Treviso, morto in auto a 28 anni mentre andava dalla fidanzata: «Sono andata a cercarlo e l'ho trovato per strada»

Martedì 3 Agosto 2021 di Benedetta Basso
Schianto mortale in auto, lo strazio della fidanzata: «Luca era a terra non rispondeva»

CAVASO DEL TOMBA (TREVISO) - Luca Vettoretti, il 28enne di Valdobbiadene che ha perso la vita nel terribile schianto all'alba di domenica, si stava dirigendo a Possagno, a casa della ragazza 23enne, Irene Vignante, con cui aveva una relazione da pochi mesi. Dopo aver trascorso un sabato sera come tanti altri insieme ai suoi amici tra Valdobbiadene e Cornuda, li ha salutati ed è salito sulla sua Ford Fiesta grigia. Mancavano una decina di minuti e sarebbe arrivato tra le braccia della giovane Irene, ma in via Valcavasia a Cavaso qualcosa è andato storto. Luca ha perso il controllo dell'auto, finendo sul piazzale dell'azienda Teeg Elettropompe ed è stato sbalzato fuori dalla vettura. Per lui non c'è stato nulla da fare. 

Incidente mortale, lo strazio della fidanzata

Quella notte Irene e la sua famiglia lo stavano aspettando a casa. Non vedendolo arrivare lo hanno chiamato più e più volte al cellulare. Ma mai nessuna risposta. Così Irene e la sorella maggiore Francesca sono uscite per andarlo a cercare e la scena che è apparsa davanti ai loro occhi sembrava un incubo. Nella mente di Francesca, 27 anni, risuonano ancora le parole pronunciate della sorella minore. All'infinito. Invano. Amore, svegliati! Sono qui, svegliati! Ma Luca non si sarebbe più svegliato. Era senza vita accanto a quella macchina distrutta e ormai irriconoscibile. Ci sembrava di conoscerci da sempre. Mi hai riempito la vita ogni giorno di felicità ed emozioni. Sei vita! scrive la fidanzata sul suo profilo social non credevamo nemmeno noi che potesse esistere un'emozione così grande. Non riuscivamo a litigare, ridevamo sempre, ci facevamo tanti scherzi, eravamo complici in tutto. Grazie amore mio!. Sopra questa frase, due foto in bianco e nero che li ritraggono una al fianco all'altro nelle prime uscite assieme.

 

 


La tragedia dopo la vacanza insieme

Si erano conosciuti pochi mesi fa, ma sin da subito avevano capito che un'affinità speciale li legava e poco dopo, infatti, un grande amore li ha travolti. Martedì scorso erano tornati dalla loro prima vacanza insieme ed era cresciuta sempre di più la consapevolezza di essere fatti l'una per l'altro. Ma qualche giorno dopo, tante domande e un immenso dolore hanno travolto chiunque conoscesse Luca. Sei entrato nella nostra famiglia in punta di piedi, con gentilezza e rispetto, quelle qualità che ormai pochi ragazzi hanno scrive la sorella di Irene, che ha vissuto assieme a lei quella tragica scoperta e visto quella terribile scena Abbiamo paura di chiudere gli occhi perché continuiamo a rivedere quella scena surreale. Hai portato ad Irene quello che non aveva da tempo: la felicità, quella vera e continua Ci chiediamo perché. Perché è successo. Perché a te. Eri uno di quelli con l'anima buona. Resterai sempre così. Ciao Luca! Continua a rimanere accanto a mia sorella, che lei, di te, ha ancora bisogno. So che lo stai già facendo. Una drammatica notte di agosto ha tolto a molti il sorriso di Luca e sui social gli amici e i conoscenti continuano a ricordarlo e a dare messaggi di supporto a famiglia e fidanzata. Dopo l'impatto fatale il 28enne di San Giovanni è stato sbalzato fuori dalla sua auto ed è morto sul colpo. Un automobilista di passaggio ha lanciato l'allarme e ha chiamato i soccorsi. In pochi minuti sono giunti il Suem 118, i Vigili del fuoco e i Carabinieri di Montebelluna per svolgere i rilievi, viste le dinamiche poco chiare del sinistro. Vettoretti amava il calcio, era la sua passione più grande e infatti era un ex centrocampista della Valdosport. Aveva giocato anche con Vidor e Cisonese, mentre nella prossima stagione avrebbe dovuto vestire la maglia del Pederobba. Sono distrutti anche i genitori, le sorelle e gli amici. Luca voleva completare gli studi universitari quanto prima ma nel frattempo lavorava per un'azienda agricola del Montebellunese.

Ultimo aggiornamento: 14:04 © RIPRODUZIONE RISERVATA