, pur non presentando alcun sintomo, così come il terzo calciatore che è leggermente febbricitante». La quarta persona risultata positiva al tampone è «un collaboratore della società che stamani, dopo aver trascorso la notte in stato febbrile, è stato trasportato in ambulanza all'ospedale di Siena. Attualmente la febbre è calata e non si ravvisano particolari complicanze». 

La U.S. Pianese sottolinea di aver «gestito la situazione attenendosi scrupolosamente alle linee guida ufficiali e coinvolgendo prontamente tutti gli organi preposti. Attualmente tutti i calciatori, lo staff tecnico e i dirigenti presenti alla trasferta dello scorso fine settimana sono in quarantena fiduciaria di 15 giorni, presso i rispettivi domicili, e nessuno manifesta i sintomi tipici del Covid-19». Durante la settimana non si è svolto alcun allenamento, in osservanza delle restrizioni date dagli organi regionali e nazionali in merito alle situazioni che prevedessero aggregazioni non necessarie di persone. Il presidente del club, Maurizio Sani, dal 27 febbraio si è posto volontariamente in auto-isolamento nel rispetto di quanto previsto dal protocollo vigente e manifestando nuovamente come etica e responsabilità civile siano valori fondanti del suo approccio.

Ultimo aggiornamento: 29 Febbraio, 09:19 © RIPRODUZIONE RISERVATA