EVACUAZIONE

Ischia, evacuazione in corso per oltre 1000 sfollati: saranno trasferiti nei rifugi allestiti dalla Protezione Civile

Venerdì 2 Dicembre 2022

Ischia, riunione Ccs in Prefettura Napoli rinviata a domani

È stata annullata e rinviata a domani la riunione del Centro coordinamento soccorsi per la frana di Ischia prevista alle ore 18 in Prefettura a Napoli. La riunione si terrà domani mattina alle 9.30 e al termine si svolgerà una conferenza stampa. 

Casamicciola, evacuazione in corso

Il piano d'evacuazione nelle zone più a rischio di Casamicciola durerà fino 16 di domani, a causa della prolungata allerta maltempo. Il pieno è scattato in concomitanza con l'inizio dell'allerta gialla sull'isola d' Ischia. Per le aree rosse è stato disposto un servizio di navette per consentire il trasferimento dei cittadini presso le strutture ricettive disponibili. Le forze dell'ordine garantiranno il servizio antisciacallaggio.

 

 

Via al piano d'evacuazione della Protezione Civile

Dalle ore 16 di oggi è in atto operativo il Piano speditivo di protezione civile che prevede l'allontanamento temporaneo dalle aree interessate dalla frana del 26 novembre di Casamicciola, sull'isola d' Ischia.

L'ordinanza è stata firmata dal commissario prefettizio del Comune di Casamicciola, Simonetta Calcaterra. Il piano, che è scattato dopo l'allerta meteo gialla diramata dalla Protezione civile e che durerà fino alle ore 16 di domani, sabato 3 dicembre, individua «aree rosse», dove si dispone l'allontanamento preventivo della popolazione, e aree verdi dove, invece, si dispone la possibilità di permanenza dei cittadini a condizione che si rispettino le indicazioni, anche comportamentali, impartite dalla Protezione Civile.

Queste ultime indicazioni sono suggerite anche per la restante parte del territorio comunale di Casamicciola. In particolare, per le aree rosse, è previsto a partire dalle ore 16 un servizio di navette, appositamente attivate, per consentire il trasferimento, quanto più rapido possibile, dei cittadini presso le strutture ricettive disponibili. Saranno indicati specifici punti di raccolta per agevolare gli spostamenti. È sconsigliato l'uso dei mezzi propri vista la condizione delle infrastrutture viarie. Il servizio di trasporto e di permanenza negli alberghi sarà a carico dello Stato.

La permanenza presso le strutture ricettive durerà fino a revoca, che sarà disposta in coerenza con gli avvisi di criticità e di allerta meteo. Le forze dell'ordine garantiranno le necessarie attività di ordine pubblico e antisciacallaggio nonché di controllo dell'evacuazione degli edifici con il supporto dei vigili del fuoco e dei volontari della Protezione civile. Sono stati inoltre attivati i presidi sanitari, quelli dei Vigili del Fuoco e dei tecnici del Centro operativo (Coc) per ogni eventuale esigenza di assistenza alla popolazione.

Ischia, la riunione del Ccs alla Prefettura a Napoli rinviata alle 18

È stata rinviata alle ore 18 la riunione del Centro coordinamento soccorsi prevista alle ore 13 in Prefettura a Napoli. La decisione, apprende l'Adnkronos, è stata presa alla luce del fatto che a Casamicciola, sull'isola d' Ischia, sono in procinto di partire le attività di sgombero degli edifici a ridosso della zona rossa e individuati a rischio in caso di allerta meteo, che sarà in vigore dalle ore 16. Al termine della riunione, alla quale parteciperà in collegamento video il Centro operativo comunale di Casamicciola Terme con il commissario Simonetta Calcaterra e il commissario all'emergenza Giovanni Legnini, si terrà una conferenza stampa.

Unicef: «Dolore per i bambini morti»

«Oggi a Napoli si sarebbe dovuta celebrare la 33esima Giornata Mondiale sui diritti dell'infanzia e dell'adolescenza a conclusione di un mese, quello di novembre, che ha visto l'Unicef attraverso i suoi volontari realizzare tante iniziative in ogni parte d'Italia». Lo dichiara Andrea Iacomini, portavoce dell'Unicef per l'Italia. «La giornata, cui avrebbero dovuto partecipare il nostro direttore generale Paolo Rozera e la presidente Regionale Emilia Narciso, è stata annullata per esprimere la nostra vicinanza alla popolazione di Ischia - prosegue - Proviamo un dolore enorme nel ricordare che 2 delle giovani vite perdute nel disastro, una bimba di 6 anni e uno di 11, erano studenti della Scuola Mennella, Scuola 'Amica Unicef' e un terzo era un giovane ragazzo di 15 Michele, dell'Istituto tecnico Mattei. Ancora più straziante ricordare inoltre la perdita del piccolo Giovan Giuseppe di 21 giorni. Ci stringiamo forte ai familiari e ai parenti delle vittime, ai dirigenti scolastici Assunta Barbieri e Gianpietro Calise dei due istituti dell'Isola».

«Il 18 Dicembre era previsto a Ischia un Presepe Vivente con tutte le scuole che naturalmente è stato annullato» continua Iacomini. «Desidero ringraziare i Vigili del Fuoco, nostri Ambasciatori e la Protezione Civile Regionale, l'Esercito Italiano e la Croce Rossa che avevano preparato un allestimento particolare per accogliere i circa 2000 ragazzi che avrebbero oggi gremito Piazza del Plebiscito e rivolgo loro il nostro sentimento di gratitudine per il grande lavoro che stanno portando avanti sull'isola che oggi è fondamentale e prioritario».

«Ci auguriamo a breve di incontrare il Commissario Legnini per capire come supportare i bambini e le bambine, i ragazzi e le ragazze dell'isola per intensificare il nostro ruolo educativo nel costruire nelle giovani generazioni quella che possiamo definire la 'Cultura della Protezione Civilè cioè la cultura della Prevenzione e della Programmazione dell'accoglienza e della sicurezza per usare delle sue parole che accanto alla Cultura dell'emergenza deve caratterizzare il nostro impegno e la cura dei territori», conclud.

Tragedia Ischia, su Change.org una raccolta firme èer chiedere un geologo in ogni comune d'Italia

Ha superato quota 15mila firme in pochi giorni la petizione lanciata su Change.org da Modestino Ferraro a seguito della tragedia di Ischia, per chiedere di istituire per legge la figura di un geologo in ogni Comune d'Italia. «Dopo l'ultima tragedia di Ischia si ritorna a parlare di tragedia annunciata ma, come sempre, si stanziano finanziamenti per finanziare l'emergenza ma non si avanzano proposte concrete per la prevenzione», scrive Ferraro sulla sua petizione. «Si propone un Decreto Legge da parte del Governo per dotare ogni Comune italiano di almeno un geologo per l'Ufficio Tecnico comunale. Complessivamente, per i circa 8.000 Comuni italiani il costo sarebbe di circa 450 mln di euro all'anno».

Casamicciola, evacuazione potrebbe arrivare a 1.300 persone

Partirà alle 16 di oggi pomeriggio l'evacuazione delle zone a rischio di Casamicciola, attigue a quella dove sabato si è verificata la frana che ha provocato 11 morti e un disperso non ancora ritrovati. A seguito delle verifiche effettuate da sabato scorso dai soccorritori il territorio del comune isolano è stato mappato e suddiviso in zone a seconda della gravità del rischio e si stima che dovranno essere oltre 1.300 le persone che dovranno lasciare le proprie case fino al cessato allarme. Per ospitarli sono stati reperiti, fino ad ora, oltre 1100 posti in una decina di hotel in quattro comuni ischitani mentre altri 5/600 posti saranno disponibili presso il palazzetto dello sport Taglialatela di Ischia Porto e la palestra della scuola Balsofiore a Forio.

 

Casamicciola, 1.100 persone da evacuare

Sono circa 1100 le persone che saranno evacuati dalla zona rossa di Casamicciola. È stata acquisita la disponibilità dei posti negli alberghi di Ischia. Oltre agli alberghi, ci saranno palestre attrezzate e palazzetto dello Sport per ospitare gli sfollati.

Ischia, allerta gialla: quadro meteo particolarmente instabile

Il Centro Funzionale e Sala Operativa della Protezione civile della Regione Campania seguono costantemente l'evolversi della situazione. Gli enti interessati vengono invitati a prestare attenzione ai successivi avvisi della Protezione Civile, che ha lanciato l'allarme circa un quadro meteo particolarmente instabile.

La Protezione Civile della Regione Campania ha emanato un avviso di allerta meteo di colore Giallo valido a partire dalle ore 16 di oggi su Ischia e sulle zone 1 e 3 che comprendono Napoli, Isole, Area Vesuviana, Piana Campana, Costiera Sorrentino-Amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini. Si prevedono precipitazioni anche intense e un conseguente rischio idrogeologico, soprattutto nei territori dove la situazione è già fortemente compromessa dalle precipitazioni degli ultimi giorni e in condizioni idrogeologiche particolarmente fragili.

 

Ultimo aggiornamento: 3 Dicembre, 09:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA