Ora di religione, parlamentari cattolici contro la mozione Pd-Leu-M5s e Bonino di rivedere concordato

PER APPROFONDIRE: cattolici, m5s, ora religione, pd
Ora di religione, parlamentari cattolici contro la mozione Pd-M5s-Leu e Bonino rivedere concordato

di Franca Giansoldati

Città del Vaticano – La richiesta (portata avanti da un gruppo di parlamentari che va dal Pd a Leu, per passare da Emma Bonino a M5S) di impegnare Governo e Parlamento a rivedere in modo radicale i rapporti fra Stato e Chiesa – a cominciare dall'abolizione della religione all'8 per mille - riapre un vespaio che mette in allarme la Chiesa. A farsi portavoce della preoccupazione che serpeggia tra Camera e Senato è Argomenti2000, di Ernesto Preziosi, che a nome di tanti taglia corto: l'obiettivo «non è condivisibile. In più ha una modalità e un’impostazione che appaiono del tutto destoricizzate».

La sorpresa è palpabile. «In un momento storico nel quale appare evidente come il religioso sia un fatto costitutivamente pubblico e non possa essere in alcun modo compresso nella sola sfera individuale, la proposta di abolire del tutto l’insegnamento della religione dal piano di studio appare un gesto di ideologica miopia piuttosto che una rivendicazione della indipendenza della cultura e dell’insegnamento garantiti dallo Stato». 

Le sollecitazioni rivolte al governo sono state depositate al Senato da Riccardo Nencini e firmate da Emma Bonino (+Europa), Maurizio Buccarella (M5S), Roberto Rampi (Pd), Loredana De Pretis (Leu), Carlo Martelli (Gruppo Misto), Elena Fattori (M5S), Tommaso Cerno (Pd) e Matteo Mantero (M5S). Preziosi aggiunge che “la laicità danneggia la credibilità di un partito come il PD che vorrebbe poggiare le proprie fondamenta nelle migliori tradizioni riformiste del paese, tanto laiche quanto cattoliche. Forse è urgente che il PD, in questa nuova fase, maturi una propria sensibilità sulla laicità, costruita nel solco costituzionale che riconosce al religioso un ruolo pubblico e il diritto alla sua piena e libera espressione a tutela della libertà democratica di tutti».

Come dire che il nuovo corso di Zingaretti, non può permettersi scivoloni laicisti, «pena il giocarsi un consenso di una componente cattolica già in difficoltà». I punti che sono richiesti sono quattro: l'abolizione dell'ora di religione e sostituirla con un’ora obbligatoria di educazione civica. L'avvio della procedura   per modificare i criteri dell’8 per mille, la revisione dell'Imu sui beni immobili della Chiesa e l'inizio di un’azione determinata a dare attuazione alla sentenza della Corte europea recuperando l’Ici non pagata negli anni passati.

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 16 Giugno 2019, 20:53






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Ora di religione, parlamentari cattolici contro la mozione Pd-Leu-M5s e Bonino di rivedere concordato
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 6 commenti presenti
2019-06-18 11:14:28
Ora di religione facoltativa, se non si vuole si puo andare in un altra aula con altre facoltá( non a casa) in quanto all'8x 1000 toglierlo sarebbe un anche una cosa sensata.In Germania i sacerdoti vengono pagati dallo stato, il quale si rifá sui lavoratori tassandoli, e questo per tutte le religioni non c'é distinzione alcuna
2019-06-18 15:43:03
In Germania se nella dichiarazione dei redditi un cittadino dichiara di ''non'' appartenere a nessuna religione, non paga ''la tassa'' sulle religioni, una tassa ben salata, mentre la paga di dichiara di appartenere ad una determinata religione. Legga su internet l'articolo: *La "tassa sulle religioni" in Germania - Il Post*. Inoltre ho letto che: ''Chi decide di uscire dalla comunità per non versare la tassa sulle religioni alla Chiesa non è più cattolico e non può avere accesso ai sacramenti, ...''. In italia anche gli atei debbono contribire a finanziare le religioni.
2019-06-17 13:48:11
Forse la Bonino, in colloqui con Papa Francesco, ha delineato un nuovo patto? In considerazione del loro noto rapporto d'amicizia...
2019-06-17 11:32:47
Quattro sono i punti della proposta e sono d'accordo su ognuno di essi. Questi argomenti come sono stati affrontati e risolti negli altri Paesi dell'Unione Europea? Per esempio la religione si puo' benissimo insegnare nelle parrocchie, per l'8 per mille si puo' seguire benissimo la legislazione della Germania. Purtroppo siamo in italia la cui politica deve, su tante questioni, soggiacere al volere di un presunto Dio.
2019-06-17 09:18:24
Perfettamente d'accordo con la proposta dei Parlamentari soprattutto per quanto riguarda il pagamento delle imposte e l'8 per mille.