Violentata e rapinata in stazione, "mi sono svegliata seminuda": l'incubo di una ragazzina 17enne

PER APPROFONDIRE: bologna, ragazzina, stupro, violenza sessuale
Violentata e rapinata in stazione,
Ha raccontato di essersi svegliata seminuda, dopo essere stata stuprata in un vagone della stazione di Bologna e rapinata. La denuncia, su cui ha avviato indagini la Polizia, è di una ragazza italiana che compirà a breve 18 anni e che il 3 novembre si è presentata all'ospedale Maggiore.

La minore ha riferito di aver passato la serata nella zona di piazza Verdi con alcuni amici e di aver bevuto molti alcolici. Ad un certo punto si è accorta di non aver più il telefonino e un giovane magrebino si sarebbe offerto di aiutarla, dicendole di seguirlo. I due sarebbero quindi arrivati in stazione, dove la ragazza sostiene di aver subito la violenza sessuale. Si sarebbe svegliata solo la mattina dopo, svestita e senza più la borsa con sé.

Accertamenti sempre della Polizia sono in corso su una denuncia di un'altra 17enne, aggredita e pesantemente palpeggiata qualche giorno prima al rientro da scuola, in zona Bolognina.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 6 Novembre 2017, 15:59






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Violentata e rapinata in stazione, "mi sono svegliata seminuda": l'incubo di una ragazzina 17enne
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti