Elezioni comunali, non serve il Green pass: chi è in quarantena deve fare domanda (ma entro oggi)

Lunedì 27 Settembre 2021 di Diodato Pirone
Elezioni comunali, non serve il Green pass: chi è in quarantena deve fare domanda entro oggi
1

Le prossime elezioni comunali del 3 e 4 ottobre, prime elezioni a pandemia "leggera", saranno affrontate con regole particolari.

NIENTE GREEN PASS AI SEGGI

Innanzitutto va detto che il Green pass non serve agli elettori che andranno ai seggi. Le sezioni adotteranno tutte le precauzioni necessarie. Quindi si entrerà in poche persone per volte nelle aule preparate per le elezioni e chi si disporrà in fila nei corridoi dovrà rispettare il distanziamento sociale. Il green pass non servirà neanche agli scrutatori per la tornata del 3 e 4 ottobre mentre invece sarà necessario per il ballottaggio del 17 e 18 settembre.

SI CREERANNO ASSEMBRAMENTI?

C'è un giorno e mezzo di tempo per votare (tutta la giornata di domenica e la mattinta di lunedì fino alle 15) e dunque difficilmente si creeranno assembramenti anche perché l'affluenza alle comunali difficilmente supera il 60% degli aventi diritto.

Berlusconi, lettera agli elettori romani: «Raggi ha tradito, Michetti voto necessario per cambiare la storia»

ARRIVARE AL SEGGIO CON LE IDEE CHIARE

E' importante arrivare ai seggi sapendo già per chi votare in modo da non perdere tempo visto che le schede saranno due (Comune e circoscrizione) e si possono dare preferenze.

CHI E' IN ISOLAMENTO PUO' VOTARE DA CASA?

Le persone che sono in quarantena o in isolamento fiduciario possono votare da casa. Attenzione, però, entro oggi (27 settembre) devono presentare una domanda agli uffici comunali. Per il Comune di Roma la richiesta può essere presentata all'Ufficio Sezioni Ospedaliere di via Luigi Petroselli, oppure usando la mail agli indirizzi specificati sul sito di Roma Capitale (www.comune.roma.it). Meglio via pec, visto che in questo modo la comunicazione vale come una raccomandata. La domanda deve essere accompagnata da un apposito certificato medico. La scheda elettorale, messa in una busta, sarà sanificata con apposite procedure.

M5s e Pd apparentati al ballottaggio nelle elezioni amministrative: Letta ci crede, ma Conte frena

Naturalmente il voto da casa non è riservato solo ai contagiati da Covid o da chi è posto in quarantena ma anche da persone che soffrono di malattie per le quali sono impossibilitate a muoversi.

Ultimo aggiornamento: 28 Settembre, 11:34 © RIPRODUZIONE RISERVATA