Bari, uccide a colpi di pistola il pitbull: aveva azzannato il suo cagnolino

Venerdì 31 Maggio 2019
Uccide a colpi di pistola pitbull che aveva azzannato il suo cagnolino

I Carabinieri hanno arrestato a Molfetta (Bari) un uomo di 59 anni, custode in un deposito di materiale edile, accusato di aver ucciso a colpi di pistola un pitbull che gli aveva azzannato il cagnolino, lasciandolo in fin di vita. Sono stati alcuni residenti a rivolgersi al 112 dopo aver sentito gli spari provenire dal cantiere.

muore a 95 anni senza mai un lusso: nel testamento dona tre milioni di euro per il nuovo ospedale

Giunti sul posto i militari, hanno trovato un bossolo di pistola e, acquisendo le immagini di un sistema di sorveglianza presente in zona, hanno ricostruito l'accaduto: il pitbull aveva aggredito il cane di piccola taglia e dopo averlo azzannato, lo aveva trascinato sotto una pensilina lasciandolo quasi senza vita. Quindi il custode, in preda all'ira, ha sparato al pitbull a bruciapelo seppellendone poi il corpo in un terreno attiguo e nascondendo la pistola. L'uomo è accusato anche di detenzione illegale di armi, munizione da guerra e ricettazione.

Ultimo aggiornamento: 20:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci