Furbetti bonus, Tridico: «La procedura ha seguito la legge, esigenza pagare subito»

Venerdì 14 Agosto 2020
Furbetti bonus, Tridico: «La procedura ha seguito la legge, esigenza pagare subito»
1

«La procedura costruita dall'amministrazione si basa sulla legge, basandosi sui nostri archivi, si attinge alla presenza o meno di altri fondi previdenziali obbligatori». Lo ha detto il presidente dell'Inps, Pasquale Tridico, in audizione in commissione Lavoro alla Camera, sul caso dei furbetti del bonus«Nel periodo di covid l'esigenza era pagare e non controllare, pagare subito e poi controllare, questo è fatto». «L'estrema semplificazione dei requisiti di accesso alla misura rischiava di essere appetibile a chi fa delle frodi la sua missione. La direzione centrale Antifrode ha attivato così un controllo parallelo, diverso a seconda della prestazione ma uguale come output. L'attività ha consentito di individuare oltre 3mila matricole aziendali, evitando elargizioni non dovute».
 

Furbetti del bonus, ecco chi sono: la lista. Al Nord il picco delle richieste

Bonus Inps, Matteo Salvini: «Noi siamo stati coerenti, lo siano anche gli altri partiti»

«Il 9 agosto esce la notizia senza i nomi perché i nomi non li sa nessuno e non li da l'Istituto, che garantisce la privacy», ha proseguito. «Gli approfondimenti sono in corso ancora oggi: con il decreto cura Italia il governo ha risposto mettendo a disposizione 10 miliardi di euro e cercando di dare una risposta veloce ai cittadini che ne avevano bisogno. Erano momenti convulsi. L'Istituto ha risposto in modo efficace predisponendo una misura quella del bonus che non esisteva». Tridico ancora: «Respingo le accuse di una azione manipolata, le strutture sono autonome e la loro azione è stata egregia, hanno dato lacrime e sangue per metersi al servizio del paese».

«In tutto, le prestazioni hanno riguardato 13,3 milioni di persone durante un periodo in cui sono state pagate anche le prestazioni ordinarie, da pensioni a quelle di invalidità, per un totale di 41 milioni di individui e aziende. Sommati alle prime, si può dire che tutto il Paese ha avuto a che fare con l'istituto in quel periodo», ha concluso il presidente Inps.
 

 

 

Ultimo aggiornamento: 15 Agosto, 00:38