Pietro Bartolo, medico dei migranti di Lampedusa: «Ho visto sbarcare l'orrore, indifferenza più crudele del mare»

PER APPROFONDIRE: lampedusa, migranti, pietro bartolo, strage
Pietro Bartolo, medico dei migranti di Lampedusa: «Ho visto sbarcare l'orrore, indifferenza più crudele del mare»
«Quello che succede in Libia, quello che ci raccontano e che vediamo, sono degli orrori». Così ha raccontato Pietro Bartolo, medico di Lampedusa, ieri sera a Che tempo che fa, su Rai Uno che ha riportato alla memoria gli eventi più tragici a cui ha assistito. Il medico ha ricordato commosso i bambini «vestiti a festa» morti nel naufragio dell'ottobre 2013.

LEGGI ANCHE Migranti, il flop dei ricollocamenti: i profughi restano in Italia

 


«Tempo fa hanno portato a Lampedusa una ragazza giovane che aveva perso l'uso delle gambe. Mi aveva detto che l'avevano violentata fino a paralizzarla. È arrivata con una bambina. La mamma che era in condizioni ai minimi termini, non pesava più di trenta chili. Quando abbiamo dato alla bambina i biscotti, lei non li ha mangiati, li ha sminuzzati e imboccava la mamma come un uccellino. Erano sei mesi che si prendeva cura della mamma. Aveva quattro anni. Quando le abbiamo dato un giocattolo non lo ha voluto, non era più una bambina».

Bartolo ha ringraziato le Ong, la Capitaneria di Porto e la Marina che hanno salvato in questi anni tanti migranti.
«Quel mare sa essere molto crudele. Ma più crudele è quel mare di indifferenza che c'è oggi in Europa». Poi Bartolo ha raccontato un'altra toccante storia di una bambina di otto anni partita dalla Nigeria per raggiungere la madre che era stata costretta a scappare perché ritenuta una strega.
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 4 Febbraio 2019, 12:49






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Pietro Bartolo, medico dei migranti di Lampedusa: «Ho visto sbarcare l'orrore, indifferenza più crudele del mare»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti