Giorgia Meloni «leader più "concreto" in Ue» per Politico: battuti Macron e von der Leyen. Tra i "sognatori" vince Zelensky

Per la testata giornalistica, la premier ha saputo rovesciare governo i pregiudizi che ne avevano accolto la nomina a capo del Governo

Mercoledì 29 Novembre 2023 di Riccardo Palmi
Giorgia Meloni leader più "concreto" in Ue per Politico Europe: la classifica

Giorgia Meloni in testa alla classifica dei leader politici europei. A incoronare la premier italiana è la versione europea di Politico, nota (e influente) testata americana, che ha stilato la lista delle personalità più importanti in Ue nel 2024 sotto vari profili.

Meloni è in testa alla classifica dei "Doers" (letteralmente "chi fa", inteso come i più concreti), descritta come un «camaleonte» capace di rovesciare in un anno di governo i pregiudizi che ne avevano accolto la nomina a primo ministro.

Le motivazioni

La sua ascesa «lo scorso anno ha fatto correre un brivido lungo la schiena dei centristi di tutto il Continente e non solo», scrive Politico. Invece la premier italiana ha stupito soprattutto sulla politica estera: in primis sul sostegno a Kiev, con Meloni che ha subito «denunciato "l'inaccettabile atto di guerra su larga scala della Russia di Putin contro l'Ucraina", per poi recarsi a Kiev all'inizio dell'anno in segno di solidarietà». A maggio poi, in occasione del vertice del G7 in Giappone, la premier «ha piacevolmente sorpreso i funzionari statunitensi per il suo desiderio di costruire una forte relazione con Biden; due mesi dopo, ha visitato la Casa Bianca, dove ha ricevuto un trattamento Vip completo». E ancora, «oggi sembra essere in buoni rapporti con la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen, e ha persino lavorato a stretto contatto con lei e con il primo ministro olandese Mark Rutte per trovare un accordo sfortunato con la Tunisia per limitare le partenze dei migranti». Politico sottolinea anche i punti più complicati di questo anno di governo, dallo scherzo telefonico dei "comici" russi (pur ricordando come «Meloni non è certo il primo politico di alto profilo ad essere caduto nel tranello»).

Nostalgia canaglia: dall'ex ministro della Lega Roberto Castelli a Nichi Vendola e Renato Soru, quanti ritorni in politica

«Il prossimo anno elettorale - prosegue Politico - sarà cruciale per Meloni» e per l'Ecr, il gruppo dei conservatori e riformisti di FdI in Europa. «Con gli elettori di tutta l'Ue che si recheranno alle urne a giugno e con Fratelli d'Italia di Meloni che sembra più forte che mai, non è un segreto che il Partito Popolare Europeo di centro-destra abbia corteggiato il leader italiano, forse con l'obiettivo di un pareggio post-elettorale che potrebbe ridisegnare il panorama politico europeo». Al centro infatti rimane l'ipotesi, di certo complicata, di vedere dopo le elezioni europee del 2024 un asse diverso da quello Socialisti-Popolari che finora ha retto le sorti di Bruxelles. 

Gli altri leader

Il vincitore della classifica generale di Politico è il possibile futuro premier polacco Donald Tusk, ribattezzato «vento del cambiamento». Completa il podio nella categoria di Meloni (quella dei "concreti") la presidente della Commissione Ursula von der Leyen e il leader francese Emmanuel Macron. In testa al gruppo dei "Dreamers" (sognatori) c'è il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, seguito dal dissidente russo Alexei Navalny e dal ministro dell'Interno francese Gérald Darmanin.

La Premier Meloni incontra il presidente ceco Pavel a Palazzo Chigi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmemedia.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci