Pd, Renzi presenta il libro "Un'altra strada": «Credo nell'Italia, il futuro batterà la paura»

Matteo Renzi
«E' un inno all'ottimismo il libro "Un’altra strada". E voi direte: Matteo, ma ti senti bene? Qui l’economia fa come il gambero, l’Italia torna in recessione e tu sei ottimista? E per cosa? Sono ottimista perché credo nell’Italia. Ci credo oggi più di ieri. Non lo facevo per finta quando guidavo il governo. E dunque ci credo ancora oggi. Nonostante i colpi terribili che il populismo economico e di politica estera sta dando alla nostra credibilità». Così nell’e-news Matteo Renzi presenta il suo nuovo libro in uscita in libreria il 14 febbraio ma già disponibile su Amazon.

«Sono ottimista - scrive l’ex premier - perché la politica vincerà sul populismo. La cultura vincerà sull'ignoranza. La verità vincerà sulle Fake News. L’Europa vincerà sul nazionalismo. Il lavoro vincerà sull'assistenzialismo. E alla fine il futuro avrà la meglio sulla paura. Non sono temi messi lì a caso, né slogan vuoti: sono i capitoli del libro. Provo a discutere nel merito, punto per punto, del futuro che ci aspetta. Facendo chiarezza su alcune vicende del passato, certo: dal depistaggio contro di me allo Ius Soli. Ma anche e soprattutto offrendo idee per il futuro. È un’altra strada quella che ci serve».

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 12 Febbraio 2019, 11:26






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Pd, Renzi presenta il libro "Un'altra strada": «Credo nell'Italia, il futuro batterà la paura»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 9 commenti presenti
2019-02-12 20:36:32
Ma non doveva ritirarsi e diventare un cittadino qualunque ?
2019-02-13 10:57:41
per questo voleva anche far eliminare del tutto il "senato" (quando non aveva ancora l'eta') e poi lo hanno fatto senatore...E non offendiamo "il cittadino qualunque".
2019-02-12 16:28:20
Come scrittore è un fenomeno, non c'è dubbio. Di quello che ha detto mi piacciono le ultime 7/8 parole, ovvero " È un’altra strada quella che ci serve". Purtroppo sarà il fatto che essendo stato concentrato a scrivere il libro l'Abruzzo ne ne sia andato da un'altra parte, evidentemente non se ne è accorto, fa niente. Però che non si sia accorto che "un'altra strada" sia già stata imboccata dagli italiani mi fa meraviglia e su questa c'è il divieto di svolta a sinistra.
2019-02-12 20:12:28
hai ragione, adesso aspettiamo il libro di salvini
2019-02-12 20:32:45
"Obbligo di svoltare a destra", questo è il titolo, condiviso dalla maggioranza degli italiani che non si sono venduti, mi sembra appropriato che ne dici?