Berlusconi, nuovo tampone positivo al Covid: è in isolamento. Il virologo: «È asintomatico»

Sabato 26 Settembre 2020
Berlusconi, nuovo tampone positivo al Covid: è in isolamento. Il virologo: «È asintomatico»
3

Nuovo tampone positivo al Covid, ieri, per Silvio Berlusconi. Dopo il ricovero al San Raffaele, il Cav sta trascorrendo la quarantena a Villa San Martino, in un isolamento quasi completo. Con lui, nella residenza di Arcore, la compagna Marta Fascina. Berlusconi la prossima settimana compirà 84 anni, ma per evitare contatti non ci sarà nessuna festa di compleanno.

Berlusconi dimesso dal San Raffaele dopo il Covid: «Prova più pericolosa, ma l'ho scampata»
Silvio Berlusconi migliora, esami e lastra incoraggianti. Positiva anche la figlia Marina
Silvio Berlusconi, anche la fidanzata Marta Fascina ha il coronavirus

L'ex premier non avrebbe sintomi rilevanti, a quanto si apprende, a parte l'astenia tipica della convalescenza post Covid, che talvolta incide sull'umore, anche in un paziente combattivo come il Cav. La situazione sarebbe sotto controllo, sempre monitorata dal professor Alberto Zangrillo. 

«Non ho sintomi. Mi sento come un leone in gabbia». Berlusconi aveva lasciato l'ospedale San Raffaele, dove era stato ricoverato, una decina di giorni fa per tornare a casa. 
 


Berlusconi, Clementi rassicura

«È una positività al coronavirus Sars-CoV-2 molto bassa» quella del leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi. «E non richiede terapie. Lui è totalmente asintomatico. Siamo a quei livelli borderline in cui ci si chiede sempre se questi soggetti siano veramente infettanti o meno. Succede». A spiegarlo, contattato dall'Adnkronos Salute, è il virologo Massimo Clementi, ordinario di Microbiologia e Virologia all'università Vita-Salute San Raffaele di Milano, direttore del Laboratorio di Microbiologia e Virologia dell'Irccs ospedale San Raffaele. L'ex premier era risultato positivo al tampone il 2 settembre. Poi il 4 si era deciso per il suo ricovero al San Raffaele, dopo che gli esami avevano indicato la presenza di un principio di polmonite bilaterale. È stato trattato con l'antivirale remdesivir e dimesso il 14 settembre per proseguire con l'isolamento a domicilio. Oggi, dopo circa 25 giorni, è ancora positivo, ma Clementi assicura: «Sta bene, è totalmente asintomatico. Forse un po' abbattuto dal dover stare ancora in isolamento e non poter essere totalmente fuori da questa storia. Ma succede. Abbiamo avuto casi di positività molto più lunga», conclude l'esperto.

Ultimo aggiornamento: 12:06 © RIPRODUZIONE RISERVATA