Mondragone, Salvini dopo le contestazioni: «Tra pochi giorni torno, i violenti non ci fermeranno»

Martedì 30 Giugno 2020
1

«Chi non vuole cambiare le cose a Caserta, Napoli e in Campania è la camorra, è l'unica che ci guadagna dai rifiuti in strada o dal lavoro illegale. Detto questo, tornerò con ancora più grinta a Mondragone entro una settimana». Così il leader della Lega Matteo Salvini venuto in visita a Castel Volturno (Caserta) per un incontro con i sostenitori.
Un incontro legato al territorio che non ha impedito a Salvini di parlare di un argomento di strettissima attualità politica: il Mes. «Portino in Aula un voto sul Mes e vedremo il Parlamento italiano che è sovrano come voterà. Penso che la maggioranza sia assolutamente a favore dell'interesse nazionale e quindi contro il Mes. Portino il Mes in Parlamento e vediamo come vota il Parlamento». 

Mes, Di Maio: «Mi fido di Conte». Così Luigi punta a mettere in difficoltà il premier

Ma anche a Castel Volturno si registra qualche contestazione per Salvini. È successo quando il leader della Lega, dopo aver concluso il comizio in piazza 8 settembre 1943, ha fatto una passeggiata per alcune viuzze del centro storico, ed è stato contestato da alcuni manifestanti: «Vattene» gli hanno urlato, mentre altri esponevano uno striscione già visto ieri a Mondragone. Agenti della Digos di Caserta sono intervenuti per riportare la calma; il resto l'hanno fatto i sostenitori di Salvini, che l'hanno applaudito intonando in coro « Salvini, Salvini». Lui, ha solidarizzato con gli agenti. «Mi è dispiaciuto vedere poliziotti e carabinieri tenere a bada quattro pirla». E aggiunge: «Se uno indossa una divisa vorrebbe inseguire i delinquenti veri, non quei figli di papà».
 

Il leader del Carroccio ha promesso di tornare a Mondragone: «Ieri in piazza volavano sassi, uova, bastoni, ma i violenti non ci fermeranno. Nell'arco di pochi giorni tornerò». Lo ha detto il leader della Lega Matteo Salvini intervistato da Radio Crc dopo la sua visita di ieri a Mondragone (Caserta) tra le contestazioni. «Ci sono state aggressioni - ha detto Salvini - ai cittadini e ai poliziotti. Quello non è ragionamento politico. È un idiota anche chi lancia immondizia, si può non essere d'accordo ma bisogna rispettare gli altri cittadini».

Focolaio Mondragone, altri 23 casi. Salvini, alta tensione e cariche della polizia: stop al comizio

 

Ultimo aggiornamento: 14:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA