Virus, senza mascherine al chiuso: a Salerno prime 3 multe da mille euro dopo l'ordinanza De Luca

Sabato 25 Luglio 2020
Virus, senza mascherine al chiuso: a Salerno prime 3 multe da mille euro dopo l'ordinanza De Luca

Il mancato utilizzo della mascherina al chiuso costa molto caro in Campania dove stanno fioccando le multe. Le prime tre da mille euro sono state elevate a Salerno, questa mattina, in tre esercizi commerciali della zona orientale - in applicazione dell'ordinanza firmata ieri sera dal governatore Vincenzo De Luca - Non si esclude la chiusura degli stessi locali. Il sindaco di Salerno Vincenzo Napoli, accompagnato da alcune pattuglie della polizia municipale, ha effettuato personalmente sopralluoghi per constatare se gestori e personale degli esercizi commerciali rispettassero le disposizioni anti Covid.

Virus, nuovi contagi dall'estero: arrivi dall'Est e movida sotto la lente della Regione Lazio

Per il sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli, la maximulta «è giusta e va applicata senza sconti a nessuno. Non solo i gestori degli esercizi commerciali ma anche i clienti devono rispettare le norme. Serve una battaglia di tutti per sconfiggere questo virus. Ognuno di noi deve fare la propria parte. Gli atti repressivi sono la soluzione estrema che verranno comunque applicati se la situazione non cambia». Proprio nella provincia di Salerno si sono registrati molti dei nuovi contagi degli ultimi giorni in Campania, e il sindaco Napoli, d'intesa con il prefetto, aveva già disposto un giro di vite nei controlli. «Il Covid non è stato sconfitto. Ognuno di noi - ricorda - dovrebbe attenersi a semplici regole e comportamenti: lavarsi le mani, mantenere le distanze di sicurezza, evitare assembramenti ed indossare la mascherina. Intanto che arrivi il vaccino. Non è sicuramente facile controllare tutti e tutto. Deve scattare un meccanismo interiore nella coscienza di ognuno. Alle azioni persuasive, per chi sbaglia, seguiranno anche durissime azioni repressive se necessarie. Spero che i miei concittadini capiscano che bisogna salvaguardare la propria e l'altrui salute».
 

 

Virus, Zaia e Fedriga: «Esercito per blindare i confini». Allarme contagi dai Balcani

Ischia, multati tre bar e un ristorante

Multati tre locali ad Ischia, tre bar ed un ristorante, per il mancato rispetto delle normative anti Coronavirus. I controlli sono aumentati dopo l'ordinanza del comune di Forio che impone l'obbligo della mascherina nelle zone ed orari della movida. Negli ultimi giorni sono state controllate 287 persone di cui 100 sono risultate con precedenti; sono stati elevati 4 verbali per inosservanza delle norme anti covid ad altrettanti locali (3 bar ed un ristorante), di cui 3 a Forio ed uno ad Ischia Porto, ed un verbale per inosservanza delle norme del codice della strada mentre nessuna sanzione è stata elevata per i numerosi avventori dei locali del by night isolano. Stamattina operazione congiunta della guardia costiera isolana e dei vigili urbani del comune di Ischia che hanno controllato le spiagge libere del comune isolano capoluogo per prevenire le occupazioni abusive degli arenili; sono stati sequestrati 40 tra ombrelloni, lettini e sedie a sdraio posizionati per garantire una «prenotazione» del tratto di spiaggia libera, andando così in contrasto con l'ordinanza balneare e con le norme che regolano il corretto utilizzo del demanio marittimo.

Coronavirus, flusso record di migranti: il Friuli dichiara lo stato di pre-allerta

Ultimo aggiornamento: 26 Luglio, 09:26 © RIPRODUZIONE RISERVATA