Covid, Mattarella: «Servono responsabilità e orgoglio per evitare di tornare nelle condizioni di marzo-aprile»

Martedì 20 Ottobre 2020
Covid, Mattarella: «Servono responsabilità e orgoglio per evitare di tornare nelle condizioni di marzo-aprile»

Non ha dubbi Mattarella: «Evitando contatti superflui, siamo chiamati a fornire il nostro contributo per evitare di ricadere nelle condizioni di marzo-aprile. Siamo chiamati ad una prova d'orgoglio». Lo afferma il presidente della Repubblica Sergio Mattarella nel corso delle onorificenze a chi si è distinto nella lotta al Covid.

Milano, Sala: «Coprifuoco per 3 settimane, vediamo curva contagi»

Covid, cure sospese per il lockdown: boom di persone morte in casa per altre malattie

Vaccino, Conte: «Prime dosi a dicembre, ma per contenere la pandemia va attesa la primavera»

Nunzia De Girolamo positiva al Covid: «Ho dei dolori lancinanti, è davvero dura». Boccia negativo e in isolamento

Occorrono «comportamenti diffusi di tutti nel nostro Paese, perché tutti siamo chiamati a contribuire a sconfiggere la pandemia con i comportamenti, le mascherine, il distanziamento sociale, con i comportamenti responsabili, evitando occasioni di contatti superflui. Abbiamo tutti la responsabilità e siamo tutti chiamati a contribuire. Mattarella ha sottolineato ancora che «siamo tutti chiamati a fornire il nostro contributo per superare questa condizione difficile che si sta presentando ed evitare di ricadere nelle condizioni di marzo e aprile».

 

 

Ultimo aggiornamento: 13:17 © RIPRODUZIONE RISERVATA