Bollettino Covid, oggi 4.552 contagi, 66 morti. Brusaferro: «Italia è il Paese in Europa dove il virus circola meno»

Venerdì 17 Settembre 2021
Bollettino Covid, oggi 4.552 contagi, 66 morti. Brusaferro: «Italia è il Paese in Europa dove il virus circola meno»
1

Covid Italia. Il bollettino di oggi venerdì 17 settembre 2021: sono 4.552 i contagi, 66 i mortiSono 284.579 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 306.267. Il tasso di positività è all'1,6%, stabile rispetto a ieri.

Sono 525 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per il Covid in Italia, 6 in meno di ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute, sono 34 (ieri erano 30). I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 3.989, 29 in meno rispetto a ieri.

Ricordiamo i dati di ieri, quando sono stati registrati 5.117 positivi ai test Covid, secondo i dati del ministero della Salute, con 67 morti.

 

Brusaferro: «Casi in crescita tra i più giovani»

«La trasmissibilità con l'indice Rt e ricoveri mostrano una decrescita. L'età mediana di chi contrae l'infezione è in leggera crescita a 38 anni, e di ingresso in intensiva è 62-63 anni. I casi sono in decrescita tra i giovani». Lo ha affermato il presidente dell'Istituto superiore di sanità (Iss), Silvio Brusaferro, alla conferenza stampa sull'analisi dei dati del monitoraggio regionale della Cabina di regia.

 

«Italia tra Paesi con meno circolazione virus»

«L'Italia si sta schiarendo in una Europa dove la circolazione del virus sta lentamente decrescendo. L'Italia si caratterizza come uno dei Paesi con la circolazione più contenuta. La curva in Italia è rimasta contenuta, e ciò grazie alle vaccinazioni, e nell'ultimo periodo c'è un decremento». Lo ha affermato il presidente dell'Istituto superiore di sanità (Iss), Silvio Brusaferro, alla conferenza stampa sull'analisi dei dati del monitoraggio regionale della Cabina di regia.

 

«Dati abbastanza confortanti»

«I dati di questa settimana sono abbastanza confortanti, sia per la trasmissibilità Rt sia per l'incidenza e il tasso in calo dei ricoveri, la situazione è quindi abbastanza positiva. Stanno però riprendendo attività e scuole e a fronte della diffusione della variante Delta bisogna continuare a mantenere precauzioni». Così il direttore della Prevenzione del ministero della Salute Gianni Rezza in conferenza stampa per illustrare il monitoraggio settimanale della Cabina di regia.

 

Varianti, Iss: Delta all'88,7%, Alfa e Gamma quasi sparite

La variante Delta di Sars-CoV-2 continua ad essere prevalente in Italia, mentre sono quasi sparite la Alfa e la Gamma. Secondo l'ultimo bollettino dell'Istituto superiore di sanità (Iss), infatti, negli ultimi 45 giorni l'88,7% dei tamponi sequenziati è risultato positivo alla Delta, in lieve calo rispetto all'88,1% registrato nel precedente bollettino datato 3 settembre. Quanto alle altre varianti, la Alfa, sempre negli ultimi 45 giorni, è allo 0,4%, in notevole calo rispetto al precedente 2,3%, così come la Gamma, scesa allo 0,1% dallo 0,4%. I dati del nono bollettino Iss sulla 'Prevalenza e distribuzione delle varianti di SarS-CoV-2 di interesse per la sanità pubblica in Italià - precisa l'Istituto - si riferiscono alle sequenze depositate tra il 31 luglio e il 13 settembre 2021 sulla piattaforma I-Co-Gen. Come atteso - puntualizza l'Iss - questi dati differiscono leggermente da quelli dell'ultima 'flash survey', che riportava una prevalenza stimata della variante Delta pari al 99,7%, relativamente ad una indagine effettuata su un campione significativo di casi selezionato nella sola giornata del 24 agosto. Inoltre, negli ultimi 45 giorni (31 luglio-13 settembre) è rimasto costante il numero di casi di infezione con genotipizzazione/sequenziamento segnalati al Sistema di sorveglianza integrata Covid-19: un totale di 8.255, rispetto ai 8.300 riportati nel periodo precedente (17 luglio-30 agosto). In questo periodo di riferimento, il numero di segnalazioni di casi causati dalla variante Delta è ancora superiore al numero di segnalazioni per tutte le altre varianti monitorate. Nuovi casi di infezione sono stati segnalati in quasi tutte le province. L'Iss ricorda che dal 29 aprile 2021 è attiva la piattaforma per la sorveglianza genomica delle varianti (I-Co-Gen), sviluppata e coordinata dall'Istituto, per raccogliere e analizzare le sequenze identificate sul territorio nazionale e dialogare con le piattaforme internazionali. Il modulo conta ad oggi più di 44mila sequenze.

 

Green pass obbligatorio anche per idraulici, elettricisti, baby sitter, colf e volontariato: decreto in arrivo

 

 

I dati odierni Regione per Regione

Lazio

Nel Lazio su 8.570 tamponi molecolari e 12.106 antigenici per un totale di 20.676 test, si registrano oggi 368 nuovi casi positivi al Covid-19 (più 54 rispetto a ieri), con 189 contagi a Roma. Inoltre, si registrano 5 decessi (più 2 rispetto a ieri), e 424 guariti. Per quanto riguarda l'occupazione dei posti letto negli ospedali, i ricoverati sono 435 (più 2 rispetto a ieri), mentre le terapie intensive sono 55 (meno 1 rispetto a ieri). È quanto emerge dal report delle Aziende sanitarie locali del Lazio reso noto al termine della task force regionale dei direttori generali delle Asl, Aziende ospedaliere, policlinici universitari e ospedale pediatrico Bambino Gesù, che si tiene in videoconferenza con l'assessore alla Sanità della Regione Lazio Alessio D'Amato. «Il rapporto tra positivi e tamponi è a 1,7 per cento. I casi a Roma città sono a quota 189», commenta l'assessore D'Amato.

Per quanto riguarda la campagna vaccinale: «si prosegue con l'immunizzazione della popolazione over 12, per arrivare all'obiettivo dell'85 per cento. Roma è tra le prime Capitali europee per la copertura vaccinale con oltre 3 mln di cicli completati nell'intera area metropolitana - spiega l'assessore -. La terza dose dal 20 settembre in maniera massiva in tutte le aziende su trapiantati e dializzati nel Lazio».

Nel dettaglio delle aziende sanitarie locali del Lazio, la Asl Roma 1 registra 76 nuovi casi positivi al Covid-19 nelle ultime 24 ore e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano 2 decessi. La Asl Roma 2 registra 95 nuovi positivi nelle ultime 24 ore e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano 2 decessi. La Asl Roma 3 registra 18 nuovi positivi nelle ultime 24 ore e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. La Asl Roma 4 registra 34 nuovi positivi nelle ultime 24 ore e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. La Asl Roma 5 registra 36 nuovi positivi nelle ultime 24 ore e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registra 1 decesso.

La Asl Roma 6 registra 51 nuovi casi positivi al Covid-19 nelle ultime 24 ore e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Per quanto riguarda le province del Lazio, si registrano 58 nuovi casi positivi al Covid-19. In particolare, la Asl di Frosinone registra 16 nuovi positivi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. La Asl di Latina registra 21 nuovi positivi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. La Asl di Rieti registra 6 nuovi positivi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. La Asl di Viterbo registra 15 nuovi positivi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto.

 

 

 

Lombardia

In Lombardia ci sono 360 nuovi positivi al Covid secondo i 40.119 tamponi processati nelle ultime 24 ore, che portano il tasso dei positivi allo 0,8%. Diminuiscono i ricoverati nei reparti, che sono 427 (-10), mentre in terapia intensiva ci sono due pazienti in più, per un totale di 59. I morti sono due.

 

Trentino

Nessun decesso in Trentino per Covid-19, mentre i nuovi casi positivi sono 29. Ancora un paziente si trova in rianimazione tra i 17 ricoverati negli ospedali, dove però ieri ci sono state 3 dimissioni e nessun nuovo ingresso. Lo dice il bollettino dell'Azienda per i servizi sanitari. Dei nuovi casi, 6 sono emersi da 494 tamponi molecolari e 23 da 3.624 test antigenici; 15 nuove positività sono state intercettate nei giorni scorsi dai test rapidi. I nuovi guariti sono oggi 39. Dei nuovi positivi, uno ha tra 3-5 anni, uno tra 6-10 anni, uno tra 11-13 anni e 3 hanno tra 14-19 anni. L'Azienda sanitaria sta decidendo se mettere in quarantena altre classi. Per le fasce di età più avanti negli anni, tra i nuovi positivi 5 hanno tra 60-69 anni, 2 tra 70-79 anni e 2 80 e più anni. Le vaccinazioni sono arrivate a quota 719.085, di cui di cui 332.966 seconde dosi. A cittadini over 80 sono state somministrate 67.827 dosi, a cittadini tra i 70-79 anni 91.555 dosi e tra i 60-69 anni 109.338 dosi.

 

Campania

Sono 477 i nuovi positivi al Covid in Campania, su 16.544 test esaminati. Il tasso di incidenza sale lievemente al 2,88%, contro il 2,69 del giorno precedente. Il bollettino dell'Unità di crisi riporta sette nuove vittime, di cui sei decedute nelle ultime 48 ore. I posti letto di terapia intensiva occupati sono 26 (+2), quelli di degenza 323 (-7).

 

Marche

Ricoverati per Covid-19 in aumento nelle Marche in 24ore: sono ora 84 (+3): 38 in reparti non intensivi (+3), 20 in semintensiva (+1), 26 in terapia intensiva (-1); tre i dimessi. Lo comunica il Servizio sanità della Regione. Nell'ultima giornata si è registrato un decesso (un 58ene di Civitanova Marche, con patologie pregresse, che era ricoverato a Marche Nord) che porta il totale a quota 3.063; 105 i nuovi casi di positività con incidenza in calo a 52,28 per 100mila abitanti. Dei 105 nuovi contagi 29 sono stati rilevati in provincia di Pesaro Urbino; seguono i casi delle province di Ancona (21), Ascoli Piceno (17), Macerata (16); Fermo (10); 12 da fuori regione. Le persone con sintomi sono 18; i casi comprendono contatti stretti di positivi (31), contatti domestici (27), in setting lavorativo (3) e in ambiente di vita o socialità (1) mentre su altri 24 casi sono in corso approfondimenti epidemiologici. I tamponi eseguiti sono 3.178 (1.748 del percorso diagnostico con positività al 6%; 1.370 del percorso guariti) oltre a 977 test antigenici (33 positivi). Nelle Marche sono attualmente 43 gli ospiti di strutture territoriali e quattro in osservazione nei pronto soccorso. Il totale dei positivi (ricoveri più isolamenti) scende a 2.958 (-34) di cui 2.873 in isolamento domiciliare; le quarantene per contatto contagiati sono 3.810 (-143) e i guariti/dimessi 106.845 (+138).

 

Basilicata

Trentaquattro dei 1.008 tamponi esaminati in Basilicata nelle ultime 24 ore sono risultati positivi al Covid: lo riporta il bollettino della task force regionale, che parla anche di 67 nuove guarigioni (sono in totale 27.075 coloro che hanno superato la malattia). I positivi in isolamento domiciliare sono 1.187, mentre le persone ricoverate in ospedale sono 49, quattro delle quali in terapia intensiva. Per quanto riguarda i vaccini, ieri ne sono state somministrate 2.459 dosi: la prima dose è già andata a 413.028 lucani (74,7%), la seconda a 351.659 (63,6%).

 

Calabria

Secondo il bollettino sull'emergenza Covid-19 diffusi dal dipartimento Tutela della salute della Regione Calabria, sono 163 i nuovi contagi registrati (su 3.770 tamponi effettuati), +259 guariti e 4 morti (per un totale di 1.369 decessi). Il bollettino, inoltre, registra -91 attualmente positivi, -84 in isolamento, -8 ricoverati e, infine, +1 terapie intensive (per un totale di 15). L'Asp di Crotone comunica 23 nuovi soggetti positivi di cui 3 migranti; l'Asp di Cosenza comunica che a seguito di verifiche effettuate, oggi si comunica 1 decesso, avvenuto in data 14/09/2021, di un residente fuori regione in precedenza comunicato tra i residenti.

 

Friuli Venezia Giulia

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 4.725 tamponi molecolari sono stati rilevati 93 nuovi contagi con una percentuale di positività del 1,97%. Sono inoltre 4.648 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 9 casi (0,19%). Nella giornata odierna si registra il decesso di un uomo di 87 anni residente a Trieste, ricoverato in ospedale; 9 sono le persone ricoverate in terapia intensiva, mentre i pazienti in altri reparti risultano essere 47. Lo comunica il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. I decessi complessivamente ammontano a 3.813, con la seguente suddivisione territoriale: 818 a Trieste, 2.022 a Udine, 679 a Pordenone e 294 a Gorizia. I totalmente guariti sono 107.521, i clinicamente guariti 110, mentre quelli in isolamento risultano essere 1.317. Dall'inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive complessivamente 112.817 persone con la seguente suddivisione territoriale: 22.806 a Trieste, 52.182 a Udine, 22.671 a Pordenone, 13.580 a Gorizia e 1.578 da fuori regione. Il totale dei casi positivi è stato ridotto di 2 unità a seguito di 2 test positivi rimossi dopo la revisione del caso, di cui uno relativo al territorio udinese e uno a quello triestino. Per quanto riguarda il sistema sanitario regionale, sono state rilevate le positività di un amministrativo e di un infermiere dell'Azienda sanitaria universitaria Giuliano Isontona e di un Operatore socio sanitario dell'Azienda sanitaria universitaria Friuli Centrale. Non sono stati rilevati casi tra gli ospiti delle strutture residenziali per anziani presenti in regione mentre si registra la positività di due operatori di una struttura dell'area triestina. Infine va rilevato il caso di una persona rientrata dalla Romania.

 

 

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 18 Settembre, 00:14 © RIPRODUZIONE RISERVATA