Sanità umbra, la governatrice del Pd Catiuscia Marini si è dimessa

PER APPROFONDIRE: catiuscia marini, pd
Catiuscia Marini
PERUGIA - Catiuscia Marini si è dimessa. La serata di domenica e le pressioni dei consiglieri regionali lunedi mattina l'hanno convinta. La presidente ha confermato le sue dimissioni.

La presidente della Giunta regionale Catiuscia Marini (indagata nell'inchiesta sui concorsi pilotati all'ospedale di Perugia per abuso d'ufficio, rivelazione di segreto e falso) con una comunicazione Pec alla presidente
dell’Assemblea legislativa Donatella Porzi, ha formalizzato la conferma delle dimissioni da lei presentate “ai sensi dell’articolo 64, comma 3 dello Statuto regionale, già comunicate in data 16 aprile 2019 e discusse
dall’Assemblea nelle sedute del 7 e 18 maggio scorso”.

La presidente Marini parla di «percorso dettato esclusivamente da ragioni istituzionali, di correttezza e di rispetto per tutti i componenti dell’Assemblea, sia di maggioranza, sia di opposizione, e non certo da ragioni personali».  La lettera si conclude con i ringraziamenti alla presidente dell’Assemblea legislativa «per la collaborazione istituzionale di questi anni, al servizio delle istituzioni e della comunità regionale», ai componenti dell’assemblea legislativa e al personale di Giunta e Consiglio «che in questi 9 anni mi ha supportato con competenza, rigore e professionalità nello svolgimento del mio complesso mandato istituzionale». 
La conferma delle dimissioni della Presidente della Giunta regionale dovrà essere formalizzata in una seduta dell’Assemblea legislativa che dovrà provvedere a completare le procedure previste dall’articolo 64, comma 3
dello Statuto regionale.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 20 Maggio 2019, 12:31






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Sanità umbra, la governatrice del Pd Catiuscia Marini si è dimessa
CONDIVIDI LA NOTIZIA
VIDEO
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2019-05-20 16:50:10
Ne ero certo, ricordo che il PD non caccia nessuno, di solito se ne vanno come ha fatto Rossi ( presidente della Toscana) per poi accorgersi di inseguire le chimere a sinistra dando in mano il paese a salvini e di maio, gli iscritti vengono cacciati solo in casi estremi in quanto rispettando i dettami della Costituzione siamo tutti innocenti fino a prova contraria.
2019-05-20 16:09:17
Ci ha messo cosi' tanto tempo per le e' risultato oltremodo difficile far andar via il Bostik che le impediva di alzarsi dalla carrega.
2019-05-20 21:40:35
Non era Bostik lapasoa, ma un collante di produzione sovietica particolarmente tenace. Certamente portato come souvenir dopo qualche gemellaggio nell'URSS ai bei tempi del Sol dell'Avvenir....