M5S, Di Battista: «Né filo Putin né filoTrump, siamo per la sovranità. I migranti un business»

Di Battista: «Né filo-Putin, né filo-Trump, siamo per la sovranità. I migranti sono un business»
«Il Movimento 5 Stelle non è filo-Putin e non è filo-Trump. Siamo stati associati a un fronte trumpista soltanto per difeso la sovranità del popolo nordamericano. Così come non siamo filo-Putin solo perché abbiamo sostenuto e continuiamo a sostenere con forza la necessità di un dialogo con la federazione russa soprattutto in chiave anti-terrorismo». Lo ha detto il deputato M5S Alessandro Di Battista durante la presentazione alla stampa del programma esteri del Movimento 5 Stelle.

«Il Ms5 porta avanti la sovranità, perché siamo un grande paese e perché la domanda che ci facciamo è: che fine ha fatto l'Unione europea? Non siamo noi il pericolo, l'Unione europea si sta smantellando da sola mentre nessun leader prende posizione sulla più grande bomba sganciata dopo Hiroshima», ha sottolineato poi Di Battista. 

«Il M5s vuole difendere i propri confini e se saremo forza di governo ritireremo le nostre truppe dall'Afghanistan. Questo è il M5s», ha sostenuto ancora il deputato M5s. «Noi - ha inoltre affermato Di Battista - crediamo nel disarmo e lo diremo chiaramente alle autorità Usa e Russe».

«La domanda che ci facciamo tutti è: che fine hanno fatto le Nazioni Unite, quest'organizzazione fantasma superata regolarmente da coloro che hanno il grilletto facile? E che fine ha fatto l'Unione Europea? La Ue si sta smantellando da sola» dal momento che «nessun leader europeo ha il coraggio di prendere posizione rispetto alla bomba più grande sganciata dopo Hiroshima e Nagasaki» in Afghanistan, ha poi osservato ancora il leader grillino.

«M5S vuole senz'altro un'Unione europea estremamente forte, ma per noi Unione Europea non coincide per forza con Unione Monetaria. Perché oggi è avvilente vedere come la Ue si sia schiacciata su posizioni filo-americane. Il Movimento 5 Stelle - ha sottolineato quindi il parlamentare - vuole costruire relazioni politiche ed economiche ancora più forti con gli Usa, ma essere alleati non vuol dire essere sudditi».

«A chi dice che il nostro programma esteri non va preso sul serio e agli analisti che dicono che il nostro programma è un'utopia ricordo che è stato votato da 23 mila cittadini e che sarebbe un azzardo continuare a permettere a soggetti che hanno causato i drammi che viviamo, di farci dire come dovremmo agire», ha poi rimarcato Di Battista. «I politici invece ci prendono molto sul serio, tant'è che pensano alle larghe intese per contrastarci. E anche gli ambasciatori di Paesi Europei e non, ci prendono sul serio e ci chiedono di incontrarci», ha aggiunto il deputato.

«L'immigrazione è un business per qualche forza politica, per alcuni partiti costituisce una forma alternativa al finanziamento dei partiti come per il Ncd», ha poi accusato Di Battista, annunciando che «nei prossimi giorni presenteremo un programma più dettagliato sull'immigrazione».

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 18 Aprile 2017, 19:27






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
M5S, Di Battista: «Né filo Putin né filoTrump, siamo per la sovranità. I migranti un business»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2017-04-19 10:05:05
Scambia le cause con gli effetti, e mesta nel torbido. Tutti discorsi da bar. Esilarante la frase "crediamo nel disarmo e lo diremo chiaramente alle autorità Usa e Russe": immagino che quelli penseranno "mo' me lo segno" alla Troisi.
2017-04-19 07:52:51
filobeppe.
2017-04-18 21:38:58
col facile populismo si va al potere ma poi comandare è tutta un altra cosa. per andare all'onu e farsi sentire serve quantomeno una voce forte. e lo stesso in europa. e non è uscendone che si risolvono i problemi. vediamo anche la gran bretagna che sta vacillando perchè si è resa conto che uscire dall'europa non è stata una buona idea.
2017-04-18 21:21:13
Sono d'accordo con la dichiarazione dell'On. Alessandro Di Battista su tutto meno che su un punto. Nel 5^ capoverso si parla dell'Unione Monetaria Europea. Riguardo alla proposta di Referendum sull'Euro da parte del M5S, anche se ritengo giusto che i cittadini italiani siano interpellati perché i nostri Governanti non lo hanno mai fatto, quel giorno voterò affinché il nostro Paese ne rimanga membro. Lo dico perché per l'Italia, l'uscita dall'Unione Europea, in presenza di un Debito pubblico spaventoso, sarebbe una terribile catastrofe in particolare per la parte della popolazione meno abbiente.
2017-04-18 20:33:37
.... questo ancora confonde l'immigrazione con l'invasione.. sempre la stessa minestra riscaldata..