Concorsi pubblici, si cambia: domande telematiche con Spid e prove in videoconferenza

Giovedì 1 Ottobre 2020 di Giusy Franzese

Basta con le enormi sale prese in affitto presso i grandi centri congressi, basta con decine di migliaia di candidati stipati: i concorsi pubblici si digitalizzano. Le domande potranno essere presentate tramite Spid (sistema pubblico di identità digitale),  lo svolgimento delle prove sarà in modalità decentrata con  l’utilizzo di tecnologia digitale, e sia  la commissione esaminatrice che le sottocommissioni potranno svolgere i propri lavori in modalità telematica. Sono le novità dei  bandi tipo elaborati dal dipartimento della Funzione pubblica, appena pubblicati sul sito del ministero, che faranno da riferimento ai concorsi ministeriali ma anche degli enti locali.

Scuola, concorso straordinario dal 22 ottobre: oltre 64mila le candidature
Pa, 150 centri per i concorsi pubblici e più smart working per i dipendenti

Obiettivo: rendere la procedura più rapida e informatizzata, oltre a un reclutamento più uniforme e omogeneo sul territorio. Lo schema per  ora riguarda il  personale di Area II. «Ma è solo un primo passo: a breve sarà pubblicato anche il bando-tipo per il reclutamento di personale di Area III» si legge.
Le domande di partecipazione al concorso quindi d'ora in poi dovranno essere presentate in via telematica, il candidato riceverà immediatamente una ricevuta informatica che  certificherà  la data di invio della stessa domanda. Per la partecipazione al concorso il candidato deve essere in possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata (Pec) a lui intestato.

Le prove preselettive e scritte si svolgeranno esclusivamente in via informatica presso le sedi decentrate. I valutatori terranno conto anche delle "competenze trasversali", ossia dellle precedenti esperienze lavorative, delle attititudini a svolgere il lavoro per il quale ci si propone e delle capacità informatiche. L'informatica viene in soccorso anche della successiva prova orale, che  può essere svolta in videoconferenza «garantendo comunque l’adozione di soluzioni tecniche che assicurino la pubblicità della stessa, l’identificazione dei partecipanti e la sicurezza delle comunicazioni e la loro tracciabilità».

Ultimo aggiornamento: 20:27 © RIPRODUZIONE RISERVATA