Vaccino anti Covid agli amici, il medico indagato su Fb: «Mi rialzerò, non merito questo fango»

Venerdì 15 Gennaio 2021
Vaccino anti Covid agli amici, il medico indagato su Fb: «Mi rialzerò, non merito questo fango»

Si è parlato parecchio in queste ore di Vincenzo Cesareo, il direttore sanitario dello Spoke Ospedaliero di Cetraro-Paola, indagato dalla Procura della Repubblica di Paola con l'accusa di avere fatto tamponi e somministrato indebitamente il vaccino anti Covid a suoi amici. Con particolari scioccanti e intercettazioni in cui diceva «porta chi vuoi, lo facciamo a tutti, anche al gatto...».

 

Leggi anche > Medico indagato per vaccino agli amici. Al telefono: «Porta chi vuoi, pure il gatto...»

 

Nella serata di ieri Cesareo ha rotto il silenzio con un post sul suo profilo Facebook, in cui si difende e ringrazia le persone a lui vicine per la solidarietà: «Molti amici mi stanno manifestando la propria solidarietà in questo momento e li ringrazio di cuore. Nella vita si cade, ma importante è rialzarsi... ed io mi rialzerò, dimostrando che non merito tutto questo fango», scrive. «La giustizia degli uomini - aggiunge Cesareo - è lenta, ma prima o poi deve arrivare. La giustizia Divina, invece, sentenzia per quanto si è fatto nella vita, per cui non posso temerla. Grazie». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA