Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Incidente nella notte, morti 4 ragazzi a Godega di Sant'Urbano (Treviso): avevano fra i 18 e i 19 anni

L'auto ha sbattuto contro un platano ed è finita dentro un piccolo canale di scolo rovesciandosi su se stessa

Domenica 14 Agosto 2022
Incidente nella notte, morti 4 ragazzi a Godega di Sant'Urbano: avevano tutti fra i 18 e i 19 anni

Strage sulle strade della Marca Trevigiana: tutti giovani le vittime dello schianto avvenuto poco dopo le 2 di questa notte, 14 agosto, a Godega di Sant’Urbano.

La dinamica

Una Volkswagen Polo, con a bordo il gruppo di amici, tra i 18 e i 19 anni, è uscita di strada in via Cordignano in direzione Godega. L'auto ha sbandato all'altezza di una curva a sinistra ed è poi uscita di strada. Nella sua corsa, l'utilitaria ha sbattuto contro un albero a bordo strada ed è poi finita dentro un piccolo canale di scolo rovesciandosi. L'impatto è stato devastante, tanto da non lasciare scampo a nessuno dei giovani che con ogni probabilità erano sulla strada del rientro a casa dopo aver fatto serata.

Le vittime sono tutti maggiorenni da pochi mesi, tre trevigiani e un friulano: Daniele De Re (il più giovane, del 2004), residente Cordignano; Xhuliano Kellici (2003 di origini albanesi), di Cordignano, Daniele Ortolan, di Orsago (2003) e Marco Da Re (2003), di Caneva, in provincia di Pordenone che a novembre avrebbe compiuto 19 anni.

Xhuliano Kellici

A dare l'allarme sono stati i residenti, svegliati dal boato. Immediata la chiamata al 118. Ma per i ragazzi non c'è stato nulla da fare. I vigili del fuoco ne hanno estratto i corpi ormai privi di vita, illuminando a giorno il luogo dello schianto, una strada di campagna che collega Cordignano a Godega. Sul posto è intervenuta la polizia stradale  per i rilievi.

I pompieri arrivati da Treviso con il personale di prima partenza e l’autogru, hanno messo in sicurezza la Volkswagen Polo  ed estratto i quattro  ragazzi. Purtroppo nonostante i soccorsi, il medico ha dovuto constatare la morte di tre ragazzi di 18 anni e uno di 19.  Sul posto la polizia stradale. Le operazioni di soccorso sono terminate all’alba.

Il precedente

Non è il primo incidente in quella curva. In via Cordignano a Godega di Sant'Urbano nel marzo del 2019 hanno perso la vita Tommy Saccon e Michele Zanette, entrambi di 18 anni e residenti a San Fior. A bordo dell'auto, un Mercedes Classe A anche un giovane di origini marocchine rimasto illeso.

Le indagini

A seguito del decesso dei quattro ragazzi, la Polizia Stradale ha ultimato gli accertamenti e sta preparando un dossier per la Procura della Repubblica di Treviso. Sulla tratta di strada dove il conducente della Polo ha perso il controllo del mezzo capottandosi in un canale, c'è il limite di velocità di 50 km/h. Gli investigatori stanno attendendo gli esiti degli esami tossicologici disposti dalla Procura.

La pericolosità della strada

Per approfondire le criticità su quella tratta comunale, dove già nel marzo 2019 avvenne un'altra fuoriuscita autonoma di strada con conseguenze mortali, la Prefettura di Treviso e la Polizia Stradale trevigiana hanno deciso di convocare, per la mattina del 16 agosto, il Comitato Operativo Viabilità, cui parteciperanno tutti gli enti che concorrono alla vigilanza stradale, in modo da poter definire le contromisure da adottare.

Video
 

 

Ultimo aggiornamento: 15 Agosto, 17:06 © RIPRODUZIONE RISERVATA